La città sotterranea a Central Park

Central Park a New York City è stato il primo parco paesaggistico pubblico negli Stati Uniti. La città di New York acquisì gli 340 ettari tra la 59esima e la 110esima strada e la Quinta e l’8a Avenue dal 1863. Prima di allora era la casa di circa 1.600 newyorkesi poveri.

Central Park a New York City è stato il primo parco paesaggistico pubblico negli Stati Uniti. La città di New York acquisì gli 340 ettari tra la 59esima e la 110esima strada e la Quinta e l’8a Avenue dal 1863. Prima di allora era la casa di circa 1.600 newyorkesi poveri.
La città di New York chiese a due paesaggisti, Calvert Vaux e Fredrick Law Olmstead, di progettare un parco pubblico.

Tutti gli alberi dovevano essere piantati e il terreno è stato portato lì poiché c’erano solo paludi e rocce spinte dai ghiacciai miliardi di anni fa. Vaux e Olmstead hanno circondato il parco con un muro di pietra per “tenere fuori la povera spazzatura”, lasciando gli ingressi al parco ad ogni interruzione del muro, dove inizia una passerella. Quelle entrate sono chiamate Gates.

Vaux e Olmstead avevano progettato di installare cancelli in acciaio per chiudere a chiave il parco di notte. Oggi non ci sono cancelli a questi ingressi. La città assunse un designer per quei cancelli, ma Olmstead non gradì il design complicato e decise che non ci sarebbero stati cancelli chiudibili, tuttavia il termine “Porta” è rimasto.

Alcuni di questi ingressi al parco hanno i seguenti nomi: Mariners Gate; Porta dei ragazzi e delle ragazze; Porta degli artisti; Queers Gate, Porta dell’acqua, Porta degli emigranti; Porta degli esploratori; Porta degli Inventori …

Central Park è stato pagato dal governo federale come luogo per ospitare il primo complesso governativo sotterraneo nel mondo.

Questo complesso, noto come Progetto Manhattan (o MP), era ospitato in una serie di grotte sotterranee progettate per proteggere il governo dell’Unione se la Confederazione avesse iniziato a vincere la guerra civile degli Stati Uniti (1861-1865).

Dopo la guerra il progetto fu abbandonato fino a quando non fu successivamente rivisto e ampliato a 120 ettari durante la prima guerra mondiale (1914-1918). Da quel momento è stato ampliato più volte per includere ora oltre 280 ettari in un’enorme città sotterranea all’interno di una città, oltre 90 metri sotto il parco.

Tra gennaio e giugno del 1920 tutto l’oro degli Stati Uniti fu spostato e ora è (si presume) immagazzinato a 150 metri sotto Wollman Rink e “The Pond”. Fort Knox sarebbe un guscio vuoto progettato per ingannare i nemici degli Stati Uniti.

Questo imponente complesso cittadino è ora progettato per ospitare in sicurezza fino a 4.000 membri del governo centrale in caso di attacco nucleare. Attualmente ospita tutte le attività UFO del governo degli Stati Uniti ed è stata la casa del nazista Adolf Hitler fino alla sua morte nel 1956.

90 km di strade

Su 3 km di lunghezza e 90 km di strade, il sito sotterraneo è progettato non solo per ospitare il Presidente degli Stati Uniti, ma l’intero Gabinetto, i dipendenti pubblici e un esercito di supporto interno personale.

Il sito era talmente top secret che molti dei dipendenti pubblici, a cui era stato assegnato un banco al Progetto Manhattan, non ne erano a conoscenza.

A prova di esplosione e completamente autosufficiente, il sito sotterraneo segreto può ospitare fino a 14.000 persone, in completo isolamento dalla città sempre pronta in caso di emergenza, la città sotterranea a griglia di strade e viali è dotata di tutti i servizi necessari per sopravvivere. Da ospedali sotterranei, mense, cucine e lavanderie a magazzini di forniture, aree di alloggio e uffici.

