Le Ferrari dominano il Bahrain con una sensazionale doppietta

Leclerc sensazionale nel Gran Premio di Formula 1 del Bahrain, controllando la gara e respingendo una sfida a metà gara di Verstappen

Doppietta Ferrari al GP del Barhain
Doppietta Ferrari al GP del Barhain

Le Ferrari hanno dominato tutti nel Gran Premio del Barhain, Leclerc e Sainz perfetti, team eccelso, i fan ricominciano a sognare con la Ferrari che apre il 2022 con una sensazionale doppietta.

Charles Leclerc è stato sensazionale nel Gran Premio di Formula 1 del Bahrain, controllando la gara, respingendo una sfida a metà gara di Max Verstappen, che ha concluso la gara in a quattro giri dalla fine per un problema di batteria insieme a Sergio Perez anche lui costretto ad abbandonare a terzo nell’ultimo giro, promuovendo Lewis Hamilton sul podio. Una partenza equilibrata per la prima fila ha visto Leclerc mantenere il suo vantaggio su Verstappen e Sainz fino dalla prima curva. Dietro di loro, Hamilton si è ritrovato attaccato da Kevin Magnussen quando Sergio Perez ha perso due posizioni nelle prime curve. Un primo giro scadente per Daniel Ricciardo ha visto l’australiano ultimo, a due posizioni dalla sua posizione in griglia.

Il suo compagno di squadra della McLaren Lando Norris è caduto di quattro posizioni mentre Valtteri Bottas è scivolato di otto posizioni al primo giro. Un blocco di Magnussen all’inizio del giro 3 ha dato a Perez l’opportunità di cui aveva bisogno, il pilota della Red Bull ha fatto la mossa alla curva 5. Al secondo posto, a 1,4 secondi da Leclerc, Verstappen ha segnalato problemi di frenata del motore sulla Red Bull, affermando che stava “facendo cose divertenti a metà curva”. Un altro errore di Magnussen alla curva 1 ha aperto le porte a George Russell per passare sotto la Haas e conquistare il sesto posto all’inizio del giro 5. Perez ha rivendicato il quarto posto con una mossa agile su Hamilton mentre correva alla curva 4 al 10° giro, beneficiando di un’uscita migliore dalla prima curva prima di prendere la linea di gara attorno all’esterno del pilota Mercedes. La serata difficile della McLaren non stava diventando più facile con Ricciardo incaricato di raffreddare il propulsore. L’australiano è rimasto 20° ed ultimo, un secondo dietro Nicholas Latifi che a sua volta era a 1.8 secondi da Norris. Entrambi i piloti McLaren erano partiti con la gomma media mentre il resto del gruppo aveva optato per le morbide. Hamilton ha sostituito il suo con un set di gomme dure quando si è fermato alla fine del giro 11.

Correndo quinto prima dello stop, è rientrato in 11a posizione solo per andare in profondità alla prima curva per cedere il posto a Zhou Guanyu. Alla fine del giro, il pilota Mercedes aveva raggiunto la temperatura delle gomme sufficiente per recuperare il posto sull’Alfa Romeo Sauber che si dirigeva verso la prima curva al 13° giro.

Sainz si è fermato ai box alla fine del 14° giro, sostituendo un altro set di gomme con mescola morbida. Leclerc ha reagito alla curva 4, usando il DRS per riprendere il sopravvento e scivolare davanti alla Red Bull alla curva a destra. Verstappen ha provato con tutto sé stesso ad attaccare Charles ma Leclerc è stato nuovamente in grado di reagire esattamente come aveva fatto il giro precedente. Al terzo attacco, il pilota della Red Bull ha strappato il freno interno alla curva 1, pattinando largo e consentendo a Leclerc di rientrare riprendendosi la prima posizione. A metà della del 57o giro, Leclerc aveva un vantaggio di 3,9 secondi con Sainz in terzo 11,1 dal suo compagno di squadra Ferrari. Perez era 2,6 secondi più indietro al quarto posto da Russell, Hamilton si era fermato ai box alla fine del 27° giro per un set di gomme a mescola media.

Verstappen si è fermato per la seconda volta al 31° giro, passando alle gomme a mescola media. La Ferrari ha risposto facendo rientrare il leader della gara Leclerc uscito dalla pit lane con un piccolo vantaggio su Verstappen: “Sono due le volte in cui mi sono rilassato nel giro di uscita e non sono davanti. Non lo farò mai più”, si è lamentato alla radio del team la Ferrari ha aperto il suo conto 2022 con una doppietta.

Podio per Leclerc
Podio per Leclerc

Con i primi due rientrati ai box, Sainz ha guidato la gara a 2,5 secondi su Perez. Le istruzioni della squadra subito dopo hanno consigliato a Verstappen che era libero di spingere anche se apparentemente non era in grado di chiudere il margine a Leclerc in vantaggio. Il divario tra i due è aumentato solo con il passare dei giri, i divari che si sono aperti in tutto il campo. A 13 giri dalla fine, la Red Bull ha trascinato Verstappen per la terza sosta, mentre Perez ha fatto lo stesso dal quarto. Verstappen è sceso al terzo posto dietro a Sainz. Panico all’interno dell’abitacolo di Verstappen con una serie frenetica di scambi tra il pilota e il muretto dei box tra lamentele di uno sterzo pesante. La Safety Car è entrata quando l’AlphaTauri di Pierre Gasly ha preso fuoco, il francese si è fermato in uscita dalla curva 3 al 46° giro, la Ferrari ha risposto mettendo ai box Leclerc. Al riavvio, il vincitore Leclerc è scappato già dalla prima curva lasciando Verstappen sempre dietro.

A quattro giri dalla fine, Verstappen si è fatto riempire gli specchietti dalla Ferrari di Sainz, rendendo la mossa stick all’ingresso della curva 11. Il pilota della Red Bull ha subito rallentato, portando la vettura in pit lane per il ritiro. Ciò ha promosso Perez al terzo posto con dietro Hamilton per poi dover cedere il posto andando in testacoda alla prima curva mentre iniziavano l’ultimo giro, per il motore che si è bloccato.

Calendario GP F1

Hamilton fortunatissimo che grazie ai problemi della RedBull si è ritrovato sul gradino finale del podio in una gara vinta da Leclerc alla guida di una doppietta Ferrari. Russell è arrivato quarto su un impressionante quinto per Magnussen, Bottas è sesto da Esteban Ocon, Yuki Tsunoda, Fernando Alonso e Zhou Guanyu a completare i punti. Ricciardo è arrivato 14°, un posto davanti a Norris in un inizio di stagione difficile per la McLaren. Leclerc ora guida per la prima volta il campionato del mondo, con la Ferrari in testa alla classifica costruttori dopo il primo di 23 round in questa stagione.

La seconda gara segue in Arabia Saudita con le prove di apertura che iniziano venerdì 25 marzo.