IL WATERGATE

Il Watergate fu uno scandalo politico degli Stati Uniti che coinvolse le attività illegali dell'amministrazione repubblicana in carica del presidente Richard Nixon, durante e dopo la campagna presidenziale del 1972

123
WATERGATE
WATERGATE

Il WATERGATE saltò all’attenzione nazionale in seguito all’arresto di cinque uomini il 17 giugno 1972. Si erano introdotti nell’ufficio e nel complesso alberghiero del Watergate, sede del Comitato nazionale democratico.

I cinque uomini arrestati erano accusati di furto con scasso e intercettazioni telefoniche. Prima di altri due, l’ex aiutante della Casa Bianca Hunt e il consigliere generale del comitato per la rielezione del presidente, Liddy affrontarono le stesse accuse.

Prima del processo, il presidente Nixon e i suoi collaboratori negarono qualsiasi conoscenza o coinvolgimento nell’affare Watergate. Nonostante la smentita di Nixon, i resoconti dei media continuarono a suggerire il contrario.

Due giornalisti che lavoravano per il Washington Post, ovvero Bob Woodward e Carl Bernstein, iniziarono a ricevere notizie trapelate da una fonte nota come “Gola profonda”. L’identità del misterioso personaggio di “Gola Profonda” fu finalmente rivelata nel 2005 come W. Mark Felt, che all’epoca era il vicedirettore dell’FBI.




Alla condanna degli uomini nel marzo 1973, il giudice Sirica lesse una lettera scritta da uno degli imputati, McCord, accusava il presidente di insabbiamento. Affermò che gli imputati furono spinti a dichiararsi colpevoli e tacere. McCord affermò che i testimoni si erano spergiurati davanti alla corte.

Il 17 aprile 1973, Nixon annunciò di aver avviato una nuova indagine sugli eventi che circondavano il Watergate. Il 30 aprile Nixon dichiarò pubblicamente di assumersi la responsabilità delle azioni dei membri del suo staff coinvolti.

Correlato: GLI SCIENZIATI AMERICANI HANNO MILITARIZZATO IL TEMPO

Febbraio 1973

Nel febbraio 1973, il Senato istituì il Comitato ristretto sulle attività della campagna presidenziale sotto la presidenza del senatore Sam J. Ervin per indagare su qualsiasi coinvolgimento della Casa Bianca.

Dean accusò Nixon di coinvolgimento diretto nella copertura. Un ex membro dello staff dichiarò. che le conversazioni negli uffici del presidente furono registrate segretamente. Furono emesse citazioni in giudizio per i nastri dal comitato e dal procuratore speciale del Watergate, Archibald Cox.




IL WATERGATE

Nixon offrì invece le trascrizioni scritte dei nastri. Quando Cox lo rifiutò, Nixon cercò di farlo licenziare. Successivamente il procuratore generale e il vice procuratore generale si licenziarono. Il procuratore Bork licenziò Cox. Sette dei nove nastri citati in giudizio furono infine consegnati nel dicembre 1973.




La Casa Bianca affermò che gli altri due non erano mai esistiti. Uno dei sette nastri consegnati conteneva una lacuna che un gruppo di esperti in seguito concluse non poteva essersi verificata accidentalmente. Entro il 30 luglio 1974, la commissione giudiziaria della Camera approvò tre articoli di impeachment. Il 5 agosto, Nixon fornì le trascrizioni dei nastri che lo implicarono nella copertura. Di fronte all’impeachment, Nixon si dimise il 9 agosto.

Leggi Avaran e l’elefante – Morti Bizzarre

wikipedia