La piccola chiesa si trova alla periferia di Kutna Hora ed è piena dei resti mortali di oltre 40.000 persone. Le origini della “Bone Church”, come è comunemente nota, sono interessanti quasi quanto la serie di ossa.




Nel 1278, un abate di nome Henry fece un pellegrinaggio al luogo di sepoltura di Gesù e portò indietro una piccola quantità di terra.

Cosparse terra sul cimitero di Sedlec, rendendolo terreno sacro. All’improvviso, era il luogo più popolare in cui essere sepolto.




Quando il cimitero si esaurì, i corpi precedentemente sepolti furono dissotterrati, a partire dal 1511, per fare spazio ai morti più recenti.

ReOssario di Sedlec, Repubblica Cecacom

Fu solo nel 1870 che le ossa scavate furono utilizzate. Fu allora che un intagliatore locale, František Rint, fu impiegato per disporre l’enorme quantità di ossa in modo attraente.

Rint ha dimostrato di essere un vero artista, creando la più incredibile bone art che il mondo abbia mai visto. Uno stemma sul muro raffigura un corvo che becca un teschio, il lampadario in osso mozzafiato usa ogni osso del corpo umano almeno una volta, e le pareti e il soffitto sono adornati con fili di ossa e teschi sbarazzini.





La cappella è una chiesa cristiana, non un culto o uno spazio rituale satanico come spesso si dice. Le ossa esposte sono state semplicemente rimosse dal terreno per consentire a più cristiani di essere seppelliti su suolo sacro. L’ossario risultante è forse il più bello della Terra.