Nel loro incontro più ravvicinato dal 1623, Giove e Saturno appariranno come un’unica stella nel cielo serale del mese prossimo. Durante la “Grande Congiunzione” del 21 dicembre 2020, Giove e Saturno saranno distanti circa un decimo di grado, il loro avvicinamento più vicino dal 1623 ad oggi.

Per tutta l’estate e fino all’autunno, i due giganti gassosi del sistema solare, Giove e Saturno, hanno richiamato l’attenzione su se stessi nel cielo serale meridionale. Giove sempre brillante è uno degli oggetti notturni più luminosi, negli ultimi mesi si è distinto ancora più del solito a causa della presenza del luminoso Saturno che scende appena alla sua sinistra. Apparendo circa un dodicesimo più luminoso.




Ogni loro congiunzione, cioè quando hanno la stessa ascensione retta o longitudine celeste, viene indicato come una “Grande Congiunzione”, principalmente perché a differenza delle congiunzioni con gli altri pianeti luminosi, la loro unione è rara. Un periodo siderale è definito come il tempo necessario a un corpo celeste all’interno del sistema solare per completare una rivoluzione rispetto alle stelle fisse.

Il periodo di Saturno di 29,65 anni moltiplicato per il periodo di Giove di 11,86 anni ammonta a 351,65. Dividendo questo valore per la differenza dei loro periodi siderali si ottengono 19,76 anni.

Quindi, circa ogni 20 anni, Giove e Saturno avranno un appuntamento. Il prossimo arriverà molto presto; prevista per il 21 dicembre. La “Grande Congiunzione” del 21 dicembre 2020 sarà un’opportunità irripetibile per vedere Giove e Saturno insieme attraverso un telescopio.

La maggior parte delle volte, quando Giove supera Saturno, di solito sono separati da più di un grado. Ma a partire dal 21 dicembre, saranno separati da circa un decimo di grado o 6,1 minuti d’arco. Per valutare quanto è vicino, nella prossima notte limpida, controlla Mizar, la stella centrale nell’impugnatura del Grande Carro.




Una stella più debole, Alcor, è posizionata a soli 11,8 minuti d’arco e la capacità di percepire la separazione di queste due stelle, una volta era considerata un test di buona visione. Eppure Giove e Saturno si avvicineranno a circa metà di quella distanza! Sono solo 0,102 gradi

Ciò significa che con un ingrandimento elevato nel tuo telescopio sarai in grado di vedere entrambi i pianeti – Saturno con il suo famoso sistema di anelli e Giove con le sue bande di nubi e satelliti galileiani – contemporaneamente nello stesso campo visivo!

Sarà interessante osservare come il divario tra questi due pianeti si chiuderà gradualmente durante novembre e dicembre. Il 1° novembre sono distanti 5,1 gradi; entro il 15 novembre, 3,8 gradi. Entro il 1° dicembre, saranno separati di 2,2 gradi e entro il 15 dicembre scenderanno a soli 0,7 gradi, quindi più vicini di 0,1 gradi ogni notte da allora in poi fino al loro tanto atteso incontro il 21 dicembre.




Per quanto riguarda se i due pianeti potessero apparire come un’unica stella, posso ricordare personalmente il 5 giugno 1978 quando Marte e Saturno erano separati da una distanza simile, eppure potevo separare chiaramente entrambi i pianeti ad occhio nudo. Tuttavia, coloro che sono miopi potrebbero vedere Giove e Saturno apparire come uno solo togliendosi gli occhiali.

L’ultima volta che questi due pianeti apparvero così vicini fu il 16 luglio 1623, quando si trovavano a soli 5 minuti d’arco l’uno dall’altro. Avremo un’altra separazione di 6 minuti d’arco il 15 marzo 2080. Forse alcuni dei nostri lettori più giovani saranno in giro per coglierla.


































Erbe e Piante Medicinali: Principi attivi e antiche ricette