La musica country che ha ispirato Bob Dylan

Il genere country è una passione e una fonte di ispirazione per tutta la carriera di Dylan, ecco la lista di alcuni artisti a cui si è ispirato

Bob Dylan
Bob Dylan




Quando Bob Dylan era un bambino, durante gli anni ’40 e ’50 a Duluth, nel Minnesota, era un appassionato fan della radio: “Faccio parte dell’ultima generazione cresciuta senza TV”, ha detto una volta.

Blowin’ in the Wind – Bob Dylan

Gran parte della musica che ha ascoltato in quei decenni era country e western. Nelle interviste, ha parlato a lungo del piacere di Bill Monroe, The Stanley Brothers e Hank Williams e di altre star nelle trasmissioni in diretta dal Grand Ole Opry di Nashville. Durante tutta la carriera di Dylan, la musica country è rimasta una passione e una fonte di ispirazione. Ecco alcuni suoi eroi della musica country.

Bill Monroe

Bill Monroe e suo fratello maggiore Charlie hanno contribuito a creare quella che è nota come musica bluegrass.

Bob Dylan una volta disse: “Le cose con cui sono cresciuto non invecchiano mai. Sono stato abbastanza fortunato da ottenerlo e capirlo in quella tenera età, e suona ancora vero per me. Preferirei comunque ascoltare Bill e Charlie Monroe piuttosto che qualsiasi disco attuale. Questo è ciò che l’America rappresenta per me”. Uno dei suoi preferiti? “Andando troppo lontano dalla riva.”

Woody Guthrie

Nel settembre 1960, un compagno di classe del college prestò al diciottenne Robert Allen Zimmerman una copia dell’autobiografia di Woody Guthrie Bound for Glory. L’uomo che sarebbe diventato Bob Dylan era ossessionato. Circa un anno dopo cercò la leggenda popolare al Greystone Park State Hospital, dove era in cura per la malattia di Huntington che alla fine lo avrebbe ucciso.

Dylan ha interpretato il suo idolo in un tributo che aveva scritto chiamato “Song to Woody”, che ha incontrato l’approvazione di Guthrie. Dylan in seguito disse: “Il suo repertorio era fuori categoria. Le sue canzoni mi hanno fatto girare la testa, mi hanno fatto venire voglia di sussultare, per me è stata un’epifania. Era come se fossi stato al buio e qualcuno avesse acceso l’interruttore principale di un parafulmine”.

Hank Williams

Bob Dylan una volta disse di ricordare vividamente di aver sentito la superstar della musica country Hank Williams “molto presto, quando era ancora vivo” nei programmi radiofonici Grand Ole Opry.

Dylan ha detto: “Anche in giovane età, mi sono identificato con Hank Williams. Non avevo mai visto un pettirosso piangere, ma potevo immaginarlo e mi rattristò. Quando ha cantato: ‘La notizia è fuori/In tutta la città.’ Sapevo cosa fosse, anche se non lo sapevo. Quando morì fu come se fosse caduto un grande albero. Sentendo della morte di Hank, mi colse dritto alla spalla. Il silenzio dello spazio non è mai stato così forte”.

Patsy Cline

Bob Dylan una volta disse che una delle sue artiste preferite era la crooner di musica country Patsy Cline, mettendola in una parentesi di individualisti impressionanti.

Ha incluso Patsy Cline quando ha detto: “Sto parlando di artisti con la forza di volontà di non conformarsi alla realtà di nessuno ma alla propria”.

Johnny Cash

C’è stato un momento significativo al Newport Folk Festival del 1964 quando Johnny Cash, che aveva appena finito la sua serie di avvincenti canzoni che raccontano storie, ha dato la sua chitarra al giovane Bob Dylan. La coppia godeva di una reciproca ammirazione. Dylan ha detto: “Seguo da vicino questo mio cuore… Devo aver recitato quelle battute a me stesso un milione di volte. La voce di Johnny era così grande che faceva diventare piccolo il mondo… In parole povere, Johnny era ed è la stella polare; potresti guidare la tua nave accanto a lui, il più grande dei grandi, allora e ora. All’inizio degli anni ’60, Cash disse che la musica country a volte era lenta nell’individuare una buona nuova tendenza, ma che era esemplificata da Dylan. Ha continuato a registrare una serie di canzoni di Dylan, come “It Ain’t Me Babe” e “Understand Your Man”.

La coppia ha finalmente lavorato insieme nel febbraio 1969, quando Bob Johnson – che era stato un produttore in precedenza per entrambi gli uomini – ha registrato 15 canzoni con loro in due giorni, comprese le versioni di “I Walk the Line”, “Ring of Fire” e “One Too Many Mornings”. La loro versione della canzone di Dylan del 1963 “Girl from the North Country” è stata pubblicata nell’album di Dylan del 1969Orizzonte di Nashville .

Charlie Ricco

Alla domanda nel 1965 quali poeti avesse “scavato”, Bob Dylan chiamò Rimbaud, Ginsberg e il comico WC Fields. Ha anche chiamato il cantante country Charlie Rich, che ha definito “un buon poeta”.

Willie Nelson

Nel 2017 Bob Dylan è apparso come parte del The Outlaw Music Festival Tour di Willie Nelson. Non è stato un caso: Dylan è apparso diverse volte nello stesso cartellone del festival di Nelson ed è stato un fan della sua musica per decenni.

Tra i lavori che ha elogiato pubblicamente ci sono la versione di Nelson del classico libro di canzoni “Stardust” e l’album del cantante country con Norah Jones e il trombettista Wynton Marsalis.

John Prine

Oltre ad essere un fan delle star della musica country tradizionale, Bob Dylan ha anche esaltato le virtù di Guy Clark e si dice che abbia posseduto tutti gli album di Townes Van Zandt.

Ma uno dei suoi tributi più poetici fu al compianto John Prine. Dylan ha detto a Bill Flanagan: “La roba di Prine è puro esistenzialismo proustiano. La mente del Midwest viaggia all’ennesima potenza. E scrive bellissime canzoni. Ricordo quando Kris Kristofferson lo portò per la prima volta sulla scena. Tutta quella roba su Sam Stone, il papà drogato di soldati, e su Paperino e Lydia, dove le persone fanno l’amore a dieci miglia di distanza. Nessuno tranne Prine poteva scrivere in quel modo.”

I Flying Burrito Brothers




I Flying Burrito Brothers, co-fondati da Gram Parsons e Chris Hillman, sono stati una delle prime band country rock più significative in America e Bob Dylan ha adorato il loro album di debutto del 1969 The Gilded Palace of Sin.

Dylan disse a Rolling Stone nel 1969: “Ragazzi, li adoro… ho sempre conosciuto Chris Hillman, sai, da quando era nei Byrds, che aveva un suono distintivo. Ed è sempre stato un bravo musicista. I record dei Brothers mi hanno messo fuori combattimento. I Brothers erano, a loro volta, fan di Dylan e hanno registrato tre delle sue canzoni: “If You Gotta Go, Go Now”, “I Shall Be Released” e “To Ramona”.

Correlato: Tutti i premi Nobel dal 1901 ad oggi