Forgiare una Katana, richiede dedizione, abilità e concentrazione…

Forgiare una Katana, richiede dedizione, abilità e concentrazione...Come per ogni mestiere, la tecnica richiede tempo per perfezionarsi [...]

Forgiare una Katana, la spada del samurai giapponese, richiede dedizione, abilità e concentrazione, un processo lento e intenzionale.

Come per ogni vero mestiere, la tecnica richiede tempo per perfezionarsi e può essere tramandata attraverso generazioni. Utilizzate nel Medioevo, le spade hanno l’impugnatura, il pomello e il fodero previsti, ma la lama stessa è ciò che la rende speciale. È un singolo taglio e curvo con una lunghezza da punta a gambo di almeno 60cm. La cosa più impressionante è che le spade hanno un effetto ondulatorio che corre lungo la lunghezza della lama. Questo effetto, chiamato Hamon, è un sottoprodotto del processo autentico utilizzato per creare l’arma. La sua presenza significa che la spada rimarrà affilata e resistente, così potente da poter tagliare un uomo in due con un solo colpo.

Sono state sviluppate per la prima volta durante la conquista del Giappone da parte di Kubla Khan poiché i guerrieri avevano bisogno di una lama abbastanza affilata per perforare l’armatura ma anche abbastanza forte per la battaglia. Alla fine le spade si dimostrarono efficaci e aiutarono i giapponesi a resistere alla conquista.
Il processo di creazione di una katana è complesso e può richiedere giorni se eseguito correttamente. Un processo autentico inizia con un’autentica fornace conosciuta come Tatara, un tipo di altoforno in argilla. Il carbone e la sabbia ferrosa vengono bruciati per tre giorni e tre notti per rimuovere alcune delle loro impurità dal ferro e per fondere i due materiali insieme.
Mentre il risultato, chiamato Tamahagne, viene scomposto, analizzato e altrimenti separato in base alla qualità.

Una volta che i pezzi di Tamahagne vengono analizzati e ordinati, vengono martellati in fogli e i fogli migliori diventano la lama. A questo punto, la parte più noiosa del processo inizia quando alcuni dei migliori di questi fogli vengono riscaldati, fusi insieme e martellati ripetutamente. Questo appiattisce e raddrizza il blocco di acciaio, rimuove alcune delle impurità rimanenti.

Durante questo processo, vengono rilasciate ulteriori impurità, la spada viene rafforzata attraverso la creazione di migliaia di strati di acciaio e viene creata un’arma incredibilmente forte.

Una volta che un fabbricante di spada determina che una katana è pronta per essere forgiata, riscalda l’arma un’altra volta, crea un’incisione al centro e piega le due parti della lama verso l’alto. Quindi la lama viene martellata fino a quando non ripete nuovamente le sue dimensioni originali. Anche l’intero processo viene eseguito ripetutamente, fino a sei volte.

katana
katana
Questo prodotto finale viene quindi tagliato in tre pezzi, viene aggiunto un quarto pezzo e anche questi vengono ripetutamente battuti insieme e due lati esterni della spada si sviluppano attorno a uno strato interno. Durante questo processo, la spada viene rafforzata attraverso la creazione di migliaia di strati di acciaio e viene creato un brillante Hamon.
Il modo in cui gli strati vengono piegati l’uno nell’altro, il modo in cui le impurità vengono rilasciate o trattenute e il modo in cui si verifica il riscaldamento influenzeranno la lama, la forza della spada e il suo aspetto.

Tutti questi fattori si prestano alla creazione di una spada unica e impressionante che non può essere replicata con mezzi più facili.




I migliori coltelli di sopravvivenza







Forgiare una Katana, richiede dedizione, abilità e concentrazione…