Chi o cosa stava volò nel cielo notturno il 16 dicembre 1742?  Ci sono innumerevoli esempi di misteriosi oggetti volanti non identificati riportati in tempi antichi e possiamo citarne alcuni. Uno avvenne durante la notte del 24 settembre 1235 in Giappone.

Mentre il generale Yoritsume e il suo esercito erano accampati, avvistarono misteriose luci nel cielo. Le luci furono viste nel sud-ovest per molte ore, alare, volteggiare e muoversi ad anello. (Jacques Vallee, passaporto per Magonia).

Nel 1361, un altro UFO (ONVI) fu descritto come “a forma di tamburo, di circa 6 metri di diametro”, ascese dal mare interno al largo del Giappone occidentale, un oggetto scuro, che emise un “suono come una ruota”.




Un altro avvistamento molto interessante ebbe luogo nella prima ora della notte del 4 novembre 1322 d.C. “si vide nel cielo sopra Uxbridge, in Inghilterra, un mucchio di fuoco delle dimensioni di una piccola barca, pallido e livido a colori. Sorgeva da sud, attraversava il cielo con un movimento lento e grave, e andava a nord.

Dalla parte anteriore del mucchio, una fervente fiamma rossa esplose con grandi raggi di luce. La sua velocità è aumentata e ha volato nell’aria…”

Nell’85 aC lo storico romano Plinio menzionò come uno “scudo ardente che spargeva scintille attraversasse il cielo”. e nel 398 dC, nell’impero romano d’oriente, la gente osservò “una cosa simile a un globo in fiamme, che presentava una spada, brillava brillantemente nel cielo sopra la città”. Sembrava quasi di toccare la terra dallo zenit.




Un avvistamento il 16 dicembre 1742, Inghilterra: “una fiamma leggera fu girata all’indietro dalla resistenza che l’aria le fece.

Da un’estremità emetteva un bagliore luminoso e un fuoco simile a quello del carbone ardente. Una fiamma leggera veniva girata all’indietro dalla resistenza che l’aria le faceva. Da un’estremità emetteva un bagliore luminoso e un fuoco simile a quello di un carbone ardente.”

Il 1° novembre 1461 d.C., una cosa ardente come una verga di ferro di buona lunghezza e grande quanto metà della luna fu vista nel cielo, sopra Arras, in Francia, per meno di un quarto d’ora.

Questo oggetto è stato anche descritto come “a forma di nave da cui si è visto il fuoco fluire”, scrisse Jacques Vallee nel suo UFO’s in Space.

Uno strano avvistamento di un oggetto volante non identificato ha avuto luogo giovedì 16 dicembre 1742, intorno alle 20:40 un testimone, un collega della Royal Society di Londra stava tornando a casa da una riunione quando improvvisamente notò una luce misteriosa dietro gli alberi e le case.

La sua esperienza si è svolta nelle vicinanze del Middle of the Parade di St. James’s Park.








1742 avvistamento UFO

L’oggetto misterioso era molto grande, luminoso e si muoveva lentamente. Una specie di fiamma stava uscendo dalla sua schiena, e aveva una cornice su un’estremità, come bande di ferro.” descrizione del testimone.

Mentre tornavo a casa dalla Royal Society a Westminster martedì 16 dicembre 1742 h.20.40 circa a metà della parata a St. James’s Park, ho visto una luce sorgere da dietro gli alberi e le case nel punto S. by W., che ho preso inizialmente per un grande razzo celeste; ma quando raggiunse l’altezza di circa 20 gradi, prese un movimento quasi parallelo all’orizzonte, ma ondeggiò in questo modo, e proseguì verso il punto N, presso il punto E, sopra le case.”

Sembrava molto vicino, che credevo fosse passato sopra Queen’s Square, l’isola del Parco, attraversasse il Canale, e lo persi di vista sopra Haymarket. Il suo movimento era così lento che lo avevo in vista per più di mezzo minuto; e quindi ebbi abbastanza tempo per contemplarne appieno l’aspetto, che era quanto si vede nella figura annessa. La testa sembrava di circa mezzo grado di diametro, la coda di circa 3 gradi di lunghezza e sopra un ottavo di grado di spessore.”













Erbe e Piante Medicinali: Principi attivi e antiche ricette