Quella di Natalie Wood è stata una delle morti inspiegabili più famigerate nella storia di Hollywood. Ecco perché è assolutamente bizzarro che poco più di quattro anni dopo, un’altra bellissima attrice abbia incontrato un destino stranamente simile.



Durante il fine settimana del Ringraziamento del 1981, Natalie Wood (a sinistra) era su uno yacht al largo della California con suo marito (l’attore Robert Wagner), il suo co-protagonista Christopher Walken e il capitano della barca. Secondo il New York Times, è stata trovata morta in acqua il 29 novembre, il che era strano dato che una volta aveva notoriamente detto che aveva paura dell’oceano.




Il capitano della barca ha giurato di aver visto un “combattimento esplosivo alimentato dall’alcool” tra Wood e Wagner la notte prima che fosse trovata. Nonostante questo, e le contusioni sul corpo di Wood, la sua morte è stata giudicata accidentale. Aveva 43 anni.



Nel gennaio 1985, anche Carol Wayne era in vacanza con gli amici e il suo ragazzo, Edward Durston, sulla costa pacifica del Messico. TV Party dice che all’epoca c’era una battuta secondo cui Wayne non sarebbe mai potuta annegare a causa del suo grande petto. Ma è stata comunque trovata morta nell’oceano. Come Wood, aveva paura dell’acqua e non sapeva nuotare.

È stato riferito che l’ultima volta che Wayne è stato visto vivo, lei e Durston stavano litigando. I sospetti sono stati sollevati, ma anche la morte di Wayne è stata giudicata accidentale. Aveva 42 anni.