L ‘”unica pornostar” dell’Afghanistan, Yasmeena, è fuggita dal paese

Yasmeena Ali era solo una ragazzina spaventata quando è rimasta per strada mentre i talebani conquistavano Kabul negli anni '90

L '
L '"unica pornostar" dell'Afghanistan, Yasmeena

“La pornostar numero uno dell’Afghanistan” Yasmeena ha parlato nel podcast I Hate Porn di come il suo lavoro sessuale è percepito nel suo paese d’origine, dicendo che i talebani sanno tutto di lei

L ‘”unica pornostar” dell’Afghanistan, Yasmeena, è fuggita dal paese da bambina e dice che i talebani sanno tutto di lei.

Yasmeena Ali era solo una ragazzina spaventata quando è rimasta per strada mentre i talebani conquistavano Kabul negli anni ’90.

Lì, ha assistito a violenze brutali contro uomini e donne prima di trasferirsi nel Regno Unito, dove ha immediatamente imparato a leggere e scrivere.

L '"unica pornostar" dell'Afghanistan, Yasmeena
L ‘”unica pornostar” dell’Afghanistan, Yasmeena

Sono passati quasi 30 anni e i talebani sono tornati al potere nel suo paese d’origine.

Ma Yasmeena ha un potere tutto suo: ora è conosciuta come la porno star numero uno dell’Afghanistan. L’attivista sessuale femminista crede addirittura di essere “l’unica”.

Potrebbe interessarti: Rinunciare alla masturbazione aumenta livelli di testosterone degli uomini?

Si è fatta carico della sua sessualità e ha abbandonato le sue radici religiose musulmane per diventare atea.

E ora crede che i talebani sapranno tutto delle sue gesta sessuali da siti come Pornhub e OnlyFans.

Yasmeena è ora una pornostar professionista

Parlando al podcast I Hate Porn, ha detto al conduttore Tommy McDonald: “Stanno odiando principalmente i miei contenuti perché non vogliono che l’Afghanistan sia noto per il porno. Come oso mostrare il mio corpo? Pensano di possedere il mio corpo e quello che faccio con il mio corpo e non ho il diritto di mostrarlo e non posso essere un vero afgano se lo faccio. Ricevo sempre messaggi come se stessi fingendo, sei ebreo, sei sotto copertura.”

“Sono un afgana, quindi forse ci sono talebani là fuori che stanno guardando i miei contenuti chissà?”

“Sono sicura che hanno sentito parlare di me. Non sarei sorpresa. Scrivi solo porno afgano e mi troverai. Scrivi queste due parole e vedrai il mio nome.”

Yasmeena ora ha la sua pagina OnlyFans in cui si descrive come una “modella erotica, nuda, BDSM”.

A Yasmeena è stato detto che “non esisteva lo stupro” quando era una bambina. E nel podcast ha parlato di quanto fosse contrastante la sua vita in Afghanistan, dove una volta sua madre le aveva detto che “non esisteva lo stupro” sotto i talebani.

Ha detto: “Li ho visti e ricordo la parata a Kabul. Era simile a quello che è successo in estate. Ricordo la sensazione. Non ho mai dimenticato quella sensazione. Mi sentivo come se fossi da qualche altra parte e mi sentivo come se non appartenessi a quel posto. Mi sentivo davvero come se fossi in un mondo surreale e non puoi relazionarti con quello che sta succedendo. Vedi questa violenza intorno a te e ne sei desensibilizzato e non ti riguarda, ma ti stai ancora chiedendo se finirà presto?”

E ricordando il conflitto a cui ha assistito da bambina, ha detto: “Ho visto persone picchiate perché non erano religiose e non si vestivano adeguatamente con abiti religiosi. Non sto parlando solo di violenza contro le donne, è stata violenza contro i giovani uomini per non avere la barba come si fa nell’Islam”.

Ha quindi paragonato questo problema alla tipica violenza che si vede nel Regno Unito, in particolare nei fine settimana alcolici nei centri urbani.

Yasmeena ha detto: “Il problema con i tifosi di calcio turbolenti nel Regno Unito è che sono sotto l’influenza della birra e hai ancora protezione. Chiami la polizia e loro vengono portati via, mantieni le distanze ma puoi chiamare qualcuno. Là in Afghanistan, le persone che causano la violenza gestiscono il paese. Chi hai intenzione di chiamare? Vuoi che la tua mano venga tagliata o no?”

Crescendo, a Yasmeena è stato proibito di avere un’istruzione fino a quando non si è trasferita nel Regno Unito all’età di nove anni.

Yasmeena ha spiegato perché i talebani hanno paura di educare le donne.

Yasmeena ha detto: “Tutte le regole sono solo per i vantaggi e il piacere degli uomini. Se hai il ciclo sei considerato empio, sporco. Senza le donne non ci sarebbe la razza umana, ma hanno un problema con la sessualità femminile perché hanno paura di perdere il controllo. L’intera idea si basa sul controllo e la sottomissione delle donne e ciò può accadere solo se non sono istruite in modo che le seguano senza fare domande. Nel momento in cui dai loro istruzione o risorse, minacceranno lo status quo e loro non lo vogliono, godono del potere. Quegli uomini amano il potere. È una mentalità barbara da cavernicolo. Riguarda il potere e il controllo che hai su qualcuno”.

Dopo aver registrato il podcast, il conduttore McDonald ha dichiarato che Yasmeena è una persona coraggiosa.