Qual è il patrimonio netto di Snoop Dogg fino al 2022?

Dei cinque artisti del Super Bowl Halftime Show 2022, Snoop ha il terzo patrimonio netto più alto. Secondo, Dr. Dre seguito da Eminem

Snoop Dogg al Superbowl
Snoop Dogg al Superbowl

Qual è il patrimonio netto di Snoop Dogg ? Il patrimonio netto di Snoop Dogg è di $ 150 milioni, secondo Celebrity Net Worth.

Dei cinque artisti del Super Bowl Halftime Show 2022, Snoop ha il terzo patrimonio netto più alto. Secondo, Dr. Dre vale di più con $ 500 milioni, seguito da Eminem con $ 230 milioni. Snoop è al di sopra di Kendrick Lamar, che vale $ 75 milioni, e Mary J. Blige, che vale $ 20 milioni.

Snoop Dogg ha guadagnato 17 milioni di dollari nel 2007; $ 16 milioni nel 2008; $ 11 milioni nel 2009; $ 15 milioni nel 2010; $ 14 milioni nel 2011; $ 9 milioni nel 2012; $ 10 milioni nel 2013; $ 10 milioni nel 2014; $ 10 milioni nel 2015; $ 13 milioni nel 2016; $ 17 milioni nel 2017; $ 15 milioni nel 2018; e $ 15 milioni nel 2019. I suoi anni di maggior guadagno sono stati nel 2007 e nel 2017. Il 2007 ha visto la prima della serie TV di realtà di Snoop Dogg, Snoop Dogg’s Father Hood, trasmessa su E! per due stagioni fino al 2009. L’anno ha visto anche Snoop guest star in Monk di USA Network , oltre a doppiare un ruolo nel film d’animazione Arthur e gli Invisibili. Il 2007 è stato anche l’anno dopo che Snoop ha pubblicato il suo ottavo album in studio, Tha Blue Carpet Treatment, che ha debuttato alla fine del 2006. L’album ha raggiunto la posizione numero cinque della Billboard 200 ed è stato certificato disco di platino negli Stati Uniti con oltre 1 milione di unità vendute.

Potrebbe interessarti: Quanto ha guadagnato Snoop Dogg dal Super Bowl Halftime Show 2022?

Il 2017 ha visto Snoop Dogg fare apparizioni come ospite in programmi TV come I Simpson e Growing Up: Hip Hop, oltre a recitare in film come Grow House. L’anno ha visto anche Snoop pubblicare il suo quindicesimo album in studio, Neva Left . Insieme alla sua carriera musicale, il patrimonio netto di Snoop Dogg include anche ciò che guadagna come fondatore e CEO della sua etichetta discografica, Doggystyle Records, e della sua società di produzione, Snoopadelic Films. Snoop e Martha Stewart hanno anche presentato in anteprima il programma di cucina, Potluck Dinner Party di Martha & Snoop, su VH1 nel 2016. Il successo della serie ha anche portato Snoop e Stewart a recitare insieme in uno spot del Super Bowl 2017 per T-Mobile. Il patrimonio netto di Snoop Dogg include anche ciò che ha ricavato dal suo libro di cucina del 2018,Da Crook a Cook, che include ricette e consigli culinari che ha imparato da Stewart e da solo.

In un’intervista al New York Times nel 2021, Snoop Dogg ha rivelato il suo segreto della sua carriera decennale. “La cosa più semplice che puoi fare è fare solo te. Sentivo che fare di me sarebbe stato il percorso più semplice per rimanere rilevante nel settore. È originalità e unicità. Cerco solo di farmi male”, ha detto. Ha anche raccontato al giornale perché ha deciso di orientare la sua carriera al di fuori della musica. “All’inizio non ci interessava il branding o altro. Volevamo solo fare buona musica e cercare di essere la merda più dope del mondo”, ha detto. “Il mio marchio e la mia attività sono arrivati ​​​​quando sono stato in grado di andare alla No Limit Records con Master P, ed essere sotto la sua guida, la sua tutela e la sua saggezza. Mi ha insegnato come essere un uomo d’affari migliore, come essere più di un semplice rapper, ma come occuparmi dei miei affari. Si chiama spettacolo. Avevo dominato lo spettacolo.”

Snoop Dogg è anche il co-fondatore della società di cannabis Casa Verde Capital, che ha chiuso un fondo di investimento da 100 milioni di dollari nel 2020, secondo Tech Crunch. Snoop ha detto al New York Times che non avrebbe mai pensato di poter diventare un venditore di erba così di successo. “Non tutte le volte che sono andato in prigione per questo. Ed è ancora sulla mia fedina penale. Non capisco come potrebbe passare dall’essere la cosa più odiata, la più viziosa che potresti fare, a che ora tutti ne stanno capitalizzando, e si stanno orientando verso una fascia demografica che può prosperare su di essa, al contrario di la fascia demografica che ha creato l’attività”, ha detto. “Dovremmo essere in grado di avere alcune delle nostre persone – che mi somigliano – come dirigenti, amministratori delegati, proprietari di piattaforme. Sai, il top della catena, non solo il portavoce o l’ambasciatore del marchio. Dobbiamo essere i proprietari del marchio”.

Ha continuato: “Ho contribuito a rendere famosa questa attività prima che diventasse legale. Gli antenati erano quelli prima di me. I musicisti jazz, i Bob Marley, i Cheech e i Chong, i Willie Nelson. Tutti quei ragazzi hanno gettato le basi. Ho semplicemente continuato quello che stavano facendo e ho messo un po’ più di pepe. Li rispetto ancora e so che questo è un ramo dell’amore. Cannabis, marijuana, come vuoi chiamarla, è tutta una questione di amore e di unire le persone”.

Correlato: Snoop Dogg: nuova collaborazione con Dr. Dre

Snoop ha anche detto al New York Times di aver avviato la sua compagnia di cannabis per cercare di chiudere il Black Wealth Gap. “Ecco perché sto cercando di essere uno di quegli esempi, di qualcuno che crea tutto da solo, possiede tutto da solo e ha un marchio abbastanza forte da competere con Levi’s, Miller e Kraft e tutti questi altri marchi che sono stati in giro da centinaia di anni. Questo è ciò che voglio che sia il marchio Snoop Dogg”, ha detto.

I 10 musicisti più ricchi del mondo di Forbes nel 2022

Le storie di origine dei nome d’arte dei rapper

I 10 musicisti più ricchi del mondo di Forbes nel 2022

I 20 rapper più ricchi del mondo

I 10 youtuber più ricchi del mondo

Quanto ha guadagnato Snoop Dogg dal Super Bowl Halftime Show 2022?

Quanto ha guadagnato Snoop Dogg dal Super Bowl Halftime Show 2022?