LA TUA MUSICA SUONERÀ MEGLIO A 432Hz?

91

gli HERTZ

E’ un termine moderno coniato nel 1930. In precedenza era denominato “Cicli al secondo”. La prima volta che “Cicli al secondo” poteva essere misurato con precisione fu nel 1834, quando furono inventati due strumenti: la (rinnovata) ruota di Savart di Félix Savart e il tonometro di Johann Scheibler. Inoltre, la misurazione dei secondi è iniziata solo alla fine del XVI secolo.

Gli antichi tibetani, Pitagora e chiunque prima del 1834 non avrebbero potuto accordare intenzionalmente il loro strumento per misurare i 432 Hz poiché questa scala di frequenza semplicemente non esisteva al momento.

LA TUA MUSICA SUONERÀ MEGLIO CON LA = 432HZ

L’estetica musicale è una cosa flessibile. I musicisti non sono obbligati a usare 440 Hz come loro frequenze di base, e molte orchestre in tutto il mondo usano tonalità diverse a seconda della musica che stanno per suonare.

È generalmente concordato che la musica barocca debba essere suonata a circa LA 415Hz, epoche classiche e romantiche antiche a circa 425 Hz e repertorio successivo a 440 Hz e oltre. L’accordatura su tonalità diverse ha effetti sottili sul timbro degli strumenti acustici, ma non fa differenza per i suoni generati elettronicamente.

432 Hz sembra essere solo un altro numero senza alcun significato speciale sugli altri. Sintonizzare la musica su una frequenza specifica non sbloccherà i poteri cosmici né la renderà migliore o peggiore.

Detto questo, non esiste alcuna regola o legge che imponga ai musicisti di attenersi alla sintonizzazione standard di LA = 440Hz.

Il battito del cuore della Terra è meglio conosciuto come risonanza di Schumann e prende il nome dal fisico Winfried Otto Schumann, che lo documentò matematicamente nel 1952.

432hz
432hz

La risonanza di Schumann è una risonanza elettromagnetica globale, che ha origine nelle scariche elettriche di fulmini all’interno della cavità esistente tra la superficie terrestre e la ionosfera.

Questa cavità risuona con onde elettromagnetiche nelle frequenze estremamente basse di circa 7,86Hz – 8Hz.

Le onde di pensiero “ordinarie” create dal cervello umano vanno da 14 Hz a 40 Hz. Questo intervallo include solo alcuni tipi di dendriti appartenenti alle cellule cerebrali, prevalentemente all’interno dell’emisfero sinistro (il più razionale) del cervello, che è il centro dell’attività.

Se i due emisferi del nostro cervello sono sincronizzati tra loro a 8 Hz, funzionano in modo più armonioso e con un flusso massimo di informazioni.

In altre parole, la frequenza di 8 Hz sembra essere la chiave per il pieno e sovrano potenziale di attivazione del nostro cervello. 8 Hz è anche la frequenza della doppia elica nella replicazione del DNA. La melatonina e la pinolina lavorano sul DNA, inducendo un segnale a 8Hz per consentire la metosi e la replicazione del DNA.

Una forma di superconduttività della temperatura corporea è evidente in questo processo.

1 – 2,5 Hz 1 – 70 Hz 7,83 Hz 5,964 Hz 90 – 110 Hz
432hz
432hz
432hz
432hz