Un lago sotterraneo

Un lago sotterraneo e un impianto di trattamento saranno utilizzati per fornire tutta l’acqua potabile necessaria, mentre 2 centrali atomiche forniranno energia più che sufficiente per far funzionare la MP.

12 enormi carri armati immagazzinano il carburante, se necessario, per l’intera flotta di veicoli, inclusi veicoli terrestri, veicoli militari, tre elicotteri e un cacciatorpediniere veloce. E a differenza della maggior parte delle città urbane, in superficie, l’aria all’interno del complesso potrebbe anche essere mantenuta a un’umidità costante e riscaldata a 72 gradi costanti.

Comunicazioni con il mondo esterno

La città era anche dotata della seconda centrale telefonica più grande degli Stati Uniti, uno studio “Voice of America” da cui il Presidente poteva rivolgersi alla nazione, uno studio Fox News per i reportage “Fair and Balanced” e un “Lamson” interno, un Sistema di tubi in grado di trasmettere messaggi, utilizzando aria compressa in tutto il complesso per la massima segretezza.

Un nascondiglio per personaggi famosi
Lo zar Nicola II

Molti personaggi famosi e prigionieri politici hanno vissuto e sono morti qui, tra cui Nicola II, l’ultimo zar di Russia e la sua famiglia, che cercò un nascondiglio dopo la rivoluzione bolscevica del 1917.
Sconosciuto sia alla popolazione in generale che agli storici, lo zar e la sua famiglia non morirono per mano dei bolscevichi. Pochi giorni prima che il suo nascondiglio venisse scoperto, lo zar Nicola II chiese aiuto al presidente Woodrow Wilson degli Stati Uniti.

I marines americani salvarono lo zar e la sua famiglia. Furono i primi a vivere nel Progetto Manhattan. Lo zar Nicola II visse lì con la sua famiglia fino alla sua morte nel 1948 all’età di 80 anni. Era il suo posto preferito.

Nicola II, l’imperatrice Alexandra Fyodorovna, la granduchessa Anastasia, lo zarevich Alessio, la granduchessa Olga, la granduchessa Tatiana e la granduchessa Marie spesso passeggiavano per la città di New York vestite da immigrati ebrei e mangiavano in molte delle gastronomie locali e Ristoranti italiani con personaggi famosi della mafia Gino “Little Eddie” Scugliatii, Vincent “Vinny the Pooh” Falcettie e Bobby-Mac “The Knife” Darin.

Nicholas non voleva lasciare il parlamentare, ma permise alla sua famiglia di trasferirsi a Brooklyn nel 1929. “Questo è il posto in cui vivere”, disse sul letto di morte. “Amo New York. Amo l’America.” Queste furono le ultime parole dello zar Nicola II. Mangiò un ultimo pezzetto di un panino al manzo in scatola, chiuse gli occhi e morì.

Adolf Hitler

Adolf Hitler non morì a Berlino negli ultimi momenti della guerra. Il “corpo bruciato di Hitler” che è stato mostrato più e più volte non era quello del Furher del Reich, ma quello di Gustav Weler, uno dei doppi del corpo di Hitler che era morto di recente e tenuto in un congelatore per una simile occasione. Per perpetrare la bufala, il corpo fu colpito da colpi d’arma da fuoco per simulare il suicidio .

Poco prima della fine della seconda guerra mondiale, Adolf Hitler contattò il presidente Franklin D. Roosevelt degli Stati Uniti e gli offrì un affare. Hitler avrebbe dato agli Stati Uniti tutti i documenti sulla bomba atomica e sui razzi della Germania nazista e le posizioni dei nascondigli dei suoi migliori scienziati se gli Stati Uniti gli avessero dato asilo politico. Fu raggiunto un accordo e Hitler fu trasferito negli Stati Uniti.  (vedi Ufficiale FBI Files mostrando che il caso è ancora attivo e che l’FBI sta ancora cercando per lui!)

