La scultura di “Nightmare” terrorizza la gente della Nuova Zelanda

"Quasi" dell'artista Ronnie Van Hout nella sua nuova casa in cima alla City Gallery Wellington.  Alcuni residenti sono spaventati dall'estremità estremamente grande e dai suoi lineamenti simili al viso che li guardano a bocca aperta.

67

Una scultura di 1.8 metri di una mano con una faccia accigliata è stata installata sul tetto di una galleria della Nuova Zelanda – orribili abitanti del luogo che dicono che l’enorme opera d’arte è roba da incubi. Il lavoro dell’artista australiano Ronnie van Hout, soprannominato “Quasi”, è stato issato lunedì in elicottero sul tetto della Wellington City Gallery, dove scruta il centro della città.

“Quasi” dell’artista Ronnie Van Hout nella sua nuova casa in cima alla City Gallery Wellington.  Alcuni residenti sono spaventati dall’estremità estremamente grande e dai suoi lineamenti simili al viso che li guardano a bocca aperta. Il locale Calliope Ryder ha detto a Newshub che la scultura sembra “un incubo love craftiano che ha preso vita”, riferendosi allo scrittore di horror HP Lovecraft.

Ha aggiunto che la rende “profondamente a disagio e perplessa”. Su Twitter, i residenti sono stati ugualmente disturbati. “Cos’è questo nuovo orrore? Si prega di tornare al mittente, è inquietante “, ha twittato un residente di Wellington @adelespencil.

“Quasi è stato creato nel 2016 per abbellire il tetto della Christchurch Art Gallery in seguito al terremoto del 2011”, ha dichiarato la Wellington City Gallery in una nota. “Non più necessario, in questa stagione infesterà il tetto della City Gallery, presiedendo una piazza civica in gran parte abbandonata in seguito al nostro terremoto del 2016”.