28 febbraio nella storia della musica

Cosa accadde oggi 28 febbraio nella storia della musica? Abbiamo scelto questi fatti accaduti nel corso degli anni

28 febbraio
28 febbraio

Cosa accadde oggi 28 febbraio nella storia della musica?

Abbiamo scelto questi fatti accaduti nel corso degli anni:

1963 – Patsy Cline
Patsy Cline ha fatto l’ultima apparizione televisiva della sua carriera quando è apparsa al The Glenn Reeves Show. Morì tragicamente in un incidente aereo appena cinque giorni dopo, all’età di 30 anni.

1966 – The Beatles
La polizia è stata chiamata dopo che oltre 100 fan della musica si sono barricati all’interno del Cavern Club di Liverpool per protestare contro la chiusura dei club. Il club aveva accumulato debiti per oltre £ 10.000. I Beatles fecero un totale di 292 apparizioni al The Cavern Club, la loro ultima esibizione al club fu il 3 agosto 1963.

Il figlio di Lennon dopo aver visto The Beatles Get Back, il nuovo documentario uscito oggi su Disney+

1970 – David Bowie
Presentata come la New Electric Band di David Bowie (così nuova che non avevano ancora un nome), David ha suonato al club di musica sperimentale Basildon Arts Lab al Basildon Arts Center nell’Essex, in Inghilterra. In cartellone c’erano anche High Tide, Overson e Iron Butterfly.

Canzoni che compiono 25 anni nel 2022

1970 – Peter Green
In un’intervista al New Musical Express, Peter Green dei Fleetwood Mac ha parlato dei suoi piani per dare via tutti i suoi soldi. L’anno successivo Green affrontò il suo contabile con una pistola dopo che gli aveva inviato un assegno di royalty indesiderato. Il chitarrista andò immediatamente in prigione prima di essere trasferito in manicomio e nel 1973 fu ricoverato in un ospedale psichiatrico. Ha rilanciato la sua carriera negli anni ’90.

1970 – Led Zeppelin
I Led Zeppelin hanno suonato a Copenaghen come The Nobs dopo che Eva Von Zeppelin, una parente del progettista del dirigibile, ha minacciato di citare in giudizio se il nome di famiglia fosse stato utilizzato in Danimarca.

Fatti folli dei Led Zeppelin

1970 – Simon e Garfunkel
Simon e Garfunkel hanno iniziato una corsa di sei settimane in cima alla classifica dei singoli statunitensi con “Bridge Over Troubled Water”, anche lui n. 1 nel Regno Unito nel marzo dello stesso anno. Divenne una delle canzoni più eseguite del ventesimo secolo, con oltre 50 artisti, tra cui Elvis Presley e Aretha Franklin, che coprirono la canzone.

Artisti recenti anche interessati alla scienza

1974 – Bobby Bloom
Il cantautore Bobby Bloom si è sparato alla testa nel suo appartamento di Hollywood all’età di 28 anni. Bloom ha avuto il singolo “Montego Bay” n. 8 negli Stati Uniti e n. 3 nel Regno Unito nel 1970.

1976 – Paul Simon
“Still Crazy After All These Years” di Paul Simon è stato nominato miglior performance vocale pop e album dell’anno alla diciottesima edizione dei Grammy Awards. Nel suo discorso Simon ha detto al pubblico “Vorrei ringraziare Stevie Wonder per non aver pubblicato un album quest’anno”.

20 canzoni che sono state vietate nella storia

1977 – Ray Charles
Ray Charles è stato aggredito sul palco da un uomo che ha cercato di strangolarlo con un cavo del microfono. L’uomo faceva parte di un gruppo chiamato Project Heavy, un programma comunitario per giovani svantaggiati. 

1981 – Eddie Rabbitt
La star della musica country Eddie Rabbitt è passata alla classifica Pop ottenendo un successo n. 1 negli Stati Uniti con “I Love a Rainy Night“. In precedenza aveva scritto il grande successo di Elvis Presley “Kentucky Rain” prima di avere un successo al numero 5 con “Drivin’ My Life Away”. Anche se sembra che si sia inventato un nome d’arte, il suo vero nome è Edward Thomas Rabbitt.

1983 – U2
Gli U2 hanno pubblicato il loro terzo album in studio War. Prodotto da Steve Lillywhite, l’album è diventato considerato il primo album apertamente politico degli U2, in parte a causa di canzoni come “Sunday Bloody Sunday” e “New Year’s Day“. War è diventato il primo album numero 1 della band nel Regno Unito (battendo Thriller di Michael Jackson dalla vetta delle classifiche). Il ragazzo sulla copertina dell’album è Peter Rowen (il fratello dell’amico di Bono, Guggi dei Virgin Prunes).

1984 – Michael Jackson
Michael Jackson ha vinto un record di otto Grammy Awards, tra cui: Album dell’anno per Thriller; Record dell’anno e miglior performance vocale rock per “Beat It”; Miglior performance vocale pop, Miglior performance R&B e Miglior canzone R&B per “Billie Jean” e Miglior registrazione per bambini per ET The Extra Terrestrial.

1985 – David Byron
David Byron, cantante degli Uriah Heep è morto per un attacco epilettico e una malattia del fegato all’età di 38 anni. Byron è stato il cantante originale della band inglese tra il 1969 e il 1976 e si è guadagnato una reputazione con la sua voce e armonie operistiche come uno dei migliori cantanti rock e frontmen nel mondo.

1986 – George Michael
George Michael ha annunciato che Wham! si sarebbe ufficialmente separato durante l’estate. I Wham sono diventati uno dei gruppi pop di maggior successo degli anni ’80, vendendo oltre 30 milioni di dischi in tutto il mondo dal 1982 al 1986. I singoli “Wake Me Up Before You Go-Go”, “Everything She Wants” e “Careless Whisper”, tutti in cima alla classifica Billboard Hot 100 negli Stati Uniti.

20 canzoni che sono state vietate nella storia

1989 – Bob Dylan
Bob Dylan ha registrato le prime sessioni per l’album Oh Mercy presso The Studio, New Orleans, Louisiana. Quello che è diventato il 26° album in studio di Dylan, pubblicato dalla Columbia Records nel settembre 1989, è stato prodotto da Daniel Lanois.

La musica country che ha ispirato Bob Dylan

1994 – Eric Clapton
Eric Clapton ha suonato la sua centesima esibizione alla Royal Albert Hall di Londra, in aiuto dell’organizzazione benefica “Children In Crisis“.

1996 – Alanis Morissette
I vincitori del Grammy Award includevano Alanis Morissette che ha vinto l’album dell’anno per Jagged Little Pill, la migliore voce rock femminile e la migliore canzone per “You Oughta Know”, “Unplugged ha vinto il miglior album alternativo dei Nirvana e la migliore performance rap di Coolio con “Gangsta’s Paradise”. ‘

1997 – Suge Knight
Il capo della Death Row Records Marion “Suge” Knight è stato condannato a nove anni di prigione per aver violato la libertà vigilata per una condanna per aggressione del 1995. Secondo la legge statunitense, Knight non sarebbe autorizzato a gestire la Death Row Records mentre era in prigione.

2005 – Chris Curtis
Chris Curtis, batterista dei The Searchers è morto all’età di 63 anni dopo una lunga malattia. I ricercatori hanno segnato il singolo numero 1 nel Regno Unito del 1964 “Needles And Pins” e il singolo numero 3 negli Stati Uniti del 1964 “Love Potion Number Nine”.

2006 – Kanye West
Due steward sono stati uccisi durante un concerto del rapper Kanye West al NEC di Birmingham, in Inghilterra. La polizia ha detto che le sparatorie sono avvenute dopo che le persone che cercavano di entrare senza biglietto sono state scortate dall’arena. Un uomo, sprovvisto di biglietto, è entrato nell’atrio ed è stato espulso, è poi tornato e ha sparato agli steward, uno era in gravi condizioni dopo essere stato colpito al volto.

Billie Eilish risponde mentre Kanye West chiede scuse per il commento di Astroworld

2008 – Boy George
Boy George si è dichiarato non colpevole di aver imprigionato falsamente un escort maschio incatenandolo a un muro. Il cantante e DJ è stato anche accusato di aver aggredito Audun Carlsen durante il presunto incidente del 28 aprile 2007. È stato rilasciato su cauzione fino al processo presso la Snaresbrook Crown Court a novembre.

2008 – Arctic Monkeys
Gli Arctic Monkeys hanno vinto tre premi, tra cui quello per la migliore band britannica agli NME Awards di quest’anno tenuti all’O2 di Londra. Il singolo della band “Fluorescent Adolescent” ha vinto loro il miglior brano e hanno vinto il miglior video per “Teddy Picker”. Il miglior album è andato a Klaxons per Myths of the Near Future mentre Kate Nash ha vinto come miglior artista solista. I Muse hanno ricevuto il premio come miglior band dal vivo e il gruppo statunitense The Killers ha vinto il miglior atto internazionale. I Manic Street Preachers, che si sono esibiti alla cerimonia, hanno ricevuto l’onore di Godlike Genius da NME e il frontman dei Babyshambles Pete Doherty è stato votato eroe dell’anno. Blackout di Britney Spears è stato votato peggior album e gli Hoosiers sono stati nominati peggior band.

2008 – Jimi Hendrix
Il batterista Buddy Miles, che ha suonato con Jimi Hendrix nel suo ultimo gruppo regolare, Band of Gypsys, è morto all’età di 60 anni nella sua casa di Austin, in Texas, dopo aver lottato con una malattia a lungo termine. Nato come George Allen Miles a Omaha, Nebraska, il soprannome di Buddy era un tributo al suo idolo, il batterista jazz Buddy Rich. Rich ha anche suonato con The Delfonics, The Ink Spots, Wilson Pickett, Electric Flag, Stevie Wonder , David Bowie , Muddy Waters e Barry White. Negli anni ’80, ha raggiunto una certa notorietà negli Stati Uniti come cantante nei celebri spot pubblicitari di Claymation California Raisins.

Jimi Hendrix, biografia e curiosità

2010 – Hall & Oates
Tom “Bone” Wolk, che ha suonato il basso per quasi 30 anni con Daryl Hall e John Oates, è morto per un apparente attacco cardiaco all’età di 58 anni. Aveva anche registrato con Carly Simon, Jellyfish, Squeeze, Elvis Costello, Shawn Colvin e Billy Joel nel corso della sua carriera.

2016 – Adele
Adele era al numero 1 della classifica degli album del Regno Unito e degli Stati Uniti con il suo terzo album in studio 25. L’album è stato un enorme successo commerciale, debuttando al numero 1 in più di 25 mercati. 25 ha ricevuto il BRIT Award come British Album of the Year e ha anche vinto i Grammy Awards 2017 come Album of the Year e Best Pop Vocal Album.

Adele promette che quest’anno i concerti si svolgeranno al 100%
2019 – André Previn
Il pianista, compositore, arrangiatore e direttore d’orchestra tedesco-americano André Previn è morto nella sua casa di Manhattan all’età di 89 anni. È meglio conosciuto per aver arrangiato e composto colonne sonore di film di Hollywood per oltre 50 film nel corso della sua intera carriera. Ha vinto quattro Academy Awards per il suo lavoro cinematografico e dieci Grammy Awards per le sue registrazioni.

https://www.grammy.com/