Roger Waters risponde alla critica di una sua fan ucraina

Roger Waters ha detto che Putin non è l'unico "gangster" ricordando i bombardamenti illegali in Libia e Serbia della NATO sotto Bush e Clinton

Roger Waters

Il membro fondatore dei Pink Floyd ed ex bassista Roger Waters ha trascorso l’ultimo decennio denigrando lo stato ebraico

Roger Waters arriverà a Nashville il 13 agosto, per quelli che non hanno dimestichezza con il mondo del rock and roll, Roger Waters è stato un membro fondatore dei Pink Floyd, una band molto popolare degli anni ’70 e ’80. Roger Waters è anche il tuo antisemita, a Waters piace affermare di essere un convinto sostenitore dei diritti umani e si oppone all’occupazione israeliana e alle politiche del governo israeliano. Ma questo è tutt’altro che vero.

In passato, Waters ha mostrato un enorme maiale gonfiabile che scendeva dalle travi e decorato con la stella di David, e segni di dollaro con immagini di svastiche naziste proiettate su schermi di sfondo. Questa è roba brutta. Roger Waters ha incoraggiato altri importanti artisti musicali a rifiutarsi di esibirsi in Israele. Ad esempio, ha cercato di convincere i Rolling Stones e i Radiohead a cancellare le esibizioni in Israele. Il membro fondatore dei Pink Floyd ed ex bassista Roger Waters ha trascorso l’ultimo decennio denigrando lo stato ebraico. Definito antisemita dalla Lega anti-diffamazione, Waters paragona gli ebrei ai collaboratori nazisti e afferma che Israele è un “regime di apartheid razzista” che pratica la “pulizia etnica”.

Il musicista britannico Roger Waters ha definito criminale l'”invasione” dell’Ucraina da parte di Vladimir Putin e ha criticato i leader occidentali per aver abbandonato la diplomazia e aver distribuito armi agli ucraini

Il testo, pubblicato sui social network dell’ex membro dei Pink Floyd, era una risposta comprensiva a una lettera inviata da un fan ucraino, che descrive la routine di bombardamenti ed evacuazioni in un paese in subbuglio. Alina Mitrofanova, 19 anni, ha chiesto una presa di posizione pubblica al bassista, noto per il suo impegno contro i leader autocratici di tutto il mondo. “Impossibile costruire un muro in questa situazione ed essere isolati dal problema”, ha provocato la giovane, riferendosi a uno degli album di maggior successo dei Pink Floyd. Alla fine della lettera, ha ripetuto l’appello: “Racconta al mondo la tua posizione!”.

Waters, tuttavia, ha detto che il leader russo non è l’unico “gangster” in politica e ha ricordato i bombardamenti illegali in Libia e Serbia, effettuati, secondo il musicista, dalla NATO, agli ordini degli ex presidenti degli Stati Uniti George Bush e Bill Clinton.

“Ero disgustato dai gangster Bush e Blair quando hanno invaso l’Iraq nel 2003, ero e sono ancora disgustato dal governo gangster dell’invasione israeliana della Palestina nel 1967 e dalla sua successiva occupazione da parte dell’apartheid di quella terra che è durata più di cinquant’anni”, ha risposto Roger.

Pink Floyd e la politica

Waters aveva già commentato il conflitto il 4 marzo, quando ha chiesto un “cessate il fuoco in nome dell’umanità”. In un appello pacifista, anche il chitarrista dei Pink Floyd David Gilmour aveva usato i social media per chiedere la fine della guerra. Allo stesso modo, l’ex batterista della band Nick Mason ha cancellato gli spettacoli che avrebbe dovuto suonare in Russia come parte del tour europeo con Saucerful of Secrets di Nick Mason. A differenza dei suoi ex compagni di band, contrari alle polemiche legate alla politica, Waters ha adottato per decenni un discorso critico rivolto ai potenti. In tournée in Brasile nel 2018, il bassista ha persino ricevuto fischi dal pubblico conservatore quando ha mostrato l’hashtag #elenão sul grande schermo di uno spettacolo all’Allianz Parque, a San Paolo. Minacciato di arresto per presunta violazione della legislazione elettorale, ha nuovamente manifestato in un concerto a Curitiba.

