La magia di Frida Bollani Magoni in concerto

microfono
microfono

Piano e voce. Il talento di Frida Bollani Magoni al centro de #leparolevalgono, il Festival della lingua italiana organizzato da Fondazione Treccani Cultura.

A Lecco per una due giorni focalizzati intorno al tema della libertà, intesa come facoltà di pensare, di operare, di scegliere.

Sedici anni, Frida Bollani Magoni in mezzo alla musica è cresciuta: figlia d’arte (suo papà è Stefano Bollani, la mamma Petra Magoni) e allieva di un grande maestro, Paolo Razzuoli, non vedente, che le ha insegnato a leggere gli spartiti, visto che anche lei è ipovedente.

«Vivo di musica. La musica è ciò che mi fa felice, è la mia vita», ci aveva raccontato in una recente intervista, e qui – in questo estratto dal concerto al teatro Cenacolo Francescano – lo dimostra. «Mi sono seduta spesso al piano con mio padre, ma non è stato il mio maestro, o meglio lo è stato per altre cose», le sue parole, «Da lui e da mia madre ho imparato osservandoli, andando ai loro concerti, assistendo ai soundcheck, viaggiando con loro. Il resto l’ho imparato sul campo».