Come vanno al bagno gli astronauti nello spazio

Come si va in bagno nello spazio o sulla Stazione Spaziale Internazionale? Con attenzione e con aspirazione

154

Sia che tu usi un buco nel terreno o un bel gabinetto placcato in oro, sulla Terra, la gravità trascina i tuoi rifiuti verso il basso e lontano da te. Per gli astronauti, “fare i propri bisogni” è un po’ più complicato.

Senza gravità, eventuali gocce o gocciolamenti potrebbero fuoriuscire dalla toilette e questo Non va bene per la salute degli astronauti, né per le sensibili apparecchiature che si trovano nella stazione spaziale.

Allora, come si va in bagno nello spazio o sulla Stazione Spaziale Internazionale?

Con attenzione e con aspirazione.
Il nuovo NASA Universal Waste Management System ha un coperchio in acciaio, controlli e molti tubi che circondano la tazza del water.

La nuova toilette della IIS è più comoda, più facile da usare sia per gli uomini che per le donne e più leggera. NASA / James Blair tramite Wikimedia Commons

Un aspirapolvere per il bagno

Nel 1961, Alan Shepard divenne il primo americano nello spazio. Il suo viaggio doveva essere breve, quindi non c’era nessun piano per fare pipì. Ma il lancio è stato ritardato di oltre tre ore dopo che Shepard è salito sul razzo. Alla fine, ha chiesto se poteva uscire dal razzo per fare pipì.

Invece di perdere altro tempo, il controllo della missione gli suggerì fare tranquillamente pipì dentro la sua tuta spaziale. Il primo astronauta americano a salire nello spazio ci arrivò con le mutande umide.

Fortunatamente, di questi tempila stazione spaziale è dotata di un bagno. La toilette originale, progettata nel 2000, era pensata per gli uomini ed era difficile da usare per le donne: dovevi fare pipì stando in piedi.

Per andare di corpo, gli astronauti usavano apposite cinghie per le cosce per rimanere seduti sul piccolo gabinetto e per mantenere una tenuta ermetica tra il fondo e il sedile del water.

Astronauti

Non funzionava molto bene ed era difficile tenerlo pulito

Quindi, nel 2018, la NASA ha speso 23 milioni di dollari per un bagno nuovo e migliorato per gli astronauti che operano sulla Stazione Spaziale Internazionale.

Per aggirare i problemi derivati dall’andare al bagno a gravità zero, la nuova toilette è una toilette sottovuoto appositamente progettata. Ci sono due parti: un tubo con un imbuto all’estremità per la pipì e un piccolo sedile rialzato per andare di corpo.

Il bagno è pieno di appigli e punti d’appoggio in modo che gli astronauti non si lascino andare alla deriva nel bel mezzo dei loro affari. Per fare pipì, possono sedersi o stare in piedi e quindi tenere saldamente l’imbuto e il tubo contro la pelle in modo che non fuoriesca nulla.

Per roba più solida, gli astronauti sollevano il coperchio del water e si siedono sul sedile, proprio come qui sulla Terra

Ma questa toilette inizia ad aspirare non appena il coperchio viene sollevato per evitare che le cose si allontanino e per controllare gli odori. Per assicurarsi che ci sia una perfetta aderenza tra il sedile del water e il sedere degli astronauti, il sedile del water è più piccolo di quello di casa tua.

Astronauti

Le navicelle spaziali Russian Progress portano rifornimenti alla ISS e, al ritorno, trasportano rifiuti che vengono poi bruciati nell’atmosfera con la navicella spaziale. NASA / Wikimedia Commons

Cosa succede alla fine

L’urina è composta per più del 90% di acqua. Poiché l’acqua è pesante e occupa molto spazio, è meglio riciclare l’urina piuttosto che tirare su acqua pulita dalla Terra. Tutta l’urina degli astronauti viene raccolta e trasformata in acqua potabile e pulita. A questo proposito, gli astronauti dicono che “Il caffè di oggi è lo stesso caffè di domani“.

A volte, le feci degli astronauti vengono riportate sulla Terra per essere studiate dagli scienziati, ma la maggior parte delle volte, i rifiuti del bagno, comprese le feci, vengono bruciati. I rifiuti solidi vengono aspirati in appositi sacchetti della spazzatura che vengono messi in contenitori ermetici.

In questi contenitori gli astronauti raccolgono anche la carta igienica, salviette e guanti – i guanti aiutano a mantenere tutto pulito. I contenitori vengono quindi caricati su una navetta da carico che ha portato rifornimenti alla stazione spaziale, e questa nave viene lanciata verso la Terra per bruciare nell’atmosfera superiore.

Pensaci la prossima volta che vedrai una stella cadente! Potrebbe essere un meteorite che brucia nell’atmosfera terrestre, o la cacca di un astronauta in fiamme.