Guarda John Paul Jones dei Led Zeppelin suonare “When the Levee Breaks” con 17 a distanza musicisti

John Paul Jones appare in un nuovo video musicale di Playing for Change, eseguendo "When the Levee Breaks" dei Led Zeppelin insieme a 17 musicisti da tutto il mondo

John Paul Jones dei Led Zeppelin
John Paul Jones dei Led Zeppelin

John Paul Jones appare in un nuovo video musicale di Playing for Change, eseguendo “When the Levee Breaks” dei Led Zeppelin insieme a 17 musicisti da tutto il mondo. Ogni artista ha registrato le proprie parti a distanza.

Il video del musicista dei Led Zeppelin presenta anche le apparizioni dei chitarristi Derek Trucks e Buffalo Nichols, del batterista Stephen Perkins, dell’armonicista Ben Lee, della cantante Susan Tedeschi, della cantante Elle Marja Eira, del chitarrista slide Keith Secola e del cantante Mihirangi.

Puoi guardare la clip qui sotto

Tutti i proventi della canzone andranno a varie organizzazioni ambientaliste e sforzi filantropici, tra cui Conservation International, American Rivers, WWF, Reverb e la Playing for Change Foundation. “Guardare ‘When the Levee Breaks’ attraverso l’obiettivo di produrre una canzone per sensibilizzare le principali organizzazioni ambientaliste è stato davvero un appello per la giustizia climatica”, ha detto il co-produttore Sebastian Robertson, figlio di Robbie Robertson della band, in una dichiarazione (tramite Rolling Stone). “Le chitarre lamentose, l’armonica e la voce tutte in armonia per Madre Terra.”

Potrebbe interessarti: Fatti folli dei Led Zeppelin

“È una grande causa e mi è piaciuto molto quello che stanno facendo Sebastian e il team”, ha detto Jones a Rolling Stone. “I video sono tutti così ben messi insieme ed è una gioia guardarli.”

“When the Levee Breaks” fu pubblicato dai Led Zeppelin nel 1971 nel quarto album della band, ma la canzone fu scritta nel 1929 e registrata da Kansas Joe McCoy e Memphis Minnie. Era basato su una catastrofe della vita reale, il grande diluvio del Mississippi del 1927, che uccise centinaia di persone e ne costrinse altre migliaia. “Sembra che poco sia cambiato dal 1927 o addirittura dal 2005 con l’uragano Katrina”, ha osservato Jones. “È ancora una traccia davvero potente, sia musicalmente che dal punto di vista dei testi”.

Jones ha registrato la sua parte di basso per la nuova registrazione ai Royal Botanic Gardens in Inghilterra, con il resto dei musicisti del video che hanno contribuito con brani dalle rispettive località in tutto il mondo.

“È sempre interessante ascoltare cosa fanno gli altri musicisti con un pezzo”, ha detto Jones. “Ovviamente non avevo idea di come sarebbero state le altre parti mentre registravamo da remoto, quindi è stato un vero brivido quando finalmente ho potuto vedere e ascoltare tutti questi musicisti incredibilmente talentuosi nel video finito”.