Johnny Thunders, all’anagrafe John Anthony Genzale, Jr. (New York, 15 luglio 1952 – New Orleans, 23 aprile 1991), è stato un brillante autore, cantante, chitarrista e paroliere americano di origine italiana.
Fu scoperto da Malcolm Robert Andrew McLaren (22 gennaio 1946 – 8 aprile 2010) è stato un impresario inglese, artista visivo, performer, musicista, designer di abiti e proprietario di una famosa boutique, noto per aver combinato queste attività in modo inventivo e provocatorio. Era meglio conosciuto come promotore e manager delle band New York Dolls e Sex Pistols.






Walter Lure ricorda bene quella notte In cui si incontrarono: “Malcolm McLaren e Sophie Richmond, il suo secondo in comando, ci vennero a prendere all’aeroporto con la limousine”, dice l’allora chitarrista dei The Heartbreakers, ricordando gli eventi del 1° dicembre 1976. “Gli occhi di Malcolm roteavano.  Diceva: “Oh mio Dio, questo folle programma televisivo è appena andato in onda e già  le notizie stanno impazzendo!”

The New York Dolls - johnny Thunders
The New York Dolls – johnny Thunders
Thunders fu una delle figure più influenti del rock anni settanta
Oltre a fungere da anello di congiunzione tra il rock decadente di gruppi come Velvet Underground e Stooges e il glam-rock di Marc Bolan e David Bowie, Thunders con i New York Dolls, il primo gruppo proto punk,  prima e gli Heartbreakers poi contribuì alla nascita del movimento punk aggiornando la figura del rocker ribelle, disperato e solitario tipica della cultura romantica statunitense.

Johnny Thunders
Johnny Thunders



Guadagnatosi una vera e propria reputazione di “eroe maledetto del rock” a causa degli eccessi con alcol e soprattutto droghe (eroina), la sua figura viene spesso paragonata a quella di Keith Richards nella “mitologia rock”.



Room 37: La misteriosa morte di Johnny Thunders

La notte del 22 aprile 1991, Johnny Thunders fece il check-in alla St. Peter Guest House, a St. Peter e Burgundy St., a New Orleans. L’impiegato di turno riferì ai giornalisti che Thunders “sudava” e sembrava “bianco come una geisha”. 

Il metadone e la cocaina erano presenti nella stanza 37, debitamente registrati dal medico legale, ma secondo il tour manager di Thunders, Mick Webster, l’autopsia non mostrò alcuna traccia di metadone nel suo sistema. Webster afferma anche che la stanza sembrava “distrutta” come se fosse avvenuto un violento alterco, e che i soldi e il passaporto di Thunders fossero scomparsi. Webster criticò il NOPD per essersi rifiutato di indagare ulteriormente.

Willy DeVille, un musicista residente a New Orleans, ha affermato che un membro dello staff della Guest House gli disse che Thunders andò in strada in un club chiamato Pound Sterling, dove avrebbe incontrato due spacciatori che gli avevano dato LSD.

L’ipotesi di DeVille è che Thunders abbia preso il metadone per cercare di eliminare l’LSD, ma troppo. DeVille, che ha aiutato a ripulire la stanza di Thunders alla Guest House, dice di aver trovato due scatole di metadone tra le cose di Thunders, “abbastanza per uccidere l’intero quartiere francese”.

Dee Dee Ramone, che aveva suonato con Thunders in un’altra band contemporaneamente, affermò che il chitarrista svedese Stevie Klasson, che stava mettendo insieme una band con  Thunders al momento della sua morte, lo chiamò il giorno dopo che i Thunders furono trovati morti, dicendo che I tuoni erano stati uccisi da uomini che lo avevano derubato per la sua scorta di metadone.

Nolan sopravvisse a Thunders solo di pochi mesi, morì nel gennaio 1992 per complicazioni di meningite che provocò un ictus.

Il batterista originario dei New York Dolls, Billy Murcia, era morto nel 1972 dopo un’overdose a una festa e fu messo in una vasca da bagno, dove morì asfissiato. Arthur “Killer” Kane, il bassista dei New York Dolls, morì nel 2004 di leucemia.

Tuttavia, la sorella di Thunders conferma che la sua autopsia trovò prove di leucemia avanzata. Thunders sapeva della sua leucemia, ma non l’aveva detto quasi a nessuno. Il suo ex compagno di band Jerry Nolan (batterista dei New York Dolls) disse che cercò di far andare Thunders da un medico per cure, ma che Thunders aveva una fobia medica rifiutandosi di andare in ospedale.










Walter Lure of The Heartbreakers gives an incredible, in depth interview. Conducted by Joe Whyte.