Celebrità idolatrate che hanno fatto cose terribili nella vita reale

104

Abbiamo visto tutti la folla di fan urlanti, allineati su entrambi i lati del tappeto rosso e testando la resistenza alla trazione di quelle corde di velluto che a malapena li tengono lontani dalle loro amate star del palco e dello schermo.

Ma questi superfan si fermano mai a considerare le vere azioni dei veri esseri umani dietro quelle scintillanti facciate?

In tal caso, potrebbero non essere disposti a rischiare un calpestio per un autografo o un selfie. 

Queste sono alcune delle celebrità più idolatrate di Hollywood, che hanno fatto cose terribili.:

Steve Jobs

Steve Jobs sarà senza dubbio considerato la più grande mente di marketing di qualsiasi generazione, ma come genitore, Jobs probabilmente non vincerà alcun premio postumo. 

Secondo il New York Post, il defunto CEO di Apple ha negato pubblicamente di essere il padre di lui e del figlio di Chrisann Brennan, nonostante sia stato costretto a fare un test di paternità che ha rivelato che la probabilità che Jobs fosse il padre era del 94,1 per cento.

Jobs ha continuato a negare i risultati, attaccando la ex quando dichiarando in un’intervista alla rivista Time che “il 28% della popolazione maschile degli Stati Uniti potrebbe essere il padre”.     

Secondo l’ International Business Times, Jobs “ha giurato nei documenti del tribunale” di essere sterile ma ha continuato ad avere tre figli con la moglie Laurene Powell. Nel frattempo, Brennan e la sua bambina, secondo quanto riferito, vivevano di sussidi.

Secondo Fortune, Jobs alla fine iniziò a pagare $ 500 al mese in mantenimento dei figli ordinato dal tribunale. Un mese dopo quell’ordine, “Apple è diventata pubblica… dando a Jobs un patrimonio netto personale di oltre $ 225 milioni”.

La figlia che ha negato, Lisa Brennan-Jobs, in seguito ha scritto un saggio che ricorda i suoi ricordi d’infanzia con il padre assente.  Più tardi Jobs accettò Lisa come una dei suoi, aumentando il suo sostegno finanziario e includendola nella sua eredità multimilionaria.




Lisa

Secondo quanto riferito, Lisa era al capezzale di suo padre quando è morto nel 2011.

Rick James

Per sempre immortalato come un pioniere del funk R&B – e, in seguito, una  scenetta di Chappelle’s Show –  Rick James ha  trovato il successo a partire dagli anni ’70, ma tutto è crollato all’inizio degli anni ’90.

A quel tempo, la dilagante dipendenza da cocaina di James era un foraggio per i tabloid, ma nell’agosto 1991 ha tagliato il traguardo. 

Secondo il  Los Angeles Times, James e la sua ragazza sono stati arrestati con l’accusa di “aver imprigionato e torturato una donna di 24 anni con una pipa di cocaina bollente per tre giorni nella casa di James a Hollywood Hills”.

Quando la donna ha tentato di andarsene, James avrebbe brandito una pistola, ha minacciato di ucciderla, poi “ha legato la donna e l’ha bruciata gravemente circa 20 volte con l’estremità calda di una pipa di cocaina crack”.

Mentre era su cauzione per le accuse di rapimento e tortura, James è stato arrestato di nuovo per aver aggredito la dirigente musicale Mary Sauger in un hotel a West Hollywood. Secondo il  Los Angeles Times, James (ancora una volta con la sua ragazza) ha picchiato Sauger facendole perdere i sensi, poi le ha gettato “acqua addosso per rianimarla”, poi “i due l’hanno di nuovo schiaffeggiata sulla faccia per diverse ore”. 

Leggi anche: Stelle e droghe. Storie di superamento e caduta

Nonostante abbia affrontato 15 reati penali, secondo quanto riferito James “si è appisolato mentre era seduto in tribunale e ha iniziato a russare in modo udibile” durante il processo Sauger.

Alla fine fu condannato per due reati minori e “condannato a cinque anni e quattro mesi” nel gennaio 1994, secondo l’ Orlando Sentinel . È stato rilasciato nell’agosto 1996, dopo aver “scritto 400 canzoni mentre era in prigione” (per E! News). 

Chris Brown

Quando hai un successo di Billboard 100 all’età di 16 anni e sei paragonato a un giovane Michael Jackson, il tuo futuro musicale sembra luminoso. Ahimè, la promessa di Chris Brown è svanita rapidamente. 

Nel 2009, appena quattro anni dopo il suo singolo di debutto, ” Run It !” ha colpito le onde radio, Brown ha attaccato brutalmente la sua allora fidanzata, la collega pop star Rihanna, così gravemente che ha richiesto il ricovero in ospedale.

I dettagli dell’assalto sono orribili, quindi se scegli di leggerli, puoi ottenere l’account completo per  MTV News. Brown si è dichiarato colpevole di aggressione ed è stato condannato a cinque anni di libertà vigilata e sei mesi di servizio alla comunità, secondo il  Los Angeles Times . 




La pacca sulla spalla non è piaciuta tanto ai sostenitori della violenza domestica quanto al pubblico in generale, e nel 2011, Brown non ha fatto alcun favore alla sua immagine quando è apparso su Good Morning America per promuovere il suo ultimo album.

Quando il presentatore Robin Roberts è stato ripetutamente sollecitato a discutere del famigerato incidente che ha coinvolto Rihanna, Brown è uscito d’assalto dal set. “Sembrava che volesse uccidere qualcuno”, ha detto un insider al  New York Daily News. “E’ andato completamente fuori di testa… si è strappato la maglietta ed è entrato nella stanza, ha lanciato una sedia e ha rotto la finestra.”

