Gli esperimenti umani più crudeli: Impianto di falsi ricordi – Nadean Cool

Uno dei casi più famosi di "Impianto di falsi ricordi" ha coinvolto una donna del Wisconsin di nome Nadean Cool

Gli esperimenti umani più crudeli: Impianto di falsi ricordi - Nadean Cool
Gli esperimenti umani più crudeli: Impianto di falsi ricordi - Nadean Coolq

L'”impianto di falsi ricordi” era una tecnica sconsiderata introdotta da psichiatri e psicologi americani con il pretesto di una terapia legittima.

Questa metodologia implica l’induzione di ricordi di esperienze orribili, abusi, traumi e paure attraverso l’ipnosi e varie altre procedure persuasive. Nonostante i ricordi siano fabbricati, alla fine il paziente comincia a credere che siano reali.

Uno dei casi più famosi di “Impianto di falsi ricordi” ha coinvolto una donna del Wisconsin di nome Nadean Cool. Nel 1986, ha subito una terapia psichiatrica per affrontare un incidente traumatico che ha coinvolto sua figlia.

Alla fine, sarebbe arrivata a credere di aver fatto parte di un culto satanico, di essere stata aggredita e di aver assistito all’omicidio di un amico d’infanzia. Ha anche concluso di avere 120 identità diverse, comprese quelle di angeli e persino animali, e di aver subito abusi da bambina.

Correlato: L’esperimento Philadelphia

Il suo psichiatra alla fine le eseguì degli esorcismi, che includevano canti e acqua santa. Nadean Cool alla fine si rese conto che i suoi ricordi erano stati impiantati dal suo psichiatra, che aveva citato in giudizio con successo per negligenza. Sebbene la sua esperienza sia insolita, non è singolarmente unica.