I Foo Fighters cancellano le date del tour dopo la morte del batterista Taylor Hawkins

Foo Fighters

Taylor Hawkins - Foo Fighters
Taylor Hawkins - Foo Fighters

La band avrebbe dovuto iniziare un tour in Nord America a maggio. I Foo Fighters stanno cancellando tutte le date del loro prossimo tour dopo la morte del batterista Taylor Hawkins.

“Siamo dispiaciuti e condividiamo la delusione per il fatto che non ci vedremo come previsto”, ha scritto la band. “Invece, prendiamoci questo tempo per piangere, per guarire, per avvicinare i nostri cari e per apprezzare tutta la musica e i ricordi che abbiamo creato insieme”. Trovi la dichiarazione qui sotto.

La dichiarazione dei Foo Fighters non menziona l’esibizione pianificata della band ai Grammy Awards 2022. Lo spettacolo è stato annunciato il 24 marzo e Hawkins è morto il giorno successivo. Pitchfork ha contattato i rappresentanti della Recording Academy per commenti e ulteriori informazioni.

Taylor Hawkins è morto a Bogotá, in Colombia, prima dell’esibizione programmata della band al Festival Estéreo Picnic. L’ ultimo spettacolo del batterista con i Foo Fighters si è svolto il 20 marzo al Lollapalooza Argentina a Buenos Aires.

Taylor Hawkins: trovate 10 sostanze nel corpo del batterista dei Foo Fighters

La notizia della morte di Hawkins è stata seguita da un’ondata di tributi dalla comunità musicale: Mick Jagger, Brian Wilson, Stevie Nicks, Questlove, Steve Albini, Johnny Marr, Ozzy Osbourne, Axl Rose, Tom Morello e innumerevoli altri hanno reso omaggio al compianto batterista.

“È con grande tristezza che i Foo Fighters confermano la cancellazione di tutte le date del tour in arrivo alla luce della sconcertante perdita di nostro fratello Taylor Hawkins. Siamo spiacenti e condividiamo la delusione per il fatto che non ci vedremo come previsto. Invece, prendiamoci questo tempo per piangere, per guarire, per avvicinare i nostri cari e per apprezzare tutta la musica e i ricordi che abbiamo creato insieme.

Con affetto,

Foo Fighters

Potrebbe interessarti: