Ascolta il nuovo singolo “The Smoke” dei Radiohead

L'ultima traccia del trio dei Radiohead arriva prima di tre spettacoli dal vivo esauriti a Londra questo fine settimana

Radiohead
Radiohead










L’ultima traccia del trio dei Radiohead arriva prima di tre spettacoli dal vivo esauriti a Londra questo fine settimana

The Smile, il progetto parallelo di Thom Yorke dei Radiohead e Jonny Greenwood con Tom Skinner dei Sons Of Kemet, hanno pubblicato il loro nuovo singolo “The Smoke”.

La canzone è il seguito del singolo di debutto del trio “You Will Never Work In Television Again”, uscito all’inizio di questo mese.

Un lyric video per “The Smoke” è stato rilasciato oggi (27 gennaio) per accompagnare la nuova traccia, con la clip creata dallo scrittore e regista vincitore del BAFTA Mark Jenkin.

Puoi ascoltare “The Smoke” di The Smile dei Radiohead qui sotto.

I tre spettacoli dal vivo esauriti di The Smile a Londra questo fine settimana (29-30 gennaio) saranno trasmessi in live streaming online a un pubblico globale.

I live streaming dei Radiohead, che saranno diretti dal pluripremiato Paul Dugdale e prodotti da Driift, saranno disponibili per la visione a casa e in locali e cinema indipendenti selezionati nel Regno Unito, negli Stati Uniti e in Europa.







Yorke ha eseguito “Free In The Knowledge” di The Smile alla Royal Albert Hall lo scorso ottobre come parte dell’evento Letters Live, il cui filmato è stato rilasciato il mese scorso.







Potrebbe interessarti: Fatti veri e folli su Ozzy Osbourne

Le follie dei Rammstein 

Fatti folli dei Led Zeppelin

Fatti folli che non sapevi sugli Iron Maiden

Fatti delle celebrità così folli che non crederai che siano veri

I Radiohead sono un gruppo musicale rock alternativo inglese proveniente dall’Oxfordshire e formatosi nel 1985. Fino al 1992, quando cambiarono nome, erano noti come On a Friday. Hanno venduto circa 40 milioni di dischi in tutto il mondo.

La band è formata da Thom Yorke (voce, chitarra, pianoforte), Jonny Greenwood (chitarra solista, tastiere, sintetizzatore, pianoforte, Onde Martenot), Ed O’Brien (chitarra, percussioni, voce di supporto), Colin Greenwood (basso elettrico, sintetizzatori) e Philip Selway (batteria, percussioni).

I Radiohead pubblicarono il loro primo singolo, Creep, nel 1992. La canzone fu inizialmente un insuccesso, ma dopo la pubblicazione dell’album di debutto Pablo Honey, il singolo ebbe un inaspettato successo mondiale. L’album, seppur ben accolto negli Stati Uniti, passò quasi inosservato in Inghilterra. Il successo in patria arrivò solo con il secondo album, The Bends (1995), che fece guadagnare al gruppo numerosi fan. La loro reputazione crebbe ancor di più con l’uscita del terzo album; caratterizzato da un suono più esteso e dal tema ricorrente dell’alienazione moderna, OK Computer (1997) è riconosciuto da diversi critici come una pietra miliare della musica rock degli anni novanta.

Con i loro successivi album Kid A (2000) e Amnesiac (2001), la popolarità dei Radiohead arrivò ai massimi livelli. Con questi dischi la band conobbe un’ulteriore evoluzione del proprio stile musicale, fortemente influenzato dalla musica classica contemporanea, dal free jazz e dall’elettronica. Il loro sesto album, Hail to the Thief (2003), caratterizzato da testi maggiormente rivolti all’attualità, è sembrato mescolare influenze da tutta la carriera della band.

I Radiohead, dopo quattro anni di assenza dalle scene, nel 2007, completarono le registrazioni del loro settimo album, intitolato In Rainbows, disponibile per il download digitale a partire dal 10 ottobre 2007.

Il 18 febbraio 2011 il gruppo ha pubblicato il suo ottavo album in studio, The King of Limbs, scaricabile anch’esso dal loro sito.

Nel 2016 ogni informazione presente sulle pagine ufficiali del gruppo nei più famosi social network viene cancellata, mentre il sito ufficiale si tinge interamente di bianco.[11] È l’inizio della campagna che annuncia il ritorno della band con il suo nono lavoro in studio, A Moon Shaped Pool, anticipato dai singoli Burn the Witch e Daydreaming.