La Wicca: cos’è, origini e rituali

La Wicca era originariamente utilizzata per distinguere la tradizione iniziatica della stregoneria praticata come religione ma le popolari...

La Wicca è una tradizione di stregoneria pagana. Oggi, il nome Wicca è spesso applicato all’intero sistema di credenze e pratiche che compongono lo spettro della stregoneria pagana contemporanea. Tuttavia, sebbene Wicca e Witchcraft siano spesso usati in modo intercambiabile, è importante notare che ci sono anche tradizioni di stregoneria pagane che non sono Wiccan.

La Wicca era originariamente utilizzata per distinguere la tradizione iniziatica della stregoneria praticata come religione, ma le popolari serie televisive americane hanno adottato la parola per includere quella che un tempo sarebbe stata chiamata magia naturale o stregoneria bianca.

Quando le persone si definiscono come Wiccan, però, generalmente intendono che stanno praticando una forma di stregoneria religiosa. Le immagini dei media spesso mostrano le Wiccan come donne adolescenti, ma in realtà è questa disciplina viene praticata indistintamente da uomini e donne di tutte le età.

Origini della Wicca

La stregoneria religiosa non è semplicemente un sistema di magia, ma è una religione misterica pagana che venera il Divino nella natura.

Le sue origini si trovano nelle tradizioni religiose precristiane, nel folklore, nella stregoneria popolare e nella magia rituale, ma la maggior parte delle streghe trae ispirazione dal ‘Libro delle ombre‘, un libro di rituali e incantesimi compilato da una delle figure principali della Wicca, Gerald Brosseau Gardner (1884-1964).

Gerald Gardner affermò di essere stato iniziato nel 1939 in una congrega di streghe che si incontrò nella New Forest nell’Hampshire e i suoi due libri più famosi Witchcraft Today (1954) e Il significato della stregoneria (1959) produssero un enorme aumento di interesse, ispirando un movimento che si è diffuso in tutto il mondo.

La divinità per i wiccan

La Wicca onora il Divino nelle forme della Triplice Dea, i cui aspetti di Vergine, Madre e Donna Saggia o Anziana sono associati alle fasi crescente, piena e calante della Luna e come Dio Cornuto.

I nomi principali con cui è conosciuto il Dio sono Cernunnos o Herne, entrambi significano “Cornuto“. L’enfasi posta su Dea e Dio differisce tra gruppi, tradizioni e località, ma la maggior parte dei Wiccan crede che per la totalità l’immagine del Divino debba essere sia femminile che maschile.

Struttura

Non ci sono autorità centrali nella Wicca. Alcune streghe sono streghe soliste. Altri appartengono a congreghe – gruppi di persone che la pensano allo stesso modo che si incontrano per adorare gli dei e per fare magie.

Alcune congreghe fanno parte di tradizioni iniziatiche in cui persone più esperte agiscono come insegnanti per i nuovi arrivati. Altre sono formati da gruppi di amici che vogliono incontrarsi e imparare insieme.

Il numero classico di persone in una congrega è tredici, ma molte congreghe sono più piccole. Alcuni sono gruppi di sesso misto; altre sono composte da streghe (uomini o donne) dello stesso sesso.

Riti e celebrazioni

Le principali feste della Wicca vengono chiamate sabba.

I sabba si tengono otto volte durante l’anno e segnano i cambiamenti nelle stagioni. Le feste sono il solstizio d’inverno o di Natale il 20/21 dicembre, il giorno più corto, il solstizio d’estate o la mezza estate il 21/22 giugno, il giorno più lungo, e gli equinozi di primavera e d’autunno (20/21 marzo e 20/21 settembre) quando il le ore di buio e di luce sono uguali.

Gli altri quattro festival sono Imbolc, il 1/2 febbraio; Beltane o la vigilia di maggio il 30 aprile / 1 maggio; Lughnasadh noto anche con il nome anglosassone di Lammas o Loaf Mass, 1/2 agosto, e Samhain, noto anche come All Hallow’s Eve, 31 ottobre / 1 novembre.

