Brian May critica la scelta “spaventosa” dei BRIT Awards di eliminare i premi di genere

Brian May dei Queen ha criticato la decisione dei BRIT Awards di eliminare il loro tradizionale sistema di genere per le categorie di premi

93
Brian May dei Queen ha criticato la decisione dei BRIT Awards di eliminare il loro tradizionale sistema di genere per le categorie di premi
Brian May dei Queen ha criticato la decisione dei BRIT Awards di eliminare il loro tradizionale sistema di genere per le categorie di premi

“Sono così stufo delle persone che cercano di cambiare le cose senza pensare alle conseguenze a lungo termine. Alcune di queste cose sono un miglioramento, altre no”

Brian May dei Queen ha criticato la decisione dei BRIT Awards di eliminare il loro tradizionale sistema di genere per le categorie di premi, definendolo emblematico di una tendenza “spaventosa”.

Questa settimana, i BRIT hanno annunciato i dettagli della loro cerimonia del 2022, inclusa la notizia che i premi Artist of the Year e International Artist of the Year stanno sostituendo le tradizionali categorie Maschile e Femminile degli anni precedenti.

Nel 2019, è stato riferito che i BRIT stavano pianificando di eliminare le loro categorie di genere nel tentativo di includere artisti non binari. Secondo quanto riferito, la cerimonia di premiazione, che si svolge ogni febbraio, era desiderosa di “evolvere” e ridurre le categorie nel tentativo di cambiare con l’industria musicale.

I BRIT Awards hanno quindi risposto dopo che il cantante non binario Sam Smith ha parlato dei loro piani per mantenere le categorie basate sul genere per la cerimonia del 2021.




Parlando con The Mirror all’evento Palooza di ITV a Londra questa settimana (23 novembre), May ha criticato la mossa, dicendo: “È una decisione che è stata presa senza pensarci abbastanza. Molte cose funzionano abbastanza bene e possono essere lasciate in pace.”

“Sono così stufo delle persone che cercano di cambiare le cose senza pensare alle conseguenze a lungo termine”, ha aggiunto. “Alcune di queste cose sono un miglioramento, altre no”.

Correlato: Freddy Mercury, fatti che potresti non sapere sulla leggenda scomparsa prematuramente

Il chitarrista dei Queen ha continuato dicendo che crede che ci sia “un’atmosfera di paura ovunque perché le persone hanno paura di dire come pensano veramente”, aggiungendo: “Penso che così tante persone si sentano, ‘Aspetta, non è del tutto giusto ‘. Ma non osano dire niente. Alla fine ci sarà una sorta di esplosione”.

Altrove nell’intervista, May ha fatto riferimento al suo compagno di band dei Queen Freddie Mercury, dicendo che crede che il cantante avrebbe trovato la cultura di cui parla “difficile”.


“Per esempio, Freddie veniva da Zanzibar, non era britannico, non era bianco in quanto tale – a nessuno importa, nessuno ne ha mai parlato”, ha detto May.

“Era un musicista, era nostro amico, era nostro fratello. Non dovevamo fermarci e pensare: ‘Ooh, ora, dovremmo lavorare con lui? È del colore giusto? È la propensione sessuale giusta?’ Niente di tutto questo è successo, e ora trovo spaventoso che tu debba essere così calcolatore su tutto.

Correlato: Brian May, nuova vita nell’astrofisica, senza dimenticare la musica – video

May ha aggiunto che crede che i Queen non sarebbero stati considerati abbastanza diversi al giorno d’oggi da vincere i loro quattro BRIT Awards, dicendo: “Saremmo costretti ad avere persone di colore e sesso diversi e dovremmo avere una persona trans. Sai che la vita non deve essere così. Possiamo essere separati e diversi”.

Parlando del cambiamento, il presidente BRIT Tom March ha commentato: “È importante che i BRIT continuino ad evolversi e mirino a essere il più inclusivi possibile. Sembra assolutamente il momento giusto per celebrare i successi degli artisti per la musica che creano e il lavoro che fanno, indipendentemente dal genere.”




“Sono davvero entusiasta di lanciare quattro nuovi premi di genere, che creano ancora più opportunità per gli artisti di essere riconosciuti per la musica brillante che creano e producono, e danno agli appassionati di musica la possibilità di essere coinvolti e votare per supportare i loro artisti e aiutarli per vincere un BRIT.”

Altrove, Brian May ha fatto un’apparizione a sorpresa durante lo spettacolo del compagno di band dei Queen Roger Taylor a Londra il mese scorso (22 ottobre).

Il chitarrista è salito sul palco dell’O2 Shepherd’s Bush Empire, dove Taylor ha concluso un tour di 14 date nel Regno Unito. Taylor era in tournée a sostegno del suo sesto album solista, “Outsider”, uscito il 1 ottobre.