Duran Duran: Fatti che non hai mai saputo sui Wild Boys

Presero il nome Duran Duran ispirandosi al personaggio del dottor Durand Durand, nel classico cult di fantascienza "Barbarella"

Duran Duran
Duran Duran

I Duran Duran hanno contribuito a definire l’aspetto e il suono della musica pop degli anni ’80, non solo avevano canzoni incredibili, ma il loro stile ha  guidato le scelte di abbigliamento della maggior parte dei giovani adulti negli anni ’80.

Nel settembre 2021 hanno suonato a Birmingham e hanno pubblicato il loro 15° album in studio “Future Past” venerdì 22 ottobre 2021!

Correlato: Future Past, il nuovo album dei leggendari Duran Duran – video

Ecco tutto quello che vuoi sapere sui Duran Duran

Quando si sono formati i Duran Duran?
La formazione classica dei Duran Duran che abbiamo imparato a conoscere e ad amare – con il cantante Simon Le Bon, il bassista John Taylor, il tastierista Nick Rhodes, il chitarrista Andy Taylor e il batterista Roger Taylor – si è formata nel 1980.

Le origini della band risalgono al 1978 quando John Taylor e Nick Rhodes lavoravano rispettivamente come portiere e DJ al nightclub Rum Runner di Birmingham. Ispirandosi ai Roxy Music e a David Bowie, i nascenti Duran Duran hanno subito una serie di cambi di formazione. A un certo punto, il loro cantante era Stephen “Tin Tin” Duffy che in seguito avrebbe segnato un 1982 con “Kiss Me” di The Lilac Time.

Originariamente parte della scena New Romantic, i Duran Duran sono diventati oggetto di una guerra di offerte tra EMI e Phonogram dopo che sono stati avvistati mentre sostenevano Hazel O’Conner.

Come hanno scelto il loro nome i Duran Duran?
Hanno preso il nome dal personaggio del dottor Durand Durand, nel classico cult di fantascienza “Barbarella” del 1968 con Jane Fonda.

Il primo successo dei Duran Duran
La chiave del successo dei Duran Duran è stata la loro attenzione alla presentazione visiva. Hanno lavorato con lo stilista Perry Haines, gli stilisti Kahn e Bell e Antony Price. Anche il loro aspetto fotogenico non li ha danneggiati.

Fin dall’inizio, i Duran Duran hanno sfruttato la potenza del mezzo emergente del video. Sebbene il loro singolo di debutto, “Planet Earth”, sia arrivato al numero 12 nelle classifiche del Regno Unito, è stato il famigerato video di “Girls On Film” che li ha aiutati a entrare nella Top 5.

Diretto da Godley & Creme, il video ha suscitato molte polemiche grazie alle immagini di ragazze nude che combattono con i cuscini e lottano nel fango. Bandito dalla TV, il video è diventato un grande successo nei locali notturni.




Il loro secondo album, “Rio”, è diventato un successo mondiale e ha generato i primi 10 singoli, “Hungry Like The Wolf”, “Save A Prayer” e la title track. Già superstar in Europa, iniziarono a sfondare negli Stati Uniti con un susseguirsi di video che furono messi in forte rotazione sulla nascente MTV.

La band ha ottenuto il loro primo singolo numero 1 nel Regno Unito con “‘Is There Something I Should Know?” E con la principessa Diana che li ha dichiarati la sua band preferita, non c’era davvero modo di fermarli.

Correlato: Duran Duran: saremo ologrammi in concerto, come gli ABBA

Nel 1984, i Duran Duran raggiunsero la vetta delle classifiche sia del Regno Unito che degli Stati Uniti con “The Reflex”, e il loro seguito, “The Wild Boys”, raggiunse il numero 2 su entrambe le sponde dell’Atlantico.

I progetti solisti dei Duran Duran

John Taylor e Andy Taylor avevano voglia di scatenarsi così hanno formato The Power Station con il cantante Robert Palmer e il batterista degli Chic Tony Thompson. Simon Le Bon e Nick Rhodes formarono Arcadia.

Tutti i membri dei Duran Duran hanno preso parte alla registrazione di “Do They Know It’s Christmas?” di Band Aid nel novembre 1984. Hanno poi suonato davanti a 90.000 persone alla tappa americana del concerto Live Aid al John F. Kennedy Stadium di Filadelfia il 13 luglio 1985.

Hanno registrato un tema di James Bond

Lavorando con il compositore di lunga data di Bond John Barry e Bernard Edwards degli Chic come produttore, i Duran Duran hanno registrato il tema di “A View To A Kill”. Rimane l’unica sigla di James Bond ad aver scalato le classifiche statunitensi.

Gli ultimi anni dei Duran Duran

Il batterista Roger Taylor si ritirò per esaurimento. Andy Taylor voleva entrare nella musica rock e intraprese una carriera da solista. Alla fine furono sostituiti dal chitarrista Warren Cuccurullo e dal futuro batterista di David Bowie Sterling Campell, nonostante successi come “Notorious”, la popolarità dei Duran Duran era in declino.

Tuttavia ottennero un enorme successo internazionale con “Ordinary World” nel 1992.

La formazione classica originale si è riunita nel 2003 per un tour mondiale di successo e l’anno successivo hanno pubblicato “Astronaut”, il loro album di maggior successo dai tempi di “Seven And The Ragged Tiger” del 1983.

I Duran Duran sono ancora insieme?

Andy Taylor ha lasciato di nuovo la band nel 2006, ma da allora i membri rimanenti hanno pubblicato altri due album con “All You Need Is Now” e “Paper Gods”. Hanno girato l’Europa e gli Stati Uniti nel 2017.

Nel luglio 2019, Nick Rhodes ha rivelato che la band stava lavorando al loro 15° album in studio, lavorando con Mark Ronson, Erol Alkan e Lykke Li.  A marzo 2020, l’uscita dell’album era prevista per l’autunno 2020, ma la produzione è stata interrotta a causa della pandemia di Coronavirus e la band lo ha confermato in una sessione di domande e risposte su Twitter ad aprile.

Correlato: I Sentinels, il gruppo più longevo al mondo

Nel novembre 2020 i Duran Duran hanno festeggiato i 36 anni dall’uscita del loro album “Arena”. “Arena” è stato il loro primo album dal vivo e ha raggiunto il numero 6 nel Regno Unito, con il loro enorme successo “The Wild Boys” tra le registrazioni dal vivo di una serie di altre canzoni.

Qual è l’ultimo album dei Duran Duran?

I Duran Duran hanno pubblicato il loro 15° album in studio “Future Past” il 22 ottobre 2021 e hanno pubblicato la loro canzone “Invisible” all’inizio del 19 maggio 2021.

Hanno anche pubblicato la canzone “Anniversary” e il suo video musicale prima dell’album il 19 ottobre. Il video musicale mostra una festa sfrenata con celebrità di primo piano, da Kim Kardashian alla regina Elisabetta II, così come i Duran Duran che si tengono in un castello dell’XI secolo.

Correlato: Future Past, il nuovo album dei leggendari Duran Duran-video

Invisible