6 usi miracolosi della glicerina

9

A volte un chimico esce con un composto davvero interessante che può risolvere uno o due problemi davvero importanti, e altre volte qualcuno scopre un materiale che ha letteralmente un fantastilione di usi.

La glicerina fu scoperta per la prima volta nel 1779 da un chimico svedese di nome Carl Wilhelm Scheele, lo stesso che per primo descrisse gli attributi dell’ossigeno e di una serie di altri elementi come l’ idrogeno, il bario e il cloro.

Scheele lo sfortunato

Il defunto autore e biochimico Isaac Asimov si riferiva a lui come “Scheele lo sfortunato”, a causa del fatto che era stato aiutato da altri scienziati a pubblicare alcune delle sue scoperte più importanti, perdendo così il pieno credito per queste scoperte.

Scheele scoprì accidentalmente la glicerina mentre faceva bollire insieme olio d’oliva e monossido di piombo, e chiamò il materiale risultante “il dolce principio del grasso”, a causa del suo sapore leggermente dolce.

Più tardi, il chimico francese Michel-Eugène Chevreul la chiamò glicerina (da glykys, la parola greca per dolce).




La glicerina è un liquido atossico, trasparente, viscoso, solubile in acqua con un alto punto di ebollizione che si può trovare sia nei grassi vegetali che animali. Chimicamente, agisce come un alcol, in quanto può reagire in alcune situazioni, ma è generalmente stabile.

Ecco alcuni degli usi per questa sostanza miracolosa:

1. Sapone

La glicerina è un ingrediente in molti saponi, ma stranamente, la produzione di sapone è anche un modo per produrre glicerina. I chimici a volte formulano persino sapone prodotto industrialmente come mezzo per produrre glicerina, che è il nome commerciale del glicerolo.

La glicerina viene prodotta attraverso il processo di saponificazione, che crea sapone convertendo olio o grasso in sapone e glicerina riscaldando i lipidi e aggiungendo un alcali come l’idrossido di sodio o liscivia. I saponi “Fondi e versa” modellati in forme divertenti hanno generalmente un alto contenuto di glicerina.

2. Prodotti per la cura dei capelli e della pelle

Poiché il glicerolo è un umettante, il che significa che può attrarre e legare l’umidità ad esso, è un ingrediente comune nei prodotti di bellezza destinati a idratare, come lozioni, balsami e shampoo.

La glicerina nei prodotti per la cura dei capelli può evitare che i capelli si secchino eccessivamente e si spezzino e viene utilizzata negli shampoo che trattano la forfora e il prurito del cuoio capelluto.




Lozioni e prodotti per la cura della pelle utilizzano la glicerina per le stesse ragioni per cui i prodotti per la cura dei capelli li usano: attraggono e trattengono chimicamente l’umidità.

Le lozioni, ad esempio, contengono generalmente tre ingredienti principali:

  • un umettante;
  • un emolliente, che leviga le macchie cellulari ruvide;
  • un occlusivo, che fornisce una barriera protettiva sulla pelle in modo che l’umidità non fuoriesca.

La glicerina è l’umettante più comunemente usato nella cura della pelle perché attira l’umidità sulla superficie della pelle dall’aria e dagli strati più profondi della pelle, lasciando la carnagione rugiadosa.

3. Cibo

La glicerina è utile come additivo alimentare, poiché svolge numerose funzioni diverse. È un alcol zuccherino, quindi può fungere da dolcificante, anche se è dolce dal 60 al 75 percento circa quanto lo zucchero.

È generalmente preferito rispetto ad altri alcoli di zucchero come il sorbitolo e il mannitolo perché è meno probabile che abbia un effetto lassativo quando viene mangiato.




Grazie alle proprietà leganti l’umidità della glicerina, aiuta a conservare pane, torte e barrette energetiche, prevenendo che si secchino. La sua consistenza viscosa può aggiungere spessore e morbidezza ai liquidi.

Poiché è un tale tuttofare, la glicerina può essere trovata in bevande, condimenti, glasse per torte, caramelle morbide, zuppa in scatola, marshmallow e gomme da masticare.

4. Prodotti farmaceutici

Poiché la glicerina è naturalmente dolce, viene utilizzata per rendere più appetibili medicinali come sciroppi per la tosse e pastiglie. Ma la sua dolcezza non è l’unico vantaggio della glicerina nei medicinali: è un ottimo addensante per unguenti topici. Le supposte di glicerina attirano l’acqua dal colon per spostare le cose nel sistema digestivo.

Leggi anche:9 erbe medicinali usate come droghe legali 

Altrimenti, la glicerina viene utilizzata come eccipiente, solo un veicolo neutro per gli ingredienti attivi in ​​cose come colliri, gocce per le orecchie e capsule di gel. La glicerina è anche usata come mezzo per congelare cose come sperma, globuli rossi e altri tessuti viventi.

5. Vernici, inchiostri e materie plastiche

La glicerina ha molte applicazioni industriali. Ad esempio, era l’ingrediente principale dell’antigelo, ma è stato in gran parte sostituito da altre sostanze chimiche che non hanno un sapore così dolce e quindi non attirano e uccidono gli animali quando vengono versate a terra.

La glicerina è un importante elemento costitutivo delle vernici e delle resine utilizzate per rivestire cose come i fili. È anche usato come ammorbidente nella plastica ed è ampiamente utilizzato negli involucri degli alimenti perché non è tossico e può prevenire il restringimento.




6. Liquido da svapo

La glicerina vegetale è una base comune in molti liquidi di svapo per sigarette elettroniche, che alcuni svapatori preferiscono perché l’alto contenuto di glicerina rende l’aerosol molto visibile.

7. Carburante

La glicerina viene utilizzata come carburante a basse emissioni per alimentare i generatori che forniscono elettricità alle vetture del circuito di Formula E.