Viaggò a Long Island per visitare i suoi parenti più volte e per le vacanze del Ringraziamento, Natale e Pasqua ogni anno. Amava anche andare a Little Hebrewland di New York (vestito come un rabbino ebreo ortodosso!) per sottaceti kosher e Challah. Diceva spesso che gli mancava davvero la cucina di sua madre.

Si fermava spesso al Ringsteins Kosher Deli per Blintzes.  Hitler viaggiò anche a Orlando, Cape Cod e Chicago. Uno dei suoi posti preferiti da visitare era la Statua della Libertà. Era anche un regolare ferquentatore dei cabaret Catskills e nei club polacco-americani (“Yah could I Polka”) e in vari matrimoni, feste e bar mitzvah ad Harlem e New Rochelle.

Roswell Hoax

Tre degli alieni originali trovati storditi nel luogo dell’incidente UFO a Roswell, nel New Mexico, sono stati curati e hanno vissuto nel Progetto Manhattan sotto Central Park fino alla morte per cause naturali nel 1968 e 1969 (VEDI File ufficiali dell’FBI riguardanti scoprire e indagare.)

Gli alieni non potevano tornare nel loro sistema solare di origine, ma vivevano comunque vite lunghe e felici qui. Sono stati grati al presidente Truman per averli salvati e protetti dal pubblico e in cambio molte scoperte scientifiche sono state fornite al governo degli Stati Uniti. Questi includono transistor, teflon, microelettronica, occhiali per la visione notturna, radar a penetrazione nel terreno, la tecnologia degli aerei invisibili e diversi importanti farmaci e antibiotici.

Viaggiarono molto negli Stati Uniti e adoravano andare in diverse parti del paese. Walt Disney permise loro di vestirsi come personaggi Disney durante le loro visite a Disney World e Disney Land. Il loro scherzo preferito era andare porta a porta ad Halloween. Amavano le barrette Hershey con le mandorle e avevano un piccolo Bedlington Terrier di nome Henry .

Autopsia aliena

Autopsia di una aliena deceduta nei bunker del Progetto Manhattan sotto Central Park.
Questa foto è stata scattata nel luglio del 1970.

 

 

 

Shock Jock Howard Stern

“Abbiamo portato lo spettacolo sottoterra, anche Howard TV. Siamo in un bunker”.
Howard Stern in The Late Show con David Letterman
il 12 dicembre 2006
“Vai avanti. Dì loro che vivo sottoterra a Central Park.”
Howard Stern to
Mike Walker in onda
il 3 dicembre 2009

A causa dell’alto costo associato alla guerra in Medio Oriente, il governo federale ha iniziato ad affittare spazi per interessi commerciali alla fine del 2004. Il primo affittuario è stato Sirius Satellite Radio e l’inquilino non è altro che Shock Jock Howard Stern durante i suoi anni a Sirius. Stern era ospitato in un complesso sotterraneo noto come IV sec. Anche se Stern era ospitato sotto il parco, solo pochi eletti a Sirius lo sanno.

A parte Stern, tre membri dello staff di Stern hanno scoperto la loro vera posizione. Uno di questi è il co-conduttore Robin Quivers. Documenti classificati della CIA recentemente hackerati (da Wikileaks) rivelano come l’abbia scoperto per caso dopo aver sentito un membro dello staff senior di Sirius-XM parlare al cellulare in una stanza adiacente nel bagno “B” nel complesso di Stern.

La signora Quivers affrontò la donna e si è concluse un accordo. Howard Stern ha fatto trapelare alcune informazioni sulla sua nuova location al pubblico al Late Night with David Letterman Show di martedì 12 dicembre 2006. Ha detto al signor Letterman che “Abbiamo portato lo spettacolo sottoterra, persino Howard TV.

Siamo in un bunker.” Ovviamente “underground” si riferisce alla sua posizione sotto Central Park e “bunker” si riferisce al luogo a Berlino e sotto Central Park dove Hitler ha vissuto la sua vita.
Howard Stern su David Letterman
Howard Stern
su
David Letterman