Pop Smoke
Pop Smoke

Scrivere di Pop Smoke mi commuove e addolora sempre tantissimo, era un ragazzo che ha saputo evadere da un futuro criminale, aiutando anche i suoi coetanei e le nuove generazioni a desiderare un mondo migliore.

Bashar Barakah Jackson nato a Brooklyn, New York  il 20 luglio 1999, tragicamente morto il 19 febbraio 2020. Sua mamma, Audrey Jackson, è panamense,  suo padre, Greg Jackson giamaicano. Aveva un fratello maggiore, Obasi. Jackson ha frequentato nove scuole diverse mentre cresceva a Canarsie, Brooklyn. Da bambino suonava la batteria africana nella sua chiesa locale. Jackson è stato espulso dalla terza media per aver portato una pistola a scuola e per questo trascorse due anni agli arresti domiciliari.

Pop Smoke
Pop Smoke

Jackson ha iniziato a giocare a basket come point and shooting guard. Si è trasferito a Philadelphia per iscriversi alla Rocktop Academy. Costretto ad andarsene dopo che gli venne diagnosticato un soffio al cuore. Jackson in seguito si dedicò alla vita di strada. Conosciuto come Pop Smoke, era un rapper brillante, cantante e cantautore americano. Era considerato da molti il ​​volto della Drill di Brooklyn. Pop Smoke ha iniziato la sua carriera musicale alla fine del 2018 dopo aver pubblicato il suo singolo di debutto intitolato “Mpr (Panic Part 3 Remix)”. Ha spesso collaborato con artisti drill e produttori britannici, che hanno utilizzato una strumentazione più minimale e aggressiva rispetto ai drill artist di Chicago. Pop Smoke è diventato famoso con l’uscita dei suoi singoli di successo “Welcome to the Party” e “Dior” nel 2019.

50 Cent è stato il produttore esecutivo del suo album di debutto postumo in studio, Shoot for the Stars, Aim for the Moon, pubblicato il 3 luglio 2020. L’album ha debuttato al numero uno della Billboard 200 e tutte le 19 tracce dell’album sono state inserite nella classifica. la Billboard Hot 100. L’album ha anche generato una serie di singoli nella top-10 internazionale, tra cui “For the Night” e “What You Know Bout Love”.

Dalla colonna sonora a BOOGIE di Eddie Huang, con la partecipazione postuma di Pop Smoke nei panni di Monk. È stata pubblicata una nuova canzone del defunto e rimpianto genio rapper Pop Smoke. Il giovanissimo rapper era una delle promesse del rap. “AP” appare nel debutto alla regia di Eddie Huang BOOGIE, che vede Pop nel suo primo ruolo da attore. Il film vede Pop che interpreta Monk, il rivale di basket del personaggio principale Alfred “Boogie” Chin (interpretato da Taylor Takahashi).

BOOGIE è stato girato prima della morte del rapper nel febbraio 2020.

L’album postumo di Pop Smoke Shoot for the Stars Aim for the Moon è uscito la scorsa estate, seguito da un’edizione speciale ampliata.

Ascolta “AP” di seguito 

Notevole esponente all’estero dell’ Hip Pop Drill nel Regno Unito, la popolarità di Pop Smoke a New York è stata tale che le sue canzoni sono state riprodotte più di alcune hit numero uno di Billboard per tutto il 2019. Pop Smoke ha conquistato col suo rap drill New York rap e ha dato alla città quel tipo di star già pronta e potenzialmente determinante che non vedeva da anni, la sua morte ha lasciato a tutti immenso dolore per la perdita prematura di un grande artista ed un grande uomo, sensibile ed altruista.

L’etica del lavoro di Pop Smoke è stata ampiamente elogiata dai suoi colleghi dell’industria musicale. Il produttore esecutivo del suo album postumo 50 Cent ha rivelato che Smoke scriveva sempre quello che pensava. A causa del forte desiderio di Smoke di lasciare il suo vecchio stile di vita, ha motivato i giovani del suo quartiere ad allontanarsi dalle strade. Il produttore Rico Beats ha spiegato che fu Pop Smoke ha iniziato a “dire ai bambini, non seguire la strada delle gang”, esortandoli ad “essere una persona migliore”.  Pochi mesi dopo la sua morte, la sua famiglia ha annunciato la creazione di Shoot for the Stars, una fondazione lanciata da Pop Smoke che mira ad aiutare e ispirare i giovani del centro città con una piattaforma che aiuta a raggiungere obiettivi tra vivere e crescere in circostanze difficili. Dopo la sua morte, diversi murales di lui furono creati a Canarsie.

