Il Cimitero delle Suore nel convento delle Clarisse nel Castello Aragonese

In questo cimitero delle suore nel convento delle Clarisse le suore defunte venivano poste su sedie di pietra per decomporsi, mentre le suore sopravvissute pregavano vicino ai corpi senza vita. 

280

Ogni giorno, le suore ancora in vita visitavano le sedie della morte per pregare e meditare sulla morte e sull’effimera vita terrena. Trascorrendo diverse ore in un luogo così malsano, le suore spesso contraevano gravi malattie, che in alcuni casi erano mortali. Il Cimitero delle Suore nel convento delle Clarisse nel Castello Aragonese

I bombardamenti colpirono il Castello Aragonese durante le guerre napoleoniche.

Fu abbandonato poco dopo, prima di diventare brevemente una prigione fino al 1860. I sedili in pietra del Cimitero delle Clarisse possono ancora essere visitati durante l’esplorazione del Castello Aragonese.

Il castello Aragonese in Italia. Sorge a picco sul mare ad un’altezza di 113 metri e copre una superficie di 56.000 metri quadrati.

Questo è uno dei castelli più apprezzati d’Italia, situato in una zona pittoresca, su un’isola in mezzo al mare. Anche se sei arrivato sull’isola, devi comunque raggiungere il castello: una mulattiera conduce qui, che si snoda tra le rocce fino alla fortezza.




Per i turisti pigri, c’è un ascensore costruito negli anni ’70. Il pozzo dell’ascensore è scavato direttamente nella roccia, la sua altezza è di 60 metri.

La cittadella del castello aragonese partecipò a molte vicende militari e assedi, e dall’inizio dell’800 fu a lungo in rovina. Solo all’inizio del XX secolo sono stati effettuati lavori di restauro, che continuano ancora oggi. Passo dopo passo, questo bellissimo castello è in fase di restauro, attirando turisti da tutto il mondo.

Il Cimitero delle Suore nel convento delle Clarisse nel Castello Aragonese
Il Cimitero delle Suore nel convento delle Clarisse nel Castello Aragonese

Il Cimitero delle Suore

Wikipedia




Luoghi Abbandonati: Il Cimitero delle Suore nel convento delle Clarisse