Cose che non sapevi su Joker

Con una storia lunga quasi quanto quella del suo acerrimo nemico e una portata culturale simile allo stesso Caped Crusader, sembra strano che si sappia così poco di Joker

172
Cose che non sapevi su Joker
Cose che non sapevi su Joker

Con una storia lunga quasi quanto quella del suo acerrimo nemico e una portata culturale simile allo stesso Caped Crusader, sembra strano che si sappia così poco di Joker.

Ha fatto la sua prima apparizione nei fumetti circa settant’anni fa e da allora è apparso in tutti i successivi programmi TV, cartoni animati, film e videogiochi di Batman. 

Il passato del personaggio è stato volutamente tenuto nel vago, con le molteplici storie di origine che racconta nel film Il cavaliere oscuro come le varie diverse spiegazioni per la sua follia e l’aspetto sfregiato che sono emerse nei libri divertenti. Le sue motivazioni sono altrettanto vaghe, con l’occasionale riferimento alla sua fede nel caos o nell’anarchia.

In quei settant’anni, però, al personaggio sono successe un sacco di cose strane. È solo che non ne senti molto parlare. Il personaggio è meglio ricordato come il cattivo pazzo di Ledger, ma è stato anche un vero pagliaccio, una vittima di omicidio e un antagonista di Judge Dredd. Ecco dieci cose che non sapevi sul Joker.

Joker ha collaborato con Carnage

Spider-Man/Batman è buono quanto la maggior parte dei crossover di supereroi interaziendali (come in, va benissimo, ma solo un gradino sopra la fan fiction, nonostante il dream team di JM DeMatteis e Mark Bagley), e non anche preoccuparsi di spiegare come i due universi immaginari si siano confusi. All’improvviso, la New York della Marvel e la Gotham City di DC esistono nello stesso mondo, e sia il Joker che il simbionte psicotico Carnage sono entrambi cavie in un trattamento sperimentale in cui hanno dei chip conficcati nelle loro teste per impedire loro di essere così pazzi .

Il che ovviamente non funziona, perché allora non ci sarebbe alcun motivo per i due supereroi di allearsi e sconfiggere i loro nemici mortali. Carnage si occupa del suo chip abbastanza facilmente e poi fa uscire anche il Joker dalla sua prigione, con i due che si lanciano in una follia criminale psicotica con la loro comprensione condivisa che il mondo è caotico e la vita è inutile. Quindi iniziano a litigare, dando a Spidey e Bats la possibilità di fermarli.

Joker ha combattuto il giudice Dredd

Il team-up aveva molto meno senso, ma almeno questa volta si sono presi la briga di spiegarlo. Batman/Judge Dredd: Die Laughing è incentrato su un accidentale salto dimensionale che vede lo spirito disincarnato di The Joker trasportato da Gotham alla lontana distopia futura di Mega City One, dove esce con i malvagi Judge Dredd, i Giudici Oscuri. In effetti vanno così d’accordo, che il cattivo più iconico di Dredd – Judge Death – decide di nominarlo il quinto Dark Judge. Per fortuna il suo corpo risiede ancora a Gotham, quindi non può causare troppi problemi.

Almeno finché non scopre come possedere i corpi degli altri Giudici Oscuri, il che si traduce in un terrificante ibrido tra quei cattivi già piuttosto bizzarri e lo stesso Joker – quindi il grande sorriso si è diffuso sul loro viso, la risata ossessionante, tutto ciò che attività commerciale. Inoltre la sua risata finisce per essere superpotente che può far esplodere la testa delle persone. Ancora una volta, però, tutto va in pezzi quando Batman cade attraverso lo strappo della fama nello spazio-tempo, si unisce a Judge Dredd e risolve tutto.

La sua ragazza era originariamente un personaggio dei cartoni animati

Harley Quinn ha fatto l’impensabile: è diventata un membro della galleria dei ladri di Batman quasi altrettanto riconoscibile e amata quanto il suo fidanzato, probabilmente grazie alle sue apparizioni nella serie di videogiochi Arkham. Da allora è stata trasformata in una sua serie, si dice costantemente che appaia nei vari film d’azione dal vivo che sono stati realizzati nel corso degli anni ed è stata accoppiata con Poison Ivy tanto quanto lei con The Joker. 

La dottoressa Harleen Quinzel ha fatto il suo debutto per la prima volta come terapista trasformata in fidanzata del Joker nella serie animata di Batman degli anni novanta, con la sua conseguente popolarità che ha portato a un’introduzione nell’universo dei fumetti durante il No Man’s Crossover terrestre. Ha funzionato abbastanza bene per lui, dal momento che ha ottenuto un tesoro dall’accordo. E ha ucciso la moglie di Jim Gordon.

È stato quasi ucciso

Nonostante sia la più grande nemesi di Batman di tutti i tempi, Joker per poco non è riuscito a superare il suo primo numero. Le prime apparizioni del Cavaliere Oscuro sono state caratterizzate da molta più morte, omicidio e Batman che brandisce una pistola rispetto alle successive iterazioni dell’eroe, e Ace Of Knaves ne è quasi caduto preda. Ha fatto la sua prima apparizione in Batman n. 1 del 1940 e sarebbe stato ucciso nel numero successivo.

L’ultima pagina ha visto il cattivo sconfitto pugnalarsi accidentalmente e il Dynamic Duo che lo leccava. Presumibilmente in modo che non se la prendano. La maggior parte dei cattivi in ​​quei primi fumetti avrebbero dovuto fare solo apparizioni una tantum, ma l’allora editore Whitney Ellsworth ha passato un mandato decidendo che il personaggio era troppo bello per essere eliminato. Quindi l’ultima tavola è stata frettolosamente ridisegnata, e poi in ogni altra apparizione sembrava che fosse morto fuori dallo schermo, solo per tornare il mese successivo.

Originariamente non era così omicida

Le primissime apparizioni di The Joker lo hanno visto essere altrettanto felice quanto lo era il primo Cavaliere Oscuro, essendo un semplice killer scatenato contro il quale Batman aveva probabilmente ragione a intraprendere un’azione letale. Con l’ammorbidimento del personaggio in generale, anche il Joker è diventato molto meno omicida, in parte grazie al Codice Comics appena introdotto che dettava cosa si poteva farla franca nei libri tradizionali venduti in edicola. Quindi niente sesso, niente parolacce e molta meno violenza di prima.

Scomparso per un decennio

Tutto ciò ha rovinato il personaggio. Cosa c’è di intimidatorio in un clown che va in giro a fare scherzi? Questo è fondamentalmente ciò che fanno tutti i pagliacci. Non ha reso Joker particolarmente interessante come contrasto al Cavaliere Oscuro quando non stava facendo nulla di tutto ciò che infrangeva la legge. Per tutti gli anni Cinquanta fu usato sempre meno, a favore di altri membri della galleria canaglia come The Penguin e simili, e nel 1964 fu rimosso completamente dal roster dall’editor Julius Schwartz. E sarebbe rimasto così per quasi dieci anni.

Potrebbe interessarti: Fatti inquietanti scoperti nelle autopsie di queste celebrità