In un’intervista a Genius, ha affermato che il suo nome da artista di Pop Smoke è una combinazione di Poppa, un nome datogli dalla nonna panamense, e Smocco Guwop, un soprannome di amici d’infanzia. Ha iniziato la sua carriera musicale nel 2018 visitando uno studio di registrazione di Brooklyn con il collega rapper Jay Gwuapo. Dopo che Gwuapo si è sballato con la droga, si è addormentato, Pop Smoke è entrato in cabina per provare a rappare per la prima volta, solo per vedere se poteva farlo. Ha usato una battuta ha ottenuto da 808Melo ‘s YouTube del canale e registrato il suo brano dal titolo ‘Mpr (Panic Parte 3 Remix)’.  Il 28 gennaio 2019, ha pubblicato “Flexin'”.  Nel frattempo, Pop Smoke fece amicizia con il produttore Rico Beats, che conosceva il dirigente discografico Steven Victor.

I tre hanno organizzato un’intervista e nell’aprile 2019 e Pop Smoke ha firmato un contratto con Victor Victor Worldwide, una sussidiaria di Universal Music. Nell’aprile 2019, Pop Smoke ha pubblicato il suo singolo di successo , “Welcome to the Party”, prodotto da 808Melo. In seguito furono registrati due remix della canzone, uno con Nicki Minaj e l’altro con Skepta.  Pop Smoke ha pubblicato il suo mixtape di debutto Meet the Woo il 26 luglio 2019. Da ottobre a dicembre 2019, Pop Smoke avrebbe rilasciato una pletora di singoli, tra cui “War” con Lil Tjay, e “100k su un coupé” con Calboy.

Il 27 dicembre 2019, Pop Smoke appare su Travis Scott ‘s Wild West Records compilation JackBoys sulla canzone “Gatti” con la quale ha raggiunto il numero 69 della Billboard Hot 100 degli Stati Uniti, dando a Pop Smoke la sua prima apparizione in Hot 100.

Il 16 gennaio 2020, Pop Smoke ha pubblicato “Christopher Walking”.  Il 7 febbraio 2020, Pop Smoke pubblica il suo secondo mixtape Meet the Woo 2, con le caratteristiche di Quavo, A Boogie wit da Hoodie,Fivio Foreign e Lil Tjay.

Il mixtape ha debuttato al numero sette della Billboard 200 degli Stati Uniti, Per Pop Smoke fu il suo primo successo nella top-10 negli Stati Uniti. Cinque giorni dopo la sua uscita, fu rilasciata un’edizione deluxe con tre nuove canzoni, ciascuna con un’apparizione come ospite, composta da Nav, Gunna e PnB Rock.  Pop Smoke ha stuzzicato sui social media il suo tour di concerti di debutto da headliner Meet the Woo Tour per promuovere entrambi i suoi mixtape. Il tour avrebbe dovuto iniziare negli Stati Uniti a marzo 2020 e terminare nel Regno Unito ad aprile.

Morte
Il 19 febbraio 2020, Pop Smoke viveva in una casa di proprietà della star di The Real Housewives Teddi Mellencamp e di suo marito, Edwin Arroyave, a Hollywood Hills, in California. Intorno alle 4:30 del mattino, quattro uomini incappucciati fecero irruzione uno indossava un passamontagna e portava una pistola. La polizia è arrivata a casa sei minuti dopo e ha trovato Pop Smoke con più ferite da arma da fuoco.  Fu portato d’urgenza al Cedars-Sinai Medical Center, dove i medici hanno eseguito una toracotomia sul lato sinistro del torace.

