Testimonianza ex Craig Wright dà svolta al processo sui Bitcoin da un miliardo di dollari

La ex moglie di Craig Wright, Lynn Wright, ha testimoniato al processo sui bitcoin ed ha rivelato una serie di informazioni interessanti...

353
Testimonianza ex Craig Wright dà svolta al processo sui Bitcoin da un miliardo di dollari
Testimonianza ex Craig Wright dà svolta al processo sui Bitcoin da un miliardo di dollari

Il 30 giugno, è stato programmato un processo sui Bitcoin con giuria per la famigerata causa Kleiman v. Wright per il 13 ottobre

Ora un recente deposito dei querelanti rileva che quando l’ex moglie di Craig Wright, Lynn Wright, ha recentemente testimoniato, ha rivelato una serie di informazioni interessanti.

Gli avvocati che rappresentano la tenuta di Kleiman affermano che la sua testimonianza mette in discussione il “famigerato “Tulip Trust” e che non si trattava di un “”trust cieco” come precedentemente affermato”.

La moglie di Craig Wright, Ramona Watts, ha testimoniato la sua comprensione del funzionamento delle chiavi private dei bitcoin.

Oltre alla testimonianza di Watts, la corte ha anche ascoltato l’ex moglie di Craig Wright che ha affermato di possedere una frazione della società W&K Info Defense Research.La società W&K Info Defense Research è la società discutibile che Wright e Dave Kleiman avrebbero fondato anni fa.

La testimonianza ex Craig Wright dà svolta al processo sui Bitcoin da un miliardo di dollari:

L’ex moglie di Wright afferma che sei anni fa, il suo interesse per W&K è stato inoltrato a Craig Wright R&D. La società Craig Wright R&D è stata rinominata “Tulip Trust” e Lynn Wright ha apparentemente raccolto una piccola quota di partecipazione in questa società nell’ottobre 2021.

Secondo un documento presentato da Andrew Brenner di Boies Schiller Flexner LLP e Velvel (Devin) Freedman di Roche Cyrulnik Freedman LLP, la testimonianza è contro il Tulip Trust.

Correlato: Causa della Florida potrebbe smascherare Satoshi Nakamoto, il misterioso padre di Bitcoin da oltre 60 miliardi di dollari

“A quanto pare, e non sorprendentemente data la storia di questo caso, l’azione giudiziaria statale della signora Wright rivela che tutto ciò che la mozione del dottor Wright per il giudizio sommario ha detto sulla presunta proprietà della signora Wright di W&K era una bugia”, hanno scritto gli avvocati del querelante.

“Se si deve credere alle sue affermazioni giurate in quell’azione giudiziaria statale, la signora Wright, per sua stessa ammissione, non aveva alcun interesse di proprietà in W&K al momento in cui è stata intentata questo processo sui bitcoin (o al momento della sua deposizione in questo caso, o al momento in cui è stata depositata la mozione di Wright per il giudizio sommario),” ha aggiunto l’avvocato.

Gli avvocati di Kleiman hanno anche affermato che la signora Wright ha giurato di “trasferire il 100% del suo interesse trasferibile in W&K a Craig Wright R&S” nel dicembre 2012. Nella sua testimonianza, gli avvocati informano che la signora Wright ha anche affermato che Craig Wright R&S ha cambiato la sua nome al “Tulip Trust”. Il 10 luglio 2020, la signora Wright ha affermato che parte del presunto interesse di proprietà le era stato trasferito con “l’interesse dell’1%”.

Correlato: Chi è il misterioso Satoshi Nakamoto?

La proprietà di Kleiman afferma che non esiste alcuna documentazione che indichi un trasferimento e “nessuna spiegazione da parte della signora Wright sul motivo per cui il Tulip Trust ha improvvisamente deciso di trasferire a lei il suo interesse dichiarato in W&K nelle ultime settimane e dopo che Wright si era mosso per un giudizio sommario”. 

L’avvocato Andrew Brenner ha inoltre affermato:

I querelanti hanno molto altro da dire incluso su questo problema, come il recente deposito della sig.ra Wright sembra essere l’ennesimo schema del Dr. Wright per frodare i querelanti e questa corte.

Il deposito presentato martedì è una risposta alla mossa di Wright per un giudizio sommario depositato dal suo avvocato l’8 maggio.

Il processo sui bitcoin riguarda la legittima proprietà dei bitcoin che sarebbero detenuti nel “Tulip Trust“. Sebbene un gran numero di esperti di blockchain ritenga che la fiducia sia inesistente, si presume che ci sia circa 1 milione di BTC nella fiducia. La proprietà di Kleiman cerca beni che superano di gran lunga i 5,1 miliardi di dollari secondo la causa originale presentata nel 2018.