Sorella Luna. Quando la vita era ancora una possibilità lontana, le temperature erano altissime sulla Terra.

Il sole era giovane bombardava la Terra con i suoi brillamenti e le espulsioni di massa coronale.

Lo scudo magnetico della luna ormai estinto potrebbe aver aiutato la Terra a mantenere la sua atmosfera, a sostenerla. Lo scudo magnetico della luna ormai estinto potrebbe aver aiutato la Terra a mantenere la sua atmosfera, a sostenere e sviluppare.

La luna proteggeva la Terra con uno scudo, secondo la NASA La luna aveva una barriera protettiva contro il vento solare per la Terra, fondamentale per mantenere l’atmosfera Terrestre.

Jim Green, l’autore dello studio: “Non vediamo l’ora di dare seguito a questi risultati quando la NASA invierà gli astronauti sulla Luna attraverso il programma Artemis, che restituirà campioni critici del Polo Sud lunare”.

La luna ha avuto una nascita violenta 4,5 miliardi di anni fa. Un proto-pianeta delle dimensioni di Marte, Theia si schiantò sulla Terra primordiale di 100 milioni di anni.




I detriti della collisione coalizzarono nella nostra luna, il materiale rimanente cadde sulla Terra. L’effetto della gravità della luna stabilizzò l’asse di rotazione della Terra, che all’epoca girava così velocemente che una giornata durava solo cinque ore.

A quei tempi, la luna era vicina alla Terra, la gravità lunare attira i nostri oceani, l’acqua viene riscaldata, dissipando energia. Ciò fa sì che la luna si allontani dalla Terra a una velocità di 3,81 cm l’anno.

Il campo magnetico della luna primordiale l’avrebbe “protetta” dai venti solari. Il nuovo studio della NASA, simula il funzionamento dei campi magnetici della Terra e della Luna circa 4 miliardi di anni fa.

A volte la magnetosfera della nostra sorella luna diventava una barriera contro la radiazione solare che finiva nel sistema Terra-Luna.

Questo perché le due magnetosfere erano ancora collegate nelle rispettive regioni polari. Le particelle del vento solare ad alta energia non sono state in grado di perforare i campi magnetici terrestri, lasciando intatta l’atmosfera e salvandoci dal destino di Marte.

Le due atmosfere si scambiarono materia. La luce ultravioletta intensa del sole strappò gli elettroni dalle particelle neutre alte nell’atmosfera terrestre, dando loro la carica necessaria per viaggiare sulla luna lungo le linee del campo magnetico lunare.

Correlato: Mistero Apollo 20: Sulla Luna un’astronave aliena con pilota?

Questo aiutò la luna a mantenere un’atmosfera sottile. Poiché l’azoto è stato trovato nei campioni di roccia lunare, l’idea che l’atmosfera terrestre un tempo inviasse materiale per diventare l’atmosfera antica della luna non è così inverosimile, poiché l’atmosfera terrestre era ed è ancora dominata dall’azoto.

SSia la Terra che la Luna avevano campi magnetici collegati miliardi di anni fa. Schermavano entrambe le particelle solari invasive.  Il periodo di sovrapposizione del campo magnetico tra la Luna e la Terra avvenne 03tra 4,1 e 3,5 miliardi di anni fa.

Comprendere la storia del campo magnetico lunare ci aiuta a capire non solo le possibili prime atmosfere, ma anche come si è evoluto l’interno lunare”, ha detto il vice capo scienziato e coautore dello studio David Draper.

“Ci dice come avrebbe potuto essere il nucleo della Luna – probabilmente una combinazione di metallo liquido e solido a un certo punto della sua storia – e questo è un pezzo molto importante del puzzle per come funziona la Luna al suo interno”.




L’interno della luna si è raffreddato perdendo la sua magnetosfera e alla fine la sua atmosfera. Il campo magnetico è diminuito 3,2 miliardi di anni fa ed è “morto” circa 1,5 miliardi di anni fa.

In mancanza di campo magnetico, il vento solare ha strappato via l’atmosfera lunare primordiale, come accaduto a Marte.

È affascinante immaginare che le nuove scoperte scientifiche come questa sono solo la punta di un torrente di conoscenza che ci attende una volta tornati sul nostro satellite lunare, cosa che la NASA intende fare durante il programma Artemis, previsto per inviare la prima donna e il prossimo uomo sulla luna nel 2024.




Sorella LunaSorella Luna