Warner Bros licenzia Grimes “Musk” dal film Dune

Grimes ha descritto la sua passione per Dunes, coltivata fin dall'infanzia, con il conseguente sogno di dirigere un film basato sull'opera di fantascienza

Dune
Dune

Grimes sognava di dirigere il film e rivela: “Warner ha interrotto i rapporti con me”. La cantante Grimes ha raccontato il suo sogno di dirigere Dune, spiegando perché la Warner Bros. ha scelto di porre fine ai rapporti con lei per promuovere il film Dune.

Grimes ha descritto la sua passione per Dunes, coltivata fin dall’infanzia, con il conseguente sogno di dirigere un film basato sull’opera di fantascienza. Inoltre, ha spiegato perché la Warner Bros. ha scelto di “licenziarla” come influencer per la promozione del film diretto da Denis Villeneuve.

In una nuova intervista a Vanity Fair, Grimes ha rivelato di aver avuto un secondo figlio con Elon Musk ma poi ha aperto anche una parentesi legata al mondo del cinema, parlando del suo amore per Dune di Frank Herbert. La cantautrice canadese ha affermato di aver sognato per anni di dirigere un adattamento cinematografico, unendosi così ad Alejandro Jodorowsky nella lista degli artisti che negli anni hanno sviluppato una propria visione di Dune sul grande schermo.

Correlato: Grimes ed Elon Musk si sono superati con il nome del bambino numero due

Grimes ha sempre avuto un grande amore per la fantascienza ed è noto il suo interesse per i viaggi nello spazio come soluzione alternativa ai problemi ecologici. Tornando al sogno di adattare Dune, Grimes ha affermato che nella sua versione avrebbe eliminato “gli elementi coloniali più problematici”. La cantante, però, si è detta entusiasta del lavoro svolto da Villeneuve. “Ho pianto per tutto il tempo guardando il film”, ha detto Grimes, spiegando che era commossa perché il personaggio di Paul (Timothée Chalamet) le ricordava suo figlio X: “Pensavo solo che X avrebbe dovuto affrontare tutta questa merda davvero incasinata che c’ è nel mondo”.

Correlato: Grimes condivide la nuova canzone ispirata al manga Shinigami Eyes

Infine, Grimes ha firmato con la Warner Bros. per aiutare a pubblicizzare il film in veste ufficiale, accettando di utilizzare il suo ampio seguito di social media per promuoverlo. “Ero fondamentalmente un influencer”, ha detto del suo ruolo. Tuttavia, secondo Grimes, nelle settimane precedenti l’uscita del film, la Warner Bros. ha deciso di recidere i legami con lei. Secondo la cantautrice, questa scelta dello studio di produzione sarebbe stata una conseguenza del suo essersi immortalata mentre leggeva il Manifesto del Partito Comunista, un chiaro tentativo di trollare il suo ex compagno miliardario. Sebbene sia rimasta ferita dalla decisione, Grimes dice che è stato il risultato dell’eccessiva cautela dello studio per evitare di suscitare indignazione su alcuni degli argomenti più controversi nel materiale originale. 

Potrebbe interessarti:

Ascolta il tema The Batman di Michael Giacchino

Le cattedrali inglesi nel cinema

Green screen e l’arte di filmare effetti pazzeschi

Spider Man: No Way Home diventa il terzo film di maggior incasso