Erna Wallisch, il settimo posto dei criminali di guerra nazista

Erna Wallisch, il settimo posto dei criminali di guerra nazista, è stata scoperta nel 2007 mentre viveva in un comodo appartamento a Vienna

438

Erna Wallisch, elencata dal Centro Simon Wiesenthal come il settimo criminale di guerra nazista più importante, è stata scoperta nel 2007 mentre viveva in un comodo appartamento a Vienna.

Morì prima che un’indagine sui suoi crimini nel campo di sterminio di Majdanek fosse completata.

Erna Wallisch, il settimo posto dei criminali di guerra nazista

Erna Wallisch era un boia spietato nel campo di concentramento nazista di Ravensbruck e di Majdanek, Polonia. Nel processo del 1973 fu assolta per insufficienza di prove e, approfittando di uno Statuto austriaco protettivoi, continuò a vivere sulle rive del Danubio.

Pesanti testimonianze sulla Wallisch, ligia al suo “dovere” non si fece bloccare nemmeno dalla maternità. Una donna sopravvissuta al campo, ricorda di aver visto Erna Wallisch, vistosamente incinta, uccidere a sangue freddo un ragazzino, sudata e quasi senza fiato per l’impegno. Dal campo di Ravensbruck sono passati oltre 130.000 prigionieri, solo 40.000 sopravvissero.

Erna Wallisch, il settimo posto dei criminali di guerra nazista
i