Il mistero dei due teschi nella tomba di Haydn

8

Otto giorni dopo il funerale di Joseph Haydn nel maggio 1809, due frenologi gli rubarono la testa sperando di vedere se il genio del compositore si riflettesse in qualche modo nelle protuberanze e nelle creste del suo cranio.

Undici anni dopo, il patrono di Haydn, il principe Nikolaus Esterházy II, volle che i resti di Haydn fossero trasferiti ed era furioso nello scoprire che non avevano il cranio (la sua parrucca era ancora in situ, tuttavia).

I frenologi gli diedero un cranio diverso da seppellire con il resto del corpo

Molti anni dopo, nel 1895, il vero teschio ricomparve quando fu ceduto a una società musicale di Vienna.

Nel 1954 fu finalmente riunito al resto del corpo di Haydn, ma il cranio sostitutivo non fu mai rimosso. Quindi ora ci sono due teschi nella tomba di Haydn, ma nessuno sa quale sia di Haydn – o a chi appartenga l’altro.