Memento Mori, il genere più inquietante della storia dell’arte

Mangia, bevi e sii felice se devi, suggeriscono gli oggetti, perché la morte è dietro l'angolo. I dipinti, disegni e le sculture Memento [...]

Memento mori, in latino “Ricorda che devi morire”, è un genere che attinge al carattere malinconico del libro biblico dell’Ecclesiaste. Mangia, bevi e sii felice se devi, suggeriscono gli oggetti, perché la morte è dietro l’angolo. I dipinti, i disegni e le sculture Memento mori possono variare da rappresentazioni smussate di teschi, cibo in decomposizione e oggetti rotti a esempi più sottili il cui simbolismo è facile da perdere.

Artisti vari come Albrecht Dürer, Rembrandt e Damien Hirst hanno lavorato nel genere. Questi oggetti hanno avuto il loro periodo di massimo splendore nel XVI secolo, quando hanno trovato un pubblico entusiasta tra i ricchi collezionisti europei.

Finis gloriae mundi. Juan de Valdés Leal, 1672

Finis gloriae mundi. Juan de Valdés Leal, 1672
Finis gloriae mundi. Juan de Valdés Leal, 1672

La morte non risparmia nessuno, non il più potente, non il più saggio tra noi, non il più sano e adatto.

Vanitas, Pieter Claesz, 1630

Vanitas, Pieter Claesz, 1630
Vanitas, Pieter Claesz, 1630

Metropolitan Museum of Art, New York. Maestro IAM di Zwolle, Memento Mori (fine XV secolo)

Memento Mori
Metropolitan Museum of Art, New York. Maestro IAM di Zwolle, Memento Mori (fine XV secolo)

Simbolismi del Memento Mori

Il teschio, la candela spenta o il silenzio degli strumenti musicali, in quanto simboli di morte;
La clessidra o l’orologio, come simboli del trascorrere del tempo;
Le bolle di sapone, di solito rappresentate con un putto o un adolescente che le crea soffiando da una specie di cannuccia, simbolo sia della transitorietà della vita sia della transitorietà dei beni terreni;
Un fiore spezzato, come un tulipano o una rosa, simbolo della vita che come quel fiore prima o poi appassirà. Anche nel famoso Canestra di frutta di Caravaggio la mela bacata, oltre che indice di crudo realismo, sta ad indicare la caducità.
Dipinti o manoscritti, simboli dei piaceri vani dell’uomo.







Canestra di frutta di Caravaggio

Canestra di frutta di Caravaggio
Canestra di frutta di Caravaggio

Et in Arcadia ego

Et-in-Arcadia-ego di Francesco Barbieri 1966
Et-in-Arcadia-ego di Francesco Barbieri 1966

Natura morta con teschio, Philippe de Champaigne, 1671

Self-Portrait with Death Playing the Fiddle, Arnold Böcklin, 1872
Autoritratto con la morte che suona, Arnold Böcklin, 1872

Natura morta con teschio, Philippe de Champaigne, 1671

Natura morta con teschio, Philippe de Champaigne, 1671
Natura morta con teschio, Philippe de Champaigne, 1671

Bolle di Sapone, Jean Siméon Chardin, 1733

Bolle di Sapone, Jean Siméon Chardin, probably 1733
Bolle di Sapone, Jean Siméon Chardin, 1733