Psychodonna all’Auditorium di Roma

8

Roma Europa Festival stasera alle 19 propone alla Sinopoli dell’Auditorium di Roma lo spettacolo Psychodonna con Rachele Bastrenghi e Emmanuelle.

EMMANUELLE
Live

Un nome preso in prestito da una vecchia rivista erotica francese, un sound da trasognata italo-disco, sensuale e molto catchy. Nata a Rio de Janeiro, cresciuta prima a Miami e poi a Milano, Emmanuelle ha conquistato l’Italia imponendosi come una delle più interessanti Dj in circolazione.

Dalle radio ai dancefloor, dalla moda (le sue musiche sono state utilizzate nelle sfilate di Fendi e Versace) per arrivare al cinema (il suo brano Italove è nella colonna sonora di Dogman di Garrone) la chanteuse dall’anima disco si presenta con un live eclettico, nostalgico, sensuale e sognante.

RACHELE BASTREGHI
Psychodonna

Cantante, compositrice, musicista ed anima femminile dei Baustelle, Rachele Bastreghi è una delle icone più riconosciute e ammalianti della scena pop-rock italiana.

Psychodonna, il suo primo album d’esordio da solista sembra distillare le sonorità più rock del celebre gruppo per ricomporle in maniera personalissima in un viaggio andata/ritorno nell’identità femminile.

«È un viaggio fatto di “fuori orario”, di luna e isolamento, di poesia e distorsione, di breakdance e disperazione, di albe illuminate e risvegli caotici. È un canto necessariamente libero, fatto di controsensi, di mille domande e poche risposte, di amore e sgomento, di dolcezza e nervi.

È il delirio. È l’umanità. È un ballo consapevole e liberatorio nel fango. È la musica di una nuova possibilità. La mia» racconta Rachele

Bio

Rachele Bastreghi (Siena, 1977) è una cantautrice e musicista italiana, componente del gruppo Baustelle. Con i Baustelle (insieme a Francesco Bianconi e Claudio Brasini) Rachele Bastreghi ha pubblicato tra il 2000 e il 2018 otto album di studio, una colonna sonora (“Giulia non esce la sera” di Giuseppe Piccioni) e un live: dall’iniziale “Sussidiario illustrato della giovinezza” fino al più recente album in due volumi “L’amore e la violenza”,
Il suo contributo ai Baustelle si è fatto più importante con il trascorrere del tempo, dimostrandosi essenziale per l’affermazione della band come uno dei più interessanti esempi di alternative pop italiano. Lo dimostrano bene alcuni dei brani cui ha partecipato come autrice (“Dark room”, “Sergio”, “Revolver”, “La vita va”, “L’aeroplano”, “Alfredo” “La Natura”, “Nessuno”, “Monumentale”, “Betty” ed “Eurofestival” oltre a strumentali come “Cronaca nera” e “L’orizzonte degli eventi”) oltre al suo indiscutibile apporto come cantante e musicista di richiamo nei live della band.
È del 2015, inoltre, l’inizio di una nuova avventura come autrice, firmando un contratto editoriale con la Sugar e offrendo una sua canzone, “Ci rivedremo poi”, ad uno dei suoi riferimenti musicali, Patty Pravo, per l’album “Eccomi”.
La richiesta di partecipazione con un cameo ad una serie tv ha poi dato vita nel 2015 ad un’EP intitolato come il suo alter ego nella fiction, “Marie”, una raccolta di canzoni e cover ispirata al suono, alla musica e alle forti personalità degli anni ’70.
La voce inconfondibile e una miscela unica di talento, fascino e carisma, hanno reso Rachele una delle personalità femminili di riferimento della scena musicale italiana, permettendole di affiancare al lavoro fatto con i Baustelle una lunga serie di collaborazioni: Virginiana Miller, Le luci della centrale elettrica, Afterhours, La Crus, Mara Redeghieri, Perturbazione  sono soltanto alcuni dei nomi con cui ha incrociato il suo percorso musicale, mentre meritano una citazione particolare il suo lavoro con Max Casacci (Subsonica) per la canzone “Colpo di vento”, tema del film “Uno per tutti” di Mimmo Calopresti (2015) e, nel 2017, la sua partecipazione al tributo a Battisti-Panella “LB/R La bellezza riunita” con il brano “Le cose che pensano”.Emmanuelle è nata a Rio, cresciuta a Miami e attualmente di base a Milano, Emmanuelle è una misteriosa musicista cosmopolita metà producer e metà chanteuse. Il suo è un songwriting dall’approccio eclettico, nostalgico e sognante, in continuo viaggio per paesaggi ipnotici lontani dalla monotonia quotidiana.
All’attivo due EP prodotti e distribuiti dalla Deewee (l’etichetta dei Soulwax / 2manydjs) diventati ormai dei veri e propri classici con singoli di culto come “Free Hi-Fi Internet”, “L’uomo d’Affari” e “Italove”. Quest’ultimo è stato inserito nella colonna sonora di “Dogman”, l’ultimo film di Matteo Garrone presentato al Festival di Cannes 2018. Con un mix irresistibile di melodie sofisticate, sensualità, dance, house, italo-disco e voglia di sperimentare, i suoi brani sono diventati vere e proprie hit trasversali suonate nei dancefloor delle serate più alternative di tutta Europa, nelle radio più attente, come negli uffici delle case di moda che hanno iniziato ad utilizzarli sulle passerelle di mezzo mondo.
Nel 2020 Emmanuelle è stata uno degli highlights di Eurosonic ed è stata selezionata per il Primavera Pro di Barcellona, due degli showcase festival più importanti al mondo. Dopo la collaborazione con Populous per l’uscita del singolo “Flores no mar”, è attualmente al lavoro su una nuova release prevista entro la primavera del 2022.