Dramma nella musica italiana: Franco Battiato è morto

144

Un vero e proprio dramma nella musica italiana: è venuto a mancare Franco Battiato. Francesco “Franco” Battiato nato il 23 marzo 1945 morto oggi 18 maggio 2021, è stato un cantautore, compositore, regista italiano e con lo pseudonimo di Süphan Barzani, anche pittore.

Le canzoni di Battiato contengono temi esoterici, filosofici e religiosi, hanno abbracciato generi come il pop sperimentale, la musica elettronica, il rock progressivo e la new wave.

Aveva 76 anni, un’enorme tragedia che ha colto tutti di sorpresa. L’artista è nato a Ionia, un piccolo comune in provincia di Catania che conta poco più di 30mila anime.

La famiglia ha comunicato che Battiato è deceduto questa mattina alle 5.30 nella sua residenza di Milo e che i funerali si svolgeranno privatamente.

Tra novembre 2012 e marzo 2013 Battiato aveva anche svolto una brevissima esperienza come assessore al turismo della Regione Siciliana nel consiglio di centrosinistra del presidente Rosario Crocetta, dichiarando di non voler ricevere alcun compenso.




Negli anni aveva attirato l’attenzione del pubblico cercando di innovare la musica italiana abbracciando tutti i generi.

Uno dei primi ad annunciare la triste partenza è stato il direttore della rivista La Civiltà Cattolica, Antonio Spadaro, che ha scritto su Twitter: “E tu sarai curato da tutte le malattie. Perché sei un essere speciale. E io mi prenderò cura di te. Ciao Franco Battiato”.

Un semplice messaggio che cita una delle più belle canzoni di Battiato: La cura. Solo un paio di anni fa, prima dell’avvento di Covid, il noto cantautore aveva annunciato il suo definitivo ritiro dalle scene.

L’ultima volta che abbiamo visto l’artista siciliano sul palco è stato nel settembre 2017, quando si è esibito a Catania, nel Teatro Romano.
Franco Battiato
Franco Battiato

È stato per decenni uno dei cantautori più apprezzati in Italia. Il suo suono unico, la creazione di canzoni e soprattutto i suoi testi, spesso contenenti riferimenti filosofici, religiosi e culturalmente esotici, così come affrontare o dipingere temi universali sulla condizione umana gli hanno fatto guadagnare un posto unico sulla scena musicale italiana, e il soprannome di “Il Maestro”.

Il suo lavoro include la scrittura di canzoni e gli sforzi di produzione congiunta con diversi musicisti e cantanti pop italiani e internazionali, incluso il rapporto professionale di lunga durata con la cantante italiana Alice. Insieme ad Alice, Battiato ha rappresentato l’Italia all’Eurovision Song Contest del 1984 con la canzone “I treni di Tozeur”.

Il tour è stato interrotto in quel momento a causa del deterioramento della salute del cantante. Al momento, le cause della morte non sono ancora note. Dalle prime informazioni trapelate però Franco Battiato sarebbe morto nella sua casa in Sicilia.

Eventuali aggiornamenti seguiranno nelle prossime ore. Quello che è certo è che ci lascia un pilastro della musica italiana.