Baldwin: prime dichiarazioni dopo la sparatoria

Primi commenti pubblici da quando ha girato accidentalmente il direttore della fotografia Halyna Hutchins sul set di un film, Rust

35
Baldwin: prime dichiarazioni dopo la sparatoria
Baldwin: prime dichiarazioni dopo la sparatoria

Nei suoi primi commenti pubblici da quando ha girato accidentalmente il direttore della fotografia Halyna Hutchins sul set di un film, Rust, nel New Mexico all’inizio di questo mese, sabato Alec Baldwin ha detto: “Era mia amica”.

L’attore ha parlato con BackGrid, una “agenzia di stampa globale di celebrità”, nel Vermont, dove è stato fotografato mentre pranzava con sua moglie.

“Di tanto in tanto si verificano incidenti accidentali sui set cinematografici, ma niente del genere”, ha detto Baldwin. “Questo è un episodio da uno su un trilione, un evento da uno su un trilione”.

La moglie di Baldwin, Hilaria, ha usato il suo telefono per filmare i commenti, spesso cercando di convincere il marito a smettere di parlare. Baldwin ha detto che stava parlando in modo che i fotografi smettessero di seguire la sua famiglia.

Ha anche detto che gli era stato “ordinato” dal dipartimento dello sceriffo di Santa Fe di non discutere del caso.

“Una donna è morta”, ha detto. “Era mia amica, era mia amica. Quando sono arrivato a Sante Fe per iniziare a girare, l’ho portata a cena”.

Il colpo che ha ucciso Hutchins ha ferito anche il regista del film, Joel Souza

Baldwin ha detto di essere in costante contatto con il marito di Hutchins ed è molto preoccupato per la famiglia.

“Eravamo una troupe molto, molto ben lubrificata che girava un film insieme quando è successo questo orribile evento”, ha detto.

Gli investigatori hanno affermato che questa settimana c’era “un certo compiacimento” nel modo in cui le armi venivano gestite sul set di Rust, ma era troppo presto per determinare se le accuse sarebbero state presentate.

Lo sceriffo della contea di Santa Fe, Adan Mendoza, ha notato che sono stati trovati 500 proiettili – un mix di cartucce a salve, proiettili fittizi e sospetti proiettili veri.

“Ovviamente penso che l’industria abbia avuto di recente un record di sicurezza”, ha detto Mendoza ai giornalisti. “Penso che ci sia stato un certo compiacimento su questo set e penso che ci siano alcuni problemi di sicurezza che devono essere affrontati dall’industria e forse dallo stato del New Mexico”.

A Baldwin, un produttore del film, è stato detto che la pistola che maneggiava era al sicuro. Le autorità hanno confermato che non ci sono filmati della sparatoria, avvenuta durante una prova.

Sabato, Baldwin ha dichiarato: “Stiamo aspettando con impazienza che il dipartimento dello sceriffo ci dica cosa hanno prodotto le loro indagini”.

Ha anche detto che avrebbe accolto con favore la discussione sull’eliminazione delle armi dalle produzioni cinematografiche.

“Lo sforzo continuo per limitare l’uso di armi da fuoco su un set è qualcosa a cui sono estremamente interessato”, ha detto.

Correlato: Sparatoria Alec Baldwin, morta la direttrice della fotografia