Sotto la minaccia di arresto, Roger Waters parla di nuovo contro Bolsonaro a Curitiba

Ora, in risposta all’ucraino, ha difeso che la responsabilità dell’escalation militare in Ucraina dovrebbe essere condivisa con altri leader oltre a Putin. “Stai certo che se tutti i nostri leader non esitano alla retorica e non si impegnano in negoziati diplomatici, dell’Ucraina rimarrà ben poco quando i combattimenti saranno finiti”, ha scritto.

Leggi per intero la lettera di Alina Mitrofanova:

Ciao!

Mi chiamo Alina Mitrofanova, ho 19 anni e vivo in Ucraina. Oggi il mio paese sta resistendo all’invasione russa e alla vera guerra iniziata dal presidente russo e guidata dall’esercito russo. Sono una grande fan dei Pink Floyd e di Roger Waters, e sarebbe davvero importante per me ascoltare l’opinione di Roger su tutta questa situazione. Può non sembrare così urgente e critico, perché questa guerra può essere considerata solo il “nostro problema”, ma purtroppo diventa presto una catastrofe per l’intera Europa e per il mondo. La guerra è iniziata 11 giorni fa e ogni giorno sentiamo sirene che segnalano le bombe sganciate dagli occupanti russi. L’aggressione russa distrugge il MIO Paese, uccide centinaia di adulti e bambini innocenti nel MIO Paese, e non posso spiegare quanti ucraini siano costretti a lasciare le loro case e fuggire da questa follia. Le città dell’Ucraina orientale vengono distrutte dall’esercito russo, centinaia di migliaia di persone vengono evacuate e diventano profughi e il loro numero aumenta di minuto in minuto. Soffro, come molti altri ucraini, perché fa così male vedere come il MIO Paese diventi un obiettivo militare per la Russia e il suo folle leader, convinto che ci siano dei “neo-nazisti”, che hanno bisogno di essere uccisi. È assolutamente falso, perché vivo qui e posso dire al 200% che lì non ci sono persone così! Chiedo a Roger di parlare pubblicamente di questa guerra, perché ancora non riesco a capire come una persona che ha scritto una quantità significativa di testi contro la guerra non abbia ancora parlato di tragedia. Inoltre, capisco perfettamente che il punto di vista di Roger potrebbe essere diverso, ma chiedo che condivida la sua opinione su questa guerra. È meglio che tacere, perché in questa situazione il silenzio è uno dei peggiori nemici: è impossibile costruire un muro in questa situazione ed essere isolati da questo problema. Sono sicura al 95% che questa lettera non verrà consegnata direttamente a Roger e sarebbe un miracolo se avessi una risposta. Tuttavia, un uomo che parla dei rischi della catastrofe nucleare e dell’insensatezza della guerra non può rimanere in silenzio in questa situazione. Dì al mondo la sua posizione!

Cordiali saluti dall’Ucraina,

Alina Mitrofanova

Waters ha risposto in una lettera aperta che ha condiviso su Facebook:

“Ho letto la tua lettera, sento il tuo dolore, sono disgustato dall’invasione dell’Ucraina da parte di Putin, secondo me è un errore criminale, l’atto di un gangster, ci deve essere un cessate il fuoco immediato”, ha scritto il 78enne. “Mi dispiace che i governi occidentali stiano alimentando il fuoco che distruggerà il vostro bel Paese riversando armi in Ucraina, invece di impegnarsi nella diplomazia che sarà necessaria per fermare il massacro. State tranquilli se tutti i nostri leader non rifiutano la retorica e non si impegnano in negoziati diplomatici, quando i combattimenti saranno finiti sarà rimasto ben poco dell’Ucraina”.

Waters, che ha criticato i leader mondiali del passato e del presente, ha affermato di sostenere Mitrofanova e la sua famiglia “con tutto il mio cuore” e ha promesso di “fare tutto il possibile per contribuire alla fine di questa terribile guerra”. Ha aggiunto: “Farò tutto ciò che è in mio potere per aiutare a riportare la pace a te, alla tua famiglia e al tuo bellissimo paese”.

Correlati: 

I Pink Floyd di ‘A Momentary Lapse of Reason’ facevano musica per l’era post-umana

Dark Side of the moon Strumentazione OnAir dell’iconico album dei Pink Floyd

David Gilmour invia un tweet ai soldati russi

Accadde oggi: Il 1 marzo 1973 viene pubblicato Dark Side Of The Moon

Syd Barrett e l’arte

The Lyrics of Syd Barrett