Poche ore dopo, è stato dichiarato morto all’età di vent’anni. Gli investigatori credono che la casa fosse un obiettivo di una serie di rapine avvenute in case affittate da musicisti. La polizia di Los Angeles in seguito ha creduto che la sua morte fosse la conseguenza di una rapina in casa andata male.  Il giorno prima del suo omicidio, Pop Smoke e l’amico Mike Dee avevano pubblicato diverse immagini sui social media, inclusa una in cui l’indirizzo di casa di Mellencamp può essere visto sullo sfondo.  Il rapper ha anche pubblicato una storia su Instagram e Facebook di regali che aveva ricevuto. Uno mostrava l’indirizzo completo della casa sulla confezione, indicando la sua posizione.

Il corpo di Pop Smoke era originariamente previsto per essere seppellito al Cypress Hills Cemetery, ma in seguito fu cambiato in Green-Wood Cemetery.  Famiglia, amici e fan di Pop Smoke si sono riuniti nella sua città natale di Canarsie, Brooklyn, per mostrare i loro rispetti.  La sua bara fu tirata in una carrozza trainata da cavalli ed era circondata da finestre di vetro e tende bianche.  Il 9 luglio 2020, tre uomini adulti e due minori furono arrestati per l’omicidio del rapper.  I sospetti assassini di Pop Smoke sono stati identificati come Corey Walker, 19 anni; Keandre D. Rodgers, 18 anni; Jaquan Murphy, 21 anni, e due giovani senza nome che avevano 15 e 17 anni al momento dell’omicidio.

Nel maggio 2021, sono emersi nuovi dettagli che Pop Smoke stava facendo una doccia in durante la rapina, quando i sei uomini mascherati sono entrati attraverso un balcone al secondo piano. La donna che all’epoca stava con Pop Smoke in casa aveva una pistola puntata alla testa.  Uno degli intrusi minacciò di ucciderla: “Chiudi quella cazzo di bocca. Vuoi morire?”  La donna ha sentito Pop Smoke lottare sotto la doccia e poi lo ha sentito urlare. Pop Smoke corse fuori dal bagno e poi la donna sentì un forte scoppio e sentì Pop Smoke cadere a terra. Altri due intrusi iniziarono a prenderlo a calci.  Pop Smoke riuscì ad alzarsi e correre di sotto, ma non prima che la donna lo sentisse farsi sparare altre due volte.  Ha seguito Pop Smoke per vederlo a terra e urla a Michael Durodola di chiamare il 911. I criminali hanno rubato un orologio d’oro e altri gioielli di Pop Smoke prima di scappare.

Tributo ai Rapper (anche italiani) morti giovani

Nel maggio 2020, il quindicenne, il più giovane dei quattro intrusi, avrebbe ammesso di aver ucciso Pop Smoke per un Rolex tempestato di diamanti durante un’intervista registrata con un compagno di cella in un centro di detenzione minorile. Il quindicenne ha detto al compagno di cella che Pop Smoke all’inizio li ha assecondati, ma poi ha cercato di combatterli ed è scoppiato uno scontro in cui Pop Smoke è stato colpito con la pistola e colpito al petto tre volte con una Beretta M9.  Gli intrusi presumibilmente volevano l’orologio d’oro di Pop Smoke, ma se ne andarono solo con uno dei sui Rolex, che vendettero per soli $ 2.000.

I genitori di Pop Smoke, Audrey e Greg Jackson, hanno condiviso i ricordi del figlio prima di dire come la violenza armata lo abbia portato via da loro.

“Il 19 febbraio, alle 4:00, una pistola è stata usata per portarmi via mio figlio. Lo conosci come Pop Smoke, lo chiamavamo “Shar”. A causa della violenza delle armi, non vedrò mai mio figlio correre davanti ai nostri gradini, facendoli due alla volta; non mi prenderà mai più le mani e ballerà con me; lui non verrà più nella mia stanza e a posare i muscoli allo specchio. La violenza armata distrugge le famiglie. Deve finire.”

-  Audrey Jackson durante una pubblicità per “La violenza armata distrugge le famiglie”

Promesse del Rap che abbiamo perso nel 2020

https://amigdalacarandini.altervista.org/le-caratteristiche-dei-sottogeneri-dellhip-pop/








https://amigdalacarandini.altervista.org/le-caratteristiche-dei-sottogeneri-dellhip-pop/








Pop-Smoke


Le Caratteristiche dei sottogeneri dell’Hip Pop