Sfortunatamente, questo fu solo l’inizio della spirale discendente di Brown. Secondo l’ esauriente analisi di People dei problemi del cantante negli anni successivi all’aggressione di Rihanna, Brown sarebbe stato anche coinvolto in più aggressioni, minacciato violentemente un’altra ragazza e indagato per un’accusa di stupro in Francia.

Dr Dre

Icona del rap e pioniere delle cuffie, Dr. Dre ha una lunga storia di violenza contro le donne. Nel 1991, Dee Barnes ha avuto l’audacia di criticare il gruppo di Dre, NWA, nel suo video show di Fox TV intitolato  Pump It Up.

Secondo  Rolling Stone, “Dre l’ha presa in braccio e “ha iniziato a sbatterle la faccia e il lato destro del corpo ripetutamente contro un muro vicino alle scale” mentre la sua guardia del corpo teneva a bada la folla. Dopo che Dre ha cercato di buttarla giù per le scale e ha fallito, ha iniziato a prenderla a calci. lei tra le costole e le mani.

Lei scappò e corse nel bagno delle donne. Dre la seguì e “l’afferrò da dietro per i capelli e le prese a pugni dietro la testa”. “La gente parla di tutte queste stronzate, ma sai, qualcuno fotte con me, io fotterò con loro. L’ho appena fatto, lo sai. Non c’è niente che tu possa fare ora da parlandone. Inoltre, non è una gran cosa – l’ho appena lanciata attraverso una porta.”




L’ex fidanzata di Dre, Michelle, ha affermato di averla picchiata così forte in più incidenti che aveva bisogno di  un intervento di chirurgia plastica. Una terza presunta vittima di Dre, il rapper Tairrie B, ha dichiarato al New York Times di “averla presa a pugni in bocca e di nuovo negli occhi” dopo che lei lo ha insultato in una canzone. 

Le uniche ripercussioni legali che la leggenda dell’hip-hop abbia mai dovuto affrontare sono state il servizio alla comunità, la libertà vigilata e una multa, dopo che non ha presentato alcuna contestazione per aggressione e accuse di batteria relative all’incidente di Barnes. Dre, tuttavia, ha vagamente confessato le altre accuse quando si è scusato con “le donne che ho ferito”. Ha anche detto al  New York Times:

“Venticinque anni fa ero un giovane che beveva troppo e fuori di testa senza una vera struttura nella mia vita. Tuttavia, niente di tutto questo è una scusa per quello che ho fatto… Sto facendo tutto il possibile per non assomigliare mai più a quell’uomo.”

Jay Z

Da spacciatore di crack a CEO, alcuni potrebbero obiettare che Jay-Z è l’incarnazione moderna del sogno americano, ma il sogno di un uomo è l’incubo di un altro. Non dimenticare che nel 1999, il magnate dell’hip-hop è stato arrestato con l’accusa di aver accoltellato allo stomaco il dirigente discografico Lance “Un” Rivera in un nightclub di Manhattan. 

Secondo  il New York Times, Jay-Z si è avvicinato a Rivera al club e lo ha accusato di piratare e contrabbandare il suo  Vol. 3… Vita e tempi di S. Carter. È scoppiata una rissa e, secondo i documenti del tribunale, Jay-Z ha pugnalato Rivera “più di una volta alla schiena con un coltello” e gli ha squarciato l’addome. Jay-Z si è dichiarato colpevole di aggressione di terzo grado ed è stato condannato a tre anni di libertà vigilata , ha riferito  MTV News.

Leggi anche: Le case più bizzarre del mondo 

Jay-Z riflette sull’incidente nel suo libro del 2010,  Decoded (tramite MTV News ), dicendo che “stava perdendo i sensi di rabbia. La prossima cosa che seppi, l’inferno si era scatenato nel club”.




Justin Bieber

Justin Bieber non è affatto vicino al terribile livello delle altre persone in questa lista. Ma se ti piacciono i modelli di comportamento orribile, il cantante canadese ha molto di cui rispondere da giovane sulla ventina.

C’è stata quella volta che ha urinato nel secchio della scopa del bidello di un ristorante. C’è stato l’arresto del 2013 per drag racing  una Lamborghini gialla mentre, secondo quanto riferito, era sotto l’effetto di marijuana e farmaci da prescrizione a Miami.

Ricordi quando ha ricevuto due anni di libertà vigilata nel 2014 per aver molestato la casa del suo vicino? Non dimenticare il suo arresto del 2014 per aggressione e guida pericolosa  in Canada: secondo quanto riferito, i Biebs si sono schiantati contro un uomo a bordo di un ATV e hanno cercato di combatterlo.

C’è stato il mandato di arresto del 2015 emesso dal governo argentino dopo che Bieber ha ignorato le richieste di essere intervistato in merito alle accuse secondo cui le sue guardie del corpo hanno attaccato fisicamente un uomo.

C’è anche il video di Bieber che usa la n-worde cantando sull’adesione al KKK. Potresti anche ricordare la volta in cui gli è stato vietato l’ingresso in Cina.  C’è di più, ma rende l’idea.

Per i suoi problemi, gli è stato ordinato di prestare servizio alla comunità e di libertà vigilata, ha frequentato corsi di gestione della rabbia e ha sborsato pesanti multe e “donazioni” di beneficenza in relazione alle sue varie dichiarazioni di colpevolezza, secondo la  CNN.

Quindi, come spiega Bieber come ha lasciato che la fama gli andasse così male alla testa ? “Le droghe hanno messo uno schermo tra me e quello che stavo facendo”, ha detto a Vogue nel 2019, aggiungendo: “È diventato piuttosto buio”.