Come funziona il creazionismo

Ogni religione nel mondo ha la sua versione delle origini della vita e della materia. Nelle religioni abramitiche, incluso il cristianesimo, l’ebraismo e l’islam, queste spiegazioni si basano sulla premessa che Dio ha creato l’universo e tutto ciò che contiene.

Cos’è il creazionismo?

Creazionismo è un termine generico che incorpora tutte le credenze che le origini dell’universo e della vita siano attribuibili a mezzi soprannaturali o miracolosi. Nel cristianesimo, il creazionismo afferma che Dio (la divinità cristiana) ha creato il mondo e tutto ciò che contiene dal nulla. 

I creazionisti credono che il racconto dell’inizio del mondo offerto nella Genesi, il primo volume dell’Antico Testamento, sia il vero racconto delle origini di tutto ciò che vediamo intorno a noi.

L’apertura della Genesi afferma:

In principio Dio creò il cielo e la terra. E la terra era senza forma e vuota; e l’oscurità era sulla faccia dell’abisso. E lo Spirito di Dio aleggiava sulla superficie delle acque. E Dio disse: Sia la luce: e la luce fu.

La creazione dell’universo e di tutto ciò che contiene ha richiesto un totale di sei giorni. Il primo giorno, Dio creò la luce e l’oscurità. Nella seconda creò i cieli e nella terza creò la terraferma e la vegetazione. Dio creò il Sole e la Luna il quarto giorno, i pesci e gli uccelli il quinto giorno e gli animali terrestri e gli uomini il sesto giorno.

Tipi di creazionismo: piatto e geocentrico

Concetto artistico della Terra piatta come descritto nel creazionismo della Terra piatta
Concetto artistico della Terra piatta come descritto nel creazionismo della Terra piatta

Creazionismo della Terra Piatta

Il creazionismo della Terra Piatta afferma che la Terra è piatta, immobile e al centro dell’universo. È coperta da un cielo solido, simile a una cupola, molto probabilmente riferito al secondo giorno della creazione, quando “Dio fece il firmamento e separò le acque che erano sotto il firmamento dalle acque che erano sopra il firmamento… E Dio chiamò il firmamento Cielo» (Genesi 1:7-1:8). Le stelle, il sole e la luna sono incastonati in questa cupola rigida.

Geocentrismo moderno

Il moderno movimento della teoria geocentrica sembra essere iniziato con Walter van der Kamp (1913-1998). Non è chiaro quando van der Kamp si convinse del geocentrismo, ma nel 1967 fece circolare un articolo sull’argomento tra alcuni cristiani.

In esso, sosteneva che Galileo non aveva effettivamente smentito il geocentrismo e che nemmeno la scienza successiva lo aveva fatto.

I geocentristi moderni credono che la Terra sia sferica, non piatta; ma rifiutano quasi tutto il resto nell’astronomia moderna, vedendo la Terra come il centro dell’universo e immobile.

 I geocentristi radicali si riferiscono solo alla Bibbia e rifiutano tutta l’astronomia, la fisica e la cosmologia moderne. 




Creazionismo non cristiano

I creazionisti ebrei traggono la loro visione delle origini della vita dallo stesso luogo in cui fanno i creazionisti cristiani: una lettura letterale del libro della Genesi nell’Antico Testamento.

I creazionisti islamici basano la loro visione delle origini della vita e dell’universo sugli insegnamenti del Corano. Il racconto del Corano sull’inizio del mondo è molto simile a quello dell’Antico Testamento.

I creazionisti buddisti credono che la creazione del mondo sia eternamente ciclica: non c’è inizio né fine, solo una continua dissoluzione e riformazione della materia e della vita innescata da esseri spirituali che rinascono ad ogni nuovo ciclo.

Una credenza creazionista indù sostiene che il mondo abbia avuto inizio quando gli dei sacrificarono l’uomo primordiale che era, in se stesso, l’intero universo. Quando morì, diverse parti del suo corpo divennero il cielo, la terra, i mari e tutti i componenti umani del sistema delle caste indù.

Tipi di creazionismo: La terra giovane

Molti creazionisti della Terra giovane credono che umani e dinosauri abbiano abitato la Terra allo stesso tempo. Molti creazionisti della Terra giovane credono che umani e dinosauri abbiano abitato la Terra allo stesso tempo.

I principali sostenitori del movimento della scienza della creazione che si sforza di definire il creazionismo come una teoria scientifica, i creazionisti della giovane Terra (YEC) credono che la Terra sia una sfera e che ruoti intorno al sole, ma rifiutano la biologia moderna a favore di un lettura letterale del racconto della creazione della Genesi.

I creazionisti della terra giovane credono che Dio abbia creato direttamente e miracolosamente l’universo, la Terra e tutta la vita sulla Terra nel corso di sei giorni di 24 ore.

Calcolano che l’età della Terra è compresa tra 6.000 e 10.000 anni rispetto ai 4,5 miliardi di anni calcolati utilizzando la datazione radiometrica e altri metodi di datazione scientifica – da qui la designazione di “Terra giovane”.