Le streghe onorano le loro divinità anche durante riti mensili noti come esbats, che si tengono durante la luna piena, quando si pensa che la mente sia più potente per la magia.




I Sabbat iniziano al tramonto e terminano al tramonto del giorno successivo e la maggior parte dei riti si svolgono di notte, illuminati in modo suggestivo da candele se al chiuso o dalla luna, falò e lanterne se all’aperto.

Per i rituali al chiuso, alcune streghe hanno nelle loro case stanze riservate come templi, che usano esclusivamente per i riti. Altre usano il loro normale spazio vitale.

I riti si svolgono in uno spazio consacrato, il cerchio, e anche se c’è un tempio, lo spazio del cerchio viene creato di nuovo per ogni rito. Lo spazio viene prima spazzato con un manico di scopa o una scopa per purificarlo e poi benedetto con i quattro elementi: aria, fuoco, acqua e terra.

Il cerchio viene quindi sigillato simbolicamente disegnando un cerchio attorno ad esso nell’aria con una bacchetta di legno o un coltello dal manico nero noto come athame. Le quattro direzioni – est, sud, ovest e nord – vengono quindi rispettate.

All’interno dello spazio sacro, la Dea e il Dio vengono invocati e la magia viene eseguita. I rituali di solito terminano con la benedizione di un calice di vino e dolci che vengono condivisi tra i partecipanti.

Stella a cinque punte, punta verso l'alto, costruita con sabbia e petali di rosa con una candela al centroUn pentagramma usato per un incantesimo ©

Come molte religioni pagane, la Wicca pratica la magia.

Le streghe credono che la mente umana abbia il potere di effettuare il cambiamento in modi che non sono ancora stati compresi dalla scienza. Nei loro rituali, oltre a onorare le loro divinità, le streghe eseguono anche incantesimi per la guarigione e per aiutare le persone con problemi di vita generali.

La magia viene praticata secondo un codice etico che insegna che la magia può essere eseguita solo per aiutare le persone quando non danneggia gli altri.

Le streghe credono che le energie che creano possano influenzare ciò che ci accade: la magia negativa rimbalza sul perpetuo ma ingrandita. Questo processo è spesso noto come “triplice legge”.

Altri importanti insegnamenti etici sono che le persone dovrebbero sforzarsi di vivere in armonia con gli altri, con se stesse e con il pianeta nel suo insieme. Le questioni ambientali sono importanti per i Wiccan.

Dopo la morte

La Wicca predica la reincarnazione. Dopo la morte, lo spirito rinasce e incontrerà di nuovo coloro con i quali aveva avuto stretti legami personali nelle vite precedenti.

Lo scopo della reincarnazione non è sfuggire alla vita sulla Terra, ma godere di sperimentarla ancora e ancora fino a quando tutto ciò che può essere appreso è stato assorbito. Quando lo spirito cessa di reincarnarsi, rimane in un regno beato noto come “La terra della giovinezza” o “Summerland“.

Wicca e altre spiritualità pagane contemporanee

Le idee ed i riti Wiccan sono stati ripresi dal movimento di spiritualità della Dea. Fanno appello sia alle donne che agli uomini che hanno rifiutato le religioni dominate dagli uomini e che preferiscono venerare il Divino in forma femminile come Dea.

Ci sono molte somiglianze tra Wicca e Druidismo. Entrambi sottolineano l’importanza di sviluppare stretti legami con la Natura e i loro riti spesso si svolgono all’aperto. Entrambi sottolineano anche l’importanza della tutela della Terra e dell’ambientalismo.

Alcune distinzioni sono che il Druidismo è più puramente celtico della Wicca, c’è meno enfasi sulla magia nel Druidismo che incoraggia più attivamente lo sviluppo della musica e della poesia come percorsi di crescita spirituale.