La nanotecnologia antica della COPPA di LICURGO

La Coppa Licurgo risale al IV secolo d.C. circa e raffigura una scena in cui Licurgo è intrappolato tra i rami mentre Dioniso, Pan e un satiro lo tormentano

COPPA di LICURGO
COPPA di LICURGO

La nanotecnologia antica della COPPA di LICURGO. Apparte l’estetica il vetro verde nasconde un segreto.

All’interno del vetro della COPPA di LICURGO ci sono milioni di frammenti incredibilmente piccoli di oro e argento, simili alle moderne nanotecnologie. Questi hanno una proprietà interessante.

A seconda dell’angolo con cui la luce colpisce la coppa e della posizione dell’osservatore, gli elettroni nelle macchie di metallo vibrano in modo da alterare il colore del vetro.

Quando una luce viene attraversata correttamente, il vetro verde della COPPA di LICURGO assume varie sfumature di rosso.

Questo tipo di produzione e abilità artistica non era nota per esistere 1.600 anni fa e la sua scoperta potrebbe persino portare a innovazioni nella scienza moderna. Sembra che scoprire almeno una piccola parte del futuro della nanotecnologia abbia richiesto un’analisi e uno studio dettagliati di una coppa romana realizzata appena quattro secoli dopo la nascita di Cristo e probabilmente l’hanno usata per ingoiare del vino.

La COPPA di LICURGO è una coppa diatreta (una tipologia di contenitore in vetro romano di lusso) di vetro di epoca romana, risalente al IV secolo. È l’unico oggetto romano integro completamente costituito da questo tipo di vetro. Questo oggetto è stato descritto come “la coppa più spettacolare di quel periodo, opportunamente decorata, che sappiamo essere mai esistita“.

La COPPA di LICURGO è di solito in esposizione, illuminata posteriormente, nella Sala 41 del British Museum. 

La COPPA di LICURGO è stata probabilmente realizzata ad Alessandria d’Egitto o a Roma nel periodo tra il 290 e il 325 dopo Cristo, e misura 16,5 x 13,2 cm. La storia antica della coppa è sconosciuta. La prima apparizione della coppa è in un documento del 1845, nel quale uno scrittore francese sostiene di averla vista “qualche anno fa, nelle mani di M. Dubois”.

Questo fatto è probabilmente avvenuto poco prima dell’acquisto della COPPA di LICURGO da parte della famiglia Rothschild.

Certamente Lionel de Rothschild possedeva la COPPA di LICURGO nel 1862, quando la prestò per una mostra presso quello che oggi è il Victoria and Albert Museum; dopo di che il manufatto è praticamente scomparso dalla vista accademica fino al 1950. Nel 1958 Victor Rothschild la vendette al British Museum per 20.000 sterline.

Wikipedia, Coppa Licurgo