Questo calcolo deriva da informazioni contenute nella Genesi, che includono dati sulla durata della vita dei patriarchi biblici da Adamo ad Abramo, compresa l’età quando ciascuno di loro ebbe un figlio.




Se sommi quelle età e poi aggiungi sei giorni per il periodo della creazione (Dio creò Adamo il sesto giorno), finisci con circa 6.000 a 10.000 anni.

Gli YEC rifiutano la teoria dell’evoluzione nella sua interezza. Rifiutano anche una grande quantità di comprensione scientifica nelle aree della geologia, della genomica e dell’astronomia.




L’argomento di Omphalos

Lo scrittore del XIX secolo Philip Henry Goss cercò di conciliare le prove scientifiche di un’antica Terra con le prove bibliche di una giovane Terra utilizzando la seguente ipotesi: Dio creò la Terra con l’apparenza dell’età, molto nel modo in cui Dio creò Adamo con un ombelico (omphalos è greco per ombelico) anche se Adamo non era il prodotto della gestazione.

Dio “inventò” una lunga storia per la Terra e incluse false prove di quella storia quando formò la Terra dal nulla.

La maggior parte degli scienziati ha respinto l’argomentazione di Goss sulla base del fatto che non può essere confutata o dimostrata e quindi non è una teoria scientifica. La maggior parte dei creazionisti lo ha rifiutato perché significherebbe che Dio ha mentito.

Tipi di creazionismo: Old-Earth

I creazionisti della Vecchia Terra accettano la prova scientifica che la Terra è molto più vecchia di 6.000 anni. Ci sono una varietà di modi in cui i vecchi Terrestri conciliano questo lasso di tempo con i resoconti della Bibbia.

Gap creazionismo

Divario Il creazionismo sostiene che c’è un enorme, non menzionato divario temporale tra due eventi della Bibbia. Ci sono diverse ipotesi su dove potrebbe essere questo divario. Un paio di possibilità sono:



Tra la prima frase e la seconda frase della Genesi Ciò significa che dopo Genesi 1:1, che afferma: “In principio Dio creò il cielo e la terra”, passano milioni o miliardi di anni. Durante questo periodo, qualche evento catastrofico manda la Terra in decadimento.

Poi si trova Genesi 1:2: “E la terra era informe e deserta e le tenebre ricoprivano l’abisso. E lo Spirito di Dio aleggiava sulla superficie delle acque”. A questo punto iniziano i sei giorni della creazione o, in questo caso, della ricreazione.

Tra il settimo giorno della creazione (il giorno del riposo) e quando Adamo mangia la mela, causando la caduta dell’uomo Ciò significa che Adamo ed Eva vissero nel Giardino dell’Eden per milioni o miliardi di anni prima della caduta.

Creazionismo diurno

Il creazionismo diurno affronta il problema del tempo da una prospettiva diversa. Questa spiegazione afferma che poiché Dio non ha creato il sole e la luna fino al quarto giorno della creazione, il concetto del giorno di 24 ore non esisteva quando è iniziata la creazione e quando è stata usata per la prima volta la parola “giorno”.

Pertanto, un “giorno di creazione” può essere qualsiasi periodo di tempo. I creazionisti dell’era diurna considerano ogni “giorno” della creazione come un periodo di milioni o miliardi di anni, che rappresenta l’età scientificamente determinata della Terra all’interno della struttura della Bibbia.

Creazionismo progressista

Il creazionismo progressista è oggi la forma più comune di creazionismo negli Stati Uniti. Questo tipo di creazionista accetta alcuni aspetti dell’evoluzione – per esempio, crede che la microevoluzione (evoluzione all’interno di una specie) possa avvenire sotto la guida diretta di Dio.

Tuttavia, rifiuta la macroevoluzione (evoluzione tra le specie) e la teoria della selezione naturale. Un creazionista progressista crede che Dio abbia creato ogni tipo di organismo dal nulla.

I giovani terrestri e i vecchi terrestri costituiscono la maggior parte del creazionismo cristiano negli Stati Uniti, con i terrestri piatti e i geocentristi che costituiscono solo una percentuale molto piccola di creazionisti.

Colmare il divario: evoluzionismo teistico

Gli evoluzionisti teisti credono che le scritture siano generalmente pensate per essere allegoriche, non fattuali. In genere accettano la maggior parte o tutta la teoria dell’evoluzione, inclusa la selezione naturale, credendo che Dio abbia innescato il processo e talvolta che Dio abbia creato le leggi naturali che fanno funzionare l’evoluzione.

La Chiesa cattolica romana e la maggior parte delle sette ebraiche sostengono l’evoluzionismo teistico.

La controversia: religione o scienza?

Perché è importante che la scienza ufficiale contraddica le visioni religiose delle origini della vita?

Nella maggior parte dei casi, non è così: una persona può basare la sua comprensione delle origini della vita sugli insegnamenti della Bibbia, mentre un’altra può basare la sua comprensione sulle origini della vita sugli insegnamenti della scienza.