L’antico astronauta

Sebbene l'iscrizione dell'astronauta della stele di Casar sembri misteriosa, potrebbe essere stata scritta in una delle lingue native iberiche meno conosciute

106

Alcuni artefatti non sono compresi e questo porta a teorie folli. Una delle più grandi curiosità è in mostra al Museo Caceres, in Spagna. È una stele di pietra che originariamente si trovava all’estremità meridionale del cimitero nel vicino villaggio di Casar. L’intaglio sulla stele sembra essere una figura umana con una testa deforme e spalle a bulbo. Fu soprannominato da alcuni “l’astronauta di Casar”.

L’analisi archeologica e linguistica dell’astronauta della stele di Casar mostra che le caratteristiche della stele possono essere spiegate con le culture e dell’antica.  L’immagine è suggerita per essere quella di un guerriero celtiberico realizzata nel II o I secolo a.C. L’iscrizione in lettere latine suggerisce che sia stata scritta in epoca romana o appena prima dell’occupazione romana dell’Iberia, ma nessuno ha decifrato il testo.




La stele soprannominata astronauta di Casar è esposta al Museo di Caceres Spagna
La stele soprannominata astronauta di Casar è esposta al Museo di Caceres Spagna

Agli albori del periodo romano in Spagna, diverse lingue erano parlate tra cui celtiberico, lusitano, tartesso, proto-basco, latino e probabilmente greco e punico. Di queste lingue, celtiberica, lusitana, tartessiana e proto-basca erano originarie della penisola iberica mentre le altre furono introdotte da culture straniere. L’iscrizione potrebbe essere stata scritta in una delle lingue native iberiche meno conosciute.







Potrebbe essere in lingua basca

L’antica lingua basca originale era già parlata nel nord della Spagna in epoca romana. La lingua basca è unica tra le lingue dell’Europa occidentale in quanto è una lingua non indoeuropea. L’antico basco è una lingua isolata e la sua famiglia linguistica è sconosciuta.
La lingua basca segue l’ordine delle parole SOV (soggetto-oggetto-verbo), in contrasto con le lingue, come l’inglese, che hanno un ordine delle parole SVO (soggetto-verbo-oggetto). Altre lingue che sono SOV, come il basco, includono giapponese e turco.

Stele di Hernan Perez VI
Stele di Hernan Perez VI




 




La nanotecnologia antica della COPPA di LICURGO

https://www.sorox.org/category/storia/ooparts/






















Erbe e Piante Medicinali: Principi attivi e antiche ricette