Ultimo saluto a Janet D’Addario, co-fondatrice di D’Addario & Company

48

Ci mancherà il suo lavoro di filantropa e il suo impatto sul mondo delle apparecchiature musicali.
Janet D’Addario, una forza prodigiosa creativa e filantropiche in tutto il mondo, e la moglie di D’Addario presidente, Jim D’Addario, è morto il 14 giugno nella sua casa a 72 anni.

Secondo suo marito, Jim D’Addario, la causa della morte sono state delle complicazioni dovute al cancro alla cistifellea.

Janet D’Addario ha co-fondato D’Adarrio & Company, un’azienda di strumenti musicali a corde e accessori, che ricopre un’ampia varietà di ruoli all’interno dell’azienda. Quando è stata fondata nel 1973, Janet ha progettato la pubblicità e l’imballaggio dell’azienda per tutti i suoi prodotti.

Janet ha anche lavorato come capo delle Relazioni con gli artisti e co-fondatrice della Fondazione D’Addario, un programma che fornisce educazione musicale ai bambini nelle comunità svantaggiate. È stata amministratore delegato della fondazione per 20 anni, sensibilizzando e organizzando concerti in tutto il mondo.

Janet lascia il marito di 50 anni, tre figli e otto nipoti.

L’unico ente di beneficenza che ha avuto un posto particolarmente speciale nel suo cuore è stata Providence House, un’istituzione di New York che fornisce alloggi di transizione per donne e bambini senzatetto. Janet è stata membro del consiglio di Providence House dal 2004 al 2019.

“Provvidence House è, in tanti modi, l’incarnazione stessa di mia moglie… quando ha visto il dolore, voleva alleviarlo. Quando ha visto la fame, ha portato del cibo. Quando ha visto i senzatetto, ha fornito un rifugio. Ma soprattutto, quando Janet ha visto qualcuno senza speranza, ha lavorato duramente per fornire loro gli strumenti per ripristinare la loro volontà di superare le sfide che stavano affrontando”, ha affermato Jim D’Addario.

Al posto di eventuali regali o fiori, la famiglia chiede a chiunque voglia porgere i propri omaggi di considerare una modesta donazione a Providence House.