Avaran e l’elefante – Morti Bizzarre

Eleazar Avaran ( morto nel 162 a.C.) portò a termine un atto eroico in battaglia, solo perché finì in un fatale momento. 

118

Avaran e l’elefante . Eleazar era il fratello minore di Giuda Maccabeo, leader della Rivolta dei Maccabei del 167-160 a.C. contro l’Impero Seleucide. La rivolta fu causata da decreti del re seleucide, Antioco IV, che vietavano le pratiche religiose ebraiche e ordinava invece il culto di Zeus.

Il padre di Eleazar e Giuda scatenò una ribellione uccidendo un ebreo ellenizzato che si sacrificò agli idoli greci. Quindi fuggì nel deserto con i suoi cinque figli e iniziò una campagna di guerriglia.

Dopo la sua morte, suo figlio Giuda prese il controllo della rivolta e nel 164 a.C.. Entrò a Gerusalemme e restaurò il culto ebraico nel suo tempio. ( un evento commemorato nella festa di Hanukkah.)







La marcia per incontrare i Seleucidi

La fine di Eleazar Avaran arrivò nella battaglia di Beth Zaccaria nel 162 aC. Avvenne due anni dopo che suo fratello maggiore Giuda Maccabeo sconfisse i signori seleucidi della Giudea ed entrò a Gerusalemme.

Tuttavia, la conquista di Gerusalemme fu incompleta, poiché una guarnigione seleucide mantenne il controllo di una fortezza all’interno della città, di fronte al Monte del Tempio.




Giuda assediò quella fortezza, ma un esercito seleucide di 50.000 uomini, accompagnato da 30 elefanti da guerra, marciò in suo soccorso. Giuda revocò l’assedio e marciò alla testa di 20.000 uomini per intercettare i Seleucidi.

Evitando le tattiche di guerriglia che gli avevano fatto vincere vittorie e che lo avevano servito bene fino ad allora, Giuda Maccabeo formò i suoi uomini per incontrare i Seleucidi in una battaglia formale. Fu un errore, poiché le forze di Giuda non si dimostrarono all’altezza della falange di fanteria pesante seleucide, della cavalleria professionale e degli elefanti da guerra corazzati.




Questi ultimi erano particolarmente terrificanti, e i difensori ebrei iniziarono a farsi prendere dal panico e ad irrompere per paura dei pachidermi.

Eleazar Avaran cercò di incoraggiare i suoi compagni dimostrando la vulnerabilità degli elefanti. Così caricò il più grande elefante che riuscì a trovare, ci passò sotto e conficcò la sua lancia nel suo ventre senza armatura, uccidendo la bestia.

Non riuscì ad assaporare a lungo il suo successo, tuttavia, perché l’elefante morente crollò su Eleazar e lo schiacciò a morte. I suoi compagni non si precipitarono ad emularlo e la coraggiosa dimostrazione non fu sufficiente a impedire che l’esercito ebraico si irrompesse subito dopo.




Avaran e l’elefante

Sorox Home

Notizie dal mondo