Morto Maradona, una vita tra il mito e la vergogna

Maradona muore oggi per un infarto. Nel 2019 trapelarono foto di Maradona durante delle orge quando era a Cuba con delle minorenni di 15 anni

La leggenda del calcio argentino Diego Maradona è morto di infarto oggi 25 novembre, nel giorno contro la violenza di genere e delle donne, all’età di 60 anni. Morto Maradona, una vita tra il mito e la vergogna

“La Federcalcio argentina, attraverso il suo presidente Claudio Tapia, esprime il suo più profondo dolore per la morte del nostro mito, Diego Armando Maradona. Sarai sempre nei nostri cuori”, ha twittato.



Considerato uno dei più grandi giocatori nella storia del gioco, Maradona è diventato un nome familiare dopo aver ispirato il suo paese alla gloria della Coppa del Mondo nel 1986. Ha preso il centro della scena al torneo con una performance memorabile contro l’Inghilterra, dove ha segnato un gol iconico che in seguito ha descritto come la “Mano di Dio”.

Il presidente argentino Alberto Fernandez ha annunciato tre giorni di lutto nazionale per la scomparsa della superstar e ha pubblicato un tributo a Maradona su Twitter. “Ci hai portato in cima al mondo. Ci hai fatto sentire incredibilmente felici. Sei stato il più grande di tutti. Grazie per essere esistito”.

La vita fuori dal campo




Maradona ha giocato anche per i principali club europei come Barcellona e Napoli in una carriera scintillante che è stata anche segnata da numerose polemiche. Mentre le sue esibizioni in campo erano stupefacenti, Maradona ha affrontato diversi demoni. Durante il periodo in Italia, è entrato in contatto con la camorra – la mafia napoletana – e ha lottato contro la dipendenza.

Ha fallito un test antidroga nel 1991 e ha ricevuto un divieto di 15 mesi dal gioco. All’inizio di questo mese, Maradona era stato operato con successo per un ematoma subdurale, più comunemente noto come coagulo di sangue nel cervello.




Pelé, un’altra leggenda del gioco, ha twittato: “Ho perso un grande amico e il mondo ha perso una leggenda. C’è ancora molto da dire, ma per ora, possa Dio dare forza ai suoi familiari. Un giorno, spero, giocheremo insieme a calcio in paradiso”.

Gli attaccanti del Paris Saint-Germain e della Francia Kylian Mbappe hanno cambiato la foto su Twitter con una di Maradona e hanno twittato: “Rimarrai per sempre nella storia del calcio. Grazie per tutto il piacere che hai dato al mondo intero”. Anche il Barcellona, ​​uno degli ex club di Maradona, ha twittato: “Grazie di tutto, Diego”.

Pedofilo Maradona, filtrano le foto con minori a Cuba.




Il 13 aprile 2019 sono trapelate foto esplosive di Maradona durante delle orge quando era a Cuba con delle minorenni di 15 anni. Le immagini vengono alla luce nel bel mezzo dello scandalo sui tre bambini che l’ex calciatore poi riconoscerà, secondo il suo avvocato Matías Morla.
Pedofila Maradona, filtra le foto con minorenni

Il materiale è stato pubblicato da Nexofin. Nelle immagini si vede l’ex attaccante vestito a malapena con un boxer, con un sex toy sporgente  abbracciare due donne ragazzine nude.




La notizia ha generato scompiglio nella famiglia della star del calcio, soprattutto a Dalma Maradona, sua sorella Giannina e sua madre Claudia Villafañe. 




Fonte https://www.ahoranoticias.com.uy/2019/03/pedofilo-maradona-filtran-fotos-con-menores-en-cuba/