Rob Halford ricorda di essersi dichiarato gay su MTV

Il frontman dei Judas Priest ha rivelato la sua sessualità durante un'intervista

Rob Halford dei Judas Priest
Rob Halford dei Judas Priest

Il frontman dei Judas Priest ha rivelato la sua sessualità durante un’intervista del 1998 con MTV, e ha detto che il momento “bello” era totalmente non pianificato.

Ha detto a Hattie Collins di Apple Music: “Era una di quelle cose in cui sono a MTV a New York, sto parlando di un progetto su cui stavo lavorando chiamato Two, con me e John 5, il fantastico chitarrista. Stavo facendo il giro di New York City e sono finito a MTV a parlare di questo progetto. E nel corso casuale della conversazione, stavamo parlando della musica in generale, della direzione e dei sentimenti. “E ho detto qualcosa del tipo: ‘Beh, parlando da gay, bla, bla, bla, bla, bla.’ E poi ho sentito gli appunti del produttore rimbalzare sul pavimento. Era una di quelle assunzioni gay taglienti, “Oh mio Dio, è uscito. E così è stato. Quindi è stato molto semplice. Penso che se avessi… lo dico ancora oggi, se ci avessi davvero pensato, come oggi è il giorno in cui uscirò, forse non lo farei nemmeno… forse non sarei uscito di per sé , perché è ancora un grande momento per molti di noi, con un caro amico, con qualcuno a scuola, con mamma e papà, con chiunque, per dire davvero: ‘Ehi, sono un ragazzo gay o sono un gay ragazza.’ È solo un grosso, grosso problema. È solo un momento glorioso e glorioso.”

Rob Halford dei Judas Priest
Rob Halford dei Judas Priest

Ha aggiunto: “Quindi ero lì, e ho fatto l’intervista, e poi sono tornato in hotel, sono tornato nella mia stanza e vado bene, ecco, ora lo sanno tutti. E poi, ovviamente, è arrivata sui telegiornali e basta. Quindi wow, era solo questa enorme sensazione di libertà, e la pressione era svanita, e non puoi più parlare alle tue spalle perché hai tutte queste munizioni di potere come persona gay ora, come persona gay dichiarata. Niente può farti del male perché è così. Non puoi lanciare insulti, non puoi lanciare voci, non puoi dire nulla di negativo su di me perché sono quello che sono. Quindi questo è il mio meraviglioso ricordo del mio grande giorno di coming out”.

Nella stessa intervista, Halford ha anche parlato del bilancio emotivo di nascondere la sua sessualità durante gli anni della formazione di Judas Priest negli anni ’70.

“Come ragazzo giovane in una fiorente band heavy metal, è stato difficile perché ero in quel posto dove molti di noi proteggevano tutti gli altri”, ha detto.

“Ho pensato ‘Oh, è meglio che non esca perché sconvolgerà mia madre e mio padre. Non farei meglio a fare coming out perché sconvolgerà i miei amici, non farei meglio a uscire perché sconvolgerà le mie band, i miei fan e la casa discografica. Avevo tutto questo sulle mie spalle in quei momenti di Priest in cui stavamo facendo progressi, in particolare in America. È stato difficile sai, sono tornato nella mia stanza e ho acceso la TV e basta. Non potevo andare nei club, non potevo andare nei bar perché mi veniva suggerito: ‘Non farlo, perché i paparazzi potrebbero prenderti e dovremo fare la storia di copertina’ e tutte queste allusioni. Mentalmente, oltre ad essere l’uomo gay nell’armadio, avevo tutti questi pezzi extra accatastati nella mia vita in quel momento.”

Ad aprile, Halford ha anche esortato i fan dei Judas Priest a farsi vaccinare contro il coronavirus.