Aleister Crowley, Il re dell’occulto

Conosciuto come "l'uomo più malvagio del mondo", Crowley era famoso per le sue invettive contro il Regno Unito, per la sua vita sessuale deviante, l'adorazione del diavolo e le campagne a favore dei nazisti

Aleister Crowley
Aleister Crowley

Aleister Crowley era così devoto alle arti oscure che si auto soprannominò “La grande bestia 666”. L’autore Richard Spence ha esaminato le prove che Crowley incontrò la super spia britannica Sidney Reilley a New York durante la prima guerra mondiale.

Ciò che scoprì fu una montagna di prove circostanziali che lo stesso Crowley stava lavorando per i servizi segreti britannici.




Conosciuto come “l’uomo più malvagio del mondo”, Crowley era famoso per le sue invettive contro il Regno Unito, per la sua vita sessuale deviante, l’adorazione del diavolo e le campagne a favore dei nazisti

Scrisse articoli che confrontavano il Kaiser con Gesù Cristo. Fece una campagna per la neutralità americana, dichiarò pubblicamente l’indipendenza dell’Irlanda dalla Gran Bretagna e annunciò di essere in guerra con l’Inghilterra.

Durante la ricerca del suo libro, Spence ha trovato prove che Crowley incontrò agenti britannici. Ha inoltre scoperto che l’intelligence militare americana ha sempre creduto che Crowley fosse una spia del Regno Unito. Nessuno sa perché l’MI6 avrebbe potuto assumere un tizio che pensava di conoscere personalmente il diavolo.




Sesso e magia

Gli interessi di Crowley combinavano l’erotico e l’esoterico. Ha pubblicato poesie, incluso un volume di versi descritto da un critico come “il pezzo erotico più disgustoso in lingua inglese”. È stato anche coinvolto in gruppi segreti come l’Ordine Ermetico della Golden Dawn.

A poco a poco si è evoluto il proprio insieme di credenze che attingevano all’orientale, all’antico Egitto e ad un assortimento di altre tradizioni. Ha avuto molti amanti – sia maschi che femmine – e ha praticato una forma di magia sessuale.




L’Ordine Ermetico della Golden Dawn e la musica







Aleister Crowley