La peggiore nave della storia, la Novgorod, nave rotonda

Nel 1874, la Marina russa commissionò la Novgorod, una nave monitor dal design controverso: aveva uno scafo rotondo. La Novgorod si guadagnò la reputazione di una delle peggiori navi della storia. 

115

La peggiore nave della storia, la Novgorod. La nave da 2500 tonnellate aveva sei motori a vapore che azionavano sei eliche dell’elica. Tra i lati positivi, la nave era in gran parte immune allo speronamento, una tattica di guerra navale comune allora, perché presentava una cintura corazzata da 22 cm. La sua forma rotonda deviava anche i colpi e le sue componenti vitali erano ben all’interno dello scafo. Sfoggiò un paio di pistole da 280mm, potenti per l’epoca.

La sua forma e il fondo piatto hanno anche dato al Novgorod un pescaggio di soli 3,6 metri, permettendogli di operare vicino alla costa in acque poco profonde. Tuttavia, come visto di seguito, i vantaggi del Novgorod sono stati controbilanciati da gravi svantaggi.

Difetti gravi

Lo scafo circolare della Novgorod metteva a dura prova la capacità del timone di governare la nave o di girarla. In una tempesta, la nave era instabile e, anche con tempo calmo, ci volevano 45 minuti per fare un giro completo. Un altro problema causato dal design era l’ampio fondo piatto. Rendeva la nave vulnerabile in mari agitati, così grave che le eliche uscivano dall’acqua. Lo scafo smussato non tagliava l’acqua in modo da ridurre la sua resistenza, ma spingeva via grandi volumi d’acqua con la pura forza bruta. Ciò rendeva la nave molto inefficiente dal punto di vista del carburante, inducendola a consumare quantità enormi di carbone  a un ritmo prodigioso.

Oltre ai difetti di progettazione,  la Novgorod era anche afflitta da molti difetti di fabbricazione. Materiali di bassa qualità e scarsa fattura la portarono a persistenti problemi con la propulsione, dalle pale all’albero fino alla trasmissione, durati l’intera vita della nave. Inoltre, la Novgorod soffriva di una scarsa ventilazione che nessuna quantità di risoluzione dei problemi poteva risolvere.

Una nave da guerra incapace di affrontare mare

Il più grande successo della Novgorod aveva a che fare con la sua funzione principale di piattaforma di combattimento. I due cannoni da 280mm avevano una velocità di fuoco eccezionalmente bassa, 10 minuti per colpo. Anche i supporti rotanti su cui erano posizionati i cannoni erano lenti, impiegando 3 minuti per attraversare di 180 gradi.

Il problema era aggravato da serrature deboli che causavano la rotazione dei supporti delle pistole da sole a causa del rinculo. Peggio ancora, il fuoco dei cannoni faceva ruotare la nave in modo incontrollabile.

La nave a fondo piatto non aveva una chiglia stabilizzatrice per tenerla in linea e tenere i cannoni puntati verso il bersaglio. L’unica soluzione era ormeggiarla in una posizione fissa. Questo l’ha trasformata da una nave a una fortezza galleggiante ancorata sul posto, con i suoi cannoni puntati verso il mare.

Gli altri scafi rotondi furono riassunti così da uno storico della marina: “un triste fallimento.”  Erano troppo lenti per arginare la corrente nel Dniepr e molto difficili da governare. In pratica, la scarica di anche un solo cannone faceva sì che andassero fuori controllo e anche la controrotazione di alcune delle sei eliche non si riusciva a mantenerla sulla giusta rotta.

La peggiore nave della storia