Lorde: il nuovo album

I fan di Lorde aspettavano il nuovo album da un po’ di tempo – sono passati poco meno di quattro anni da quando l’artista neozelandese ha pubblicato il suo secondo album “Melodrama”.

Sebbene la cantante abbia confermato che sta lavorando al seguito, è stato difficile prevedere quando potrebbe arrivare.

Quando uscirà il nuovo album dei Lorde?

Anche se Lorde deve ancora confermare una data di uscita per il suo terzo disco ancora senza titolo, i fan sperano che arrivi al più tardi prima dell’inizio di giugno del prossimo anno.

Hanno una buona ragione: l’artista neozelandese è stata annunciata come headliner alla Primavera 2022, e fan accaniti hanno notato il sito web del festival stuzzicare la prospettiva di un album prima di allora.

“Lorde… uscirà dal suo ritiro con il suo terzo album dopo la sua indimenticabile visita nel 2018”, si legge. 

La stessa Lorde ha mantenuto le cose sul vago – l’anno scorso, la pandemia di coronavirus in corso ha reso ancora più difficile del solito stabilire una data di rilascio approssimativa. “Sto dicendo alla gente che qualcosa sta prendendo forma”, ha detto in modo criptico.

“Più che ‘prendere forma’ – qualcosa è; c’è una cosa. Ma, sai, mi prendo davvero il mio tempo e mi piace conoscere l’intero universo, l’intero universo cinematografico per quello che sto facendo, quindi sono in quel processo in questo momento. Non so quanto altro voglio dire. È un anno così eccitante in termini di conoscenza del tempismo, ma immagino che con me, come artista in generale, nessuno sappia mai quando sta per succedere qualcosa… “

Qual è il titolo dell’album?

Lorde ha rivelato che l’ispirazione per il titolo dell’album le è venuta durante un viaggio in Antartide nel 2019: “In realtà ho deciso il nome dell’album proprio in quel viaggio”, ha detto, “Appena tornata da quel viaggio ho pensato: ‘Questo deve essere il titolo di un mio album.”

Ora sarebbe un buon momento per scommettere su “Penguin”, “South Pole” o “Help (I’m Really Bloody Cold)”. Per ora, lo chiameremo LP3.

Lorde ha detto ai fan che il suo terzo album era in programma dal giugno 2019.

Verso la fine del 2019, il lavoro sull’album è stato interrotto mentre Lorde aggiornava i fan. In un’altra newsletter, ha spiegato che si stava prendendo una pausa dopo la morte del suo cane, Pearl.

“Chiedo pazienza, mentre arriva il 2020 e inizi a chiederti dove sarà il prossimo disco”, ha continuato. “Ho perso il mio ragazzo e ho bisogno di un po’ di tempo per vedere di nuovo il bene, per finire di fare questo per te. Non sarà lo stesso lavoro – come chiunque abbia sentito la perdita può capire, c’è una porta che si apre attraverso la quale passi, e tutto è diverso dall’altra parte. Ma quando questa grande perdita si cristallizza dentro di me e il mio petto si ricostruisce attorno ad essa, spero di poter finire, e condividerlo con te, e cresceremo tutti insieme, come facciamo sempre”.

Un anno dopo, Lorde ha detto ai fan che il lavoro sull’LP3 è ripreso dopo un mese di pausa. “Ho iniziato a tornare in studio a dicembre, solo per fare qualcosa, e con mia sorpresa, sono venute fuori cose buone”, ha scritto in una newsletter a sorpresa nel maggio 2020. “Cose allegre e giocose. Ho sentito i miei muscoli melodici flettersi e rafforzarsi.”

Il principale collaboratore di ‘Melodrama’ è ancora Jack Antonoff, con lavori in corso sia ad Auckland che a Los Angeles prima della pandemia. “Jack è venuto a lavorare nello studio di Auckland, e io sono andata a Los Angeles”, ha scritto Lorde in una newsletter.

“E ‘fluito. Una cosa ha iniziato a prendere forma. E poi, ovviamente, il mondo si è spento”, ha aggiunto. “Stiamo ancora lavorando — Jack e io abbiamo passato più di un’ora su FaceTime questa mattina per esaminare tutto. Ma ci vorrà un po’ di più.”

Malay ha anche lavorato con Lorde in qualche modo, dicendo a Reverb l’anno scorso: “Mi ha coinvolto molto nel nuovo progetto Lorde.”  Il produttore americano, meglio conosciuto per il suo lavoro con Frank Ocean in ‘Blonde’, ha prodotto tre tracce su il suo ultimo album ‘Melodrama’ dopo averla incontrata in ritardo nel processo.

Questa volta, ha detto, “In realtà siamo partiti da zero insieme, il che è davvero unico e divertente. Ma come ho detto, è un’altra di quelle, come un Frank Ocean, in cui ha una visione folle e non ha intenzione di scendere a compromessi. Ecco perché ho detto che potrebbe volerci un po’ di tempo, soprattutto a causa della pandemia, e lei è in Nuova Zelanda”.

Nel 2018, Lorde ha raccontato ai fan delle sue esplorazioni creative in una newsletter e ha accennato ai suoi primi pensieri sul suono dell’album tre. “Non ho ancora iniziato il prossimo disco, e non sono sicura di quanto tempo ci vorrà”, ha scritto, “Ma ho imparato a suonare il piano, e qua e là vengono fuori piccoli pezzi. Penso che questo prossimo probabilmente nascerà intorno al pianoforte a casa mia, io e i miei amici, mantenendo le cose semplici… Ma sappi che per ora sono felice qui a casa, vivendo tranquillamente e semplicemente, mangiando pane tostato, facendo passeggiate, nuoto. E ne saprai tutto abbastanza presto.” 
Il viaggio in Antartide nel febbraio 2019 ha segnato indelebilmente Lorde:

“L’Antartide ha agito davvero come grande detergente per tavolozza bianca, una sorta di atrio celeste che ho dovuto attraversare per iniziare a fare la prossima cosa”, ha scritto in una newsletter confermando il libro.

“Nell’aereo che scendeva a terra, ho avuto questo pensiero fulmineo molto intenso, che in tutta la sua eloquenza era letteralmente: ‘NON FARE RECORD DI MERDA’”.

Negli ultimi mesi Lorde ha anche rilanciato @onionringsworldwide, il suo account Instagram dove recensisce gli anelli di cipolla . Un segno di cose a venire o un indicatore che ha più tempo a disposizione perché ha finito l’album? Solo il tempo lo dirà.

Il tour on è stato ancora annunciato, ma Lorde ha promesso il suo primo spettacolo dal vivo in due anni.