La vita torturata di Janis Joplin, la donna più ribelle nella storia del rock

Molto prima del fenomeno Amy Winehouse, la cui voce ha affascinato milioni di persone, c'era Janis Joplin, a cui Winehouse veniva spesso paragonata

336
La vita torturata di Janis Joplin, la donna più ribelle nella storia del rock
La vita torturata di Janis Joplin, la donna più ribelle nella storia del rock

Molto prima del fenomeno Amy Winehouse, la cui voce ha affascinato milioni di persone, c’era Janis Joplin, a cui Winehouse veniva spesso paragonata.

Sebbene Joplin abbia pubblicato solo tre album durante la sua vita (e alcuni postumi) e un solo successo nella Top 40, è ancora una delle più grandi star della musica americana degli anni ’60 e la sua musica continua a influenzare i musicisti di oggi.

Joplin e la sua band, i Big Brother and the Holding Company, si sono fatti un nome per la prima volta al Monterey Music Festival del 1967, dove è emersa come una stella brillante e talentuosa. Sfortunatamente, lo stile di vita di una rockstar degli anni ’60 festaiola ha presto preso il sopravvento.

Il suo amore per il marchio di whisky Southern Comfort è diventato famoso quanto la sua voce, proprio come altre band hard-party come i Led Zeppelin o personalità eccentriche come Ozzy Osbourne. Mentre la storia della morte di Janis Joplin nel 1970 funge da cupa conclusione alla sua storia, sotto il suo personaggio da star della musica, lei era un’anima sensibile danneggiata dai bulli e ferita dagli amanti, che voleva essere semplicemente amata.

La sua ossessione per la bevanda le è valsa persino una pelliccia in omaggio: la società Southern Comfort era presumibilmente così soddisfatta di tutto il posizionamento gratuito di prodotti, che hanno regalato a Joplin una pelliccia di lince.

Le esperienze di Janis Joplin con gli uomini – e la frequenza con cui è stata ferita da loro – sono ben pubblicizzate, ma Joplin, che in realtà era bisessuale, aveva anche relazioni difficili con le donne

Ha avuto una relazione con Peggy Caserta che, in totale, è durata più a lungo delle relazioni combinate che Joplin ha avuto con gli uomini.

Quando è morta, Joplin era fidanzata con lo studente di Berkeley Seth Morgan. La notte del 4 ottobre, quando sarebbe poi andata in overdose, era in programma una tripletta tra Joplin, Morgan e Caserta, ma entrambi i suoi partner non si sono presentati.

Il senso della moda di Joplin, proprio come la sua voce, era distintamente eccentrico. Il Daily Texan, il giornale del campus dell’Università del Texas, pubblicò un profilo su Joplin nel 1962, affermando: “Va a piedi nudi quando ne ha voglia, indossa Levis a lezione perché sono più comodi e porta con sé la sua autoharp ovunque vada in modo che, nel caso le venga voglia di iniziare a cantare”.

Joplin ha cambiato testamento due giorni prima della sua morte

Joplin ha apportato modifiche al suo testamento solo due giorni prima del 4 ottobre 1970, quando è morta per overdose. Per lo più ha dato la sua proprietà ai suoi genitori, con qualche ricchezza aggiuntiva andata ai suoi fratelli.

Ha anche chiesto di mettere da parte $ 2.500 per i suoi amici per organizzare una festa in suo onore. La clausola permetteva a 200 persone di tenere una riunione tutta la notte nel suo pub preferito, “così i miei amici possono divertirsi in mio onore”.

Le ceneri di Joplin furono sparse sull’Oceano Pacifico e lungo Stinson Beach nel nord della California.

Nel marzo del 1969, Jim Morrison fu arrestato durante un concerto a Miami con l’accusa di essersi “esposto” sul palco. A seguito di questo storico incidente, i cittadini conservatori della Florida erano preoccupati quando Janis Joplin arrivò a Tampa il novembre successivo. Mentre si esibiva per una folla turbolenta alla Curtis Hixon Hall, le luci nell’auditorium sono state accese per sedare l’eccitazione del pubblico. Alcuni agenti di polizia sono saliti sul palco e hanno chiesto a Joplin di aiutarli a calmare la folla. Joplin ha rifiutato urlando oscenità ai poliziotti.

Alla fine, la folla si è calmata abbastanza da permettere allo spettacolo di continuare e a Joplin è stato permesso di finire, a differenza di Morrison, che è stato arrestato nel bel mezzo della sua esibizione. Joplin è stata successivamente arrestata nel suo camerino e ha trascorso la notte in prigione, ma le accuse alla fine sono state ritirate quando un giudice ha ritenuto che stesse semplicemente esercitando la sua libertà di parola.

Joplin una volta ha detto del suo stile di vita: “Vivo piuttosto libera. Sai, ballando con estranei e cose del genere”. Sebbene fosse molto aperta su chi amava fisicamente, spesso soffriva emotivamente se sentiva che uno dei suoi amanti la stava deludendo.

Joplin incontrò il musicista Leonard Cohen nell’ascensore del Chelsea Hotel nel 1968, e i due trascorsero la notte insieme. La relazione fu di breve durata, tuttavia, e per Joplin si concluse con un crepacuore:

“Davvero pesante, come uno schianto in faccia. Due volte. Jim Morrison e Leonard Cohen. Ed è strano perché erano gli unici due a cui riesco a pensare, come persone importanti, che ho provato a… senza che mi piacessero davvero in anticipo, solo perché sapevo chi erano e volevo conoscerli. E poi entrambi non mi hanno dato niente”.

Cohen ha scritto dell’incontro nella sua canzone classica “Chelsea Hotel No. 2”, ma non ha ammesso che si trattava di Joplin fino a molti anni dopo la sua morte. “Non stava cercando me, stava cercando Kris Kristofferson”, ha detto Cohen.

È un membro del famigerato “27 Club”
Dopo che un medico le ha detto che non avrebbe raggiunto i 24 anni se avesse continuato il suo stile di vita indulgente, Joplin è stata orgogliosa di dimostrargli che si sbagliava.

Correlato: Club 27: musicisti, artisti e attori morti a 27 anni

Nonostante la tendenza all’uso di sostanze psichedeliche popolare negli anni ’60 e ’70, il vizio principale di Joplin era l’alcol. Tuttavia, a metà degli anni ’60 sviluppò una dipendenza da eroina. Il suo consumo peggiorò costantemente e nel 1969 presumibilmente usava eroina per un valore di circa $ 200 ogni giorno. Dopo che alcuni dei suoi amici sono intervenuti, alla fine è riuscita a perdere l’abitudine, per ricaderne in seguito.

Il 4 ottobre 1970, doveva registrare la voce per una traccia chiamata “Buried Alive in the Blues”, una canzone che doveva apparire nel suo prossimo album solista, Pearl, purtroppo non è mai arrivata allo studio di registrazione, Joplin è stata trovata morta nella sua stanza d’albergo a causa di un’apparente overdose di eroina.

Janis Joplin non era considerata da molti bella e per questo, oltre ai problemi di peso e acne della sua giovinezza, ha lottato con la sua autostima per tutta la vita

Da bambina, Joplin è stata vittima di bullismo per il suo aspetto e il suo comportamento “diversa”, e questo abuso è continuato per tutto il college presso l’Università del Texas ad Austin. Una confraternita l’ha votata “la persona più brutta del campus”, ferendola profondamente e lasciando cicatrici che non dimenticherà mai. Joplin lasciò il college e lasciò il Texas per San Francisco per sfuggire agli “uomini arrabbiati a cui piaceva prendersela con lei”.

Ha comprato una lapide per Bessie Smith

Sebbene abbia trascorso diversi anni a suonare musica folk, il blues era il genere per il quale Joplin aveva più passione. “Voglio essere la prima persona bianco-nera”, ha detto una volta. Billie Holiday, una delle voci più amate del genere blues, era considerata un eroe di Joplin. Joplin ha amato l’autobiografia di Holiday, Lady Sings The Blues, per tutta la sua vita, forse a causa dei molti paralleli tra i due artisti.

Correlato: Billie Holiday: come la star venne devastata dal governo US a causa di Strange

Forse ancora più degno di nota del suo amore per Billie Holiday è stata la devozione di Joplin per Bessie Smith. Ha affermato che Smith era la sua più grande influenza e ispirazione e che sentiva una tale connessione con Smith che credeva persino di poter essere la sua reincarnazione. Smith fu sepolta in una tomba anonima perché la sua famiglia si rifiutava di pagare per una lapide. Quando Joplin lo ha scoperto, era così arrabbiata che ha pagato una lapide insieme alla figlia di uno dei dipendenti di Smith. L’epitaffio, “La più grande cantante blues del mondo non smetterà mai di cantare”, è stato inciso sulla lapide di Smith.

Mentre Joplin cresceva a Port Arthur, in Texas, la città era segregata dal punto di vista razziale. Il forte sostegno di Joplin alla desegregazione – che sviluppò in parte grazie all’affinità dei suoi genitori per l’arte, la letteratura e l’apprendimento – la distingueva dai suoi compagni di classe e fornì un ulteriore incentivo per loro a maltrattarla. Soffriva spesso di insulti e saltava le lezioni per evitare i suoi tormentatori, frequentando solo quel tanto che bastava per laurearsi con successo. “Mi hanno riso fuori dalla classe, fuori città, fuori dallo stato”, ha detto dopo essersi trasferita in California.

Le sue posizioni orgogliose contro la segregazione provenivano anche dall’amore per la musica folk e blues che in seguito utilizzò come influenze per le sue canzoni.

Il fotografo Bob Seidemann ha voluto usare una foto di Joplin per fare una dichiarazione sull’idealismo della cultura hippie e le ha chiesto se avrebbe posato in topless

Joplin decise che avrebbe preferito posare completamente nuda, nonostante Seidemann le avesse detto che non era necessario. “Era così. Voleva davvero spogliarsi”, ricorda.

Un promotore di un concerto alla Civic Arena di Pittsburgh ricorda un incidente in cui è arrivata in ritardo sul palco perché stava facendo sesso nel suo camerino. Quando finalmente è arrivata, è rimasto inorridito dal suo vestito. “Quando sono arrivato, Janis stava finalmente salendo sul palco. Indossava una gonna a rete trasparente senza biancheria intima. Quando i riflettori l’hanno illuminata, si è visto tutto”, ha osservato.

Ha rotto una bottiglia sulla testa di Jim Morrison

Dal momento che Janis Joplin e Jim Morrison erano due delle più grandi star della musica degli anni ’60, il loro incontro finale era inevitabile. Il produttore Paul Rothchild li ha invitati entrambi a una festa dove, fino a quando erano entrambi sobri, andavano d’ accordo. Una volta che i due hanno iniziato a bere, tuttavia, Joplin è rimasta simpatica, amante del divertimento mentre Morrison diventava odioso e persino violento. Joplin era così spenta che se ne andò. Dopo il suo rifiuto, Morrison la seguì fino a quando Joplin non lo colpì alla testa con una bottiglia di Southern Comfort, mettendolo KO.

Nonostante il suo disinteresse, Morrison era ancora determinato a conquistarla, chiedendo a Rothchild il suo numero di telefono. Joplin non ha mai ceduto a Morrison.

Aveva buoni voti a scuola ed era vicina ai suoi genitori

Sebbene Joplin sia ricordata per la sua natura ribelle e il suo stile di vita libero, aveva anche un lato più dolce e intellettuale. Amava leggere, dipingere e scrivere poesie e andava sempre bene a scuola. Joplin ha anche mantenuto un rapporto positivo con i suoi genitori, mantenendo la corrispondenza con loro per tutta la vita e la carriera. Nonostante la sua partecipazione alla controcultura degli anni ’60, cercava costantemente la loro approvazione e si prendeva cura di